Economia e società

Economia e società UNIT 6 Africa Che cosa ostacola lo sviluppo africano? Molti sono i problemi che impediscono lo sviluppo dell Africa. L instabilità politica, i contrasti etnici e religiosi che spesso sfociano in sanguinosi conflitti, ostacolano gli investimenti stranieri e le trasformazioni economiche. A questo si aggiungono le malattie (malaria, AIDS, tubercolosi, lebbra), dovute alle scarse condizioni igieniche, le frequenti carestie, gli episodi di siccità, l analfabetismo. Anche dove si è avviato un programma di sfruttamento delle risorse, come in Libia, Algeria e Nigeria, che dispongono di grandi quantità di petrolio, la ricchezza è concentrata nelle mani di pochi e spesso le attività economiche sono gestite da multinazionali straniere. Pesanti eredità risalgono al colonialismo: in molti Paesi, la pratica della coltura in piantagione, diffusa dai coloni che miravano unicamente allo sfruttamento del territorio, ostacola il raggiungimento dell autosufficienza alimentare. Si coltivano infatti prodotti destinati all esportazione e non a sfamare la popolazione. Il problema della povertà Bambini lavorano alla raccolta del cotone in Burkina Faso. Grandi risorse naturali L Africa è ricca di risorse naturali e del sottosuolo. In particolare, il continente dispone di vasti giacimenti minerari ed energetici (petrolio e gas naturale). Tra le risorse naturali, un posto rilevante è rappresentato dalle foreste, che forniscono notevoli quantità di legname, spesso pregiato. Nel settore agricolo, le produzioni principali sono quelle di caffè, cacao e cotone. Nonostante le sue immense risorse, gran parte della popolazione dell Africa vive in condizioni di estrema povertà, e l economia si fonda prevalentemente su agricoltura e allevamento di sussistenza. Il settore industriale è poco sviluppato; i settori più significativi sono quello estrattivo e della raffinazione del petrolio, siderurgico e metallurgico. Rivolte ai mercati locali sono le aziende alimentari e tessili. Nel complesso, però, molti Paesi africani sono costretti a importare prodotti lavorati. I servizi sono scarsi e il terziario, se si esclude il turismo nella fascia mediterranea e in poche altre regioni del continente, e il commercio nelle aree costiere, è una risorsa ancora molto limitata. I trasporti I trasporti in Africa sono piuttosto difficili. Non esiste una vera e propria rete ferroviaria, ma solo alcuni tratti di ferrovia, che spesso risalgono ai tempi della colonizzazione e servivano a collegare città o centri minerari dell interno con la costa. Anche le strade asfaltate sono poche. D altronde, pochi africani possono permettersi il lusso di un auto, e si calcola che la media di autoveicoli posseduti sia di uno ogni 60 abitanti. In parte, i collegamenti avvengono per via fluviale, nei tratti navigabili, che sono però spesso interrotti da cascate o rapide. La navigazione marittima può contare su pochi porti, perché le coste africane sono perlopiù compatte e presentano scarsi approdi naturali. Di primaria importanza è quindi il trasporto aereo. 268 v3_unità6_262_319_AFRICA.indd 268 26/02/18 09:17
Economia e società