NADIR VOLUME 3

Oceania 8 Le parole della geografia Aborigeni / Aborigines / Abor genes / Aborigjen t / Aborigeni / / Con questo termine, che signi ca uomini delle origini , furono chiamati tutti gli indigeni che vivevano in Australia all arrivo dei colonizzatori britannici. Chi sono i maori? Un capo maori danza nei vestiti tradizionali. La composizione La colonizzazione europea ha avuto come effetto l eliminazione di gran parte della popolazione nativa dell Oceania, uccisa dalle malattie, dallo sfruttamento e dall emarginazione con tutte le sue conseguenze (povertà, alcolismo, alto tasso di criminalità). Oggi gli aborigeni costituiscono il 2,5% della popolazione dell Australia così come i maori rappresentano un esigua minoranza della popolazione neozelandese. In questi Paesi, gli abitanti sono in maggioranza di origine europea, soprattutto anglosassone, con componenti italiane, greche, russe e polacche; vi sono inoltre presenze asiatiche, dovute a successive ondate migratorie. Gli arcipelaghi, meno soggetti all occupazione europea, sono abitati prevalentemente dai gruppi etnici originari (melanesiani, micronesiani, polinesiani e papua). Lingue e religioni Le lingue maggiormente parlate sono quelle dei colonizzatori, anche se sopravvivono idiomi locali. I culti religiosi hanno seguito il corso dell occupazione europea: gli inglesi hanno diffuso il protestantesimo, i francesi il cattolicesimo; presso le popolazioni native sono praticati culti animistici. I maori, di origine polinesiana, si insediarono in Nuova Zelanda attraverso più migrazioni tra il IX e il XVI secolo. La cultura maori fu una delle più raffinate del Pacifico: le produzioni artistiche erano di grande valore e molto diffusa era la decorazione del corpo tramite i tatuaggi. Nella seconda metà del Settecento, gli europei sbarcarono sulle coste neozelandesi e l impero britannico proclamò la propria sovranità su questi territori. Nel 1840 la corona britannica firmò con i maori il Trattato di Waitangi, con il quale riconosceva i loro diritti politici e civili e la proprietà di alcuni territori. L accordo fu però disatteso e sfociò nelle due guerre maori . Solo nel 1997 il governo britannico ha riconosciuto un indennizzo per le violazioni del Trattato. 401 v3_unità8_396_411-OCEANIA.indd 401 26/02/18 09:45
NADIR VOLUME 3