Che cosa sono le carte computerizzate?

UNIT 0 Che cosa sono le carte computerizzate? Per prepararti allo studio della geografia Che cos è il Sistema Informativo Geografico (GIS)? Come vengono raccolte le informazioni? Il Sistema Informativo Geografico (o GIS, acronimo di Geographical Information System) si basa sulla fusione di due innovazioni informatiche: i sistemi di disegno computerizzato e i sistemi di immagazzinamento dei dati (i database). (1) Il GIS, dunque, analizza un territorio sia attraverso le sue caratteristiche geometriche (dimensioni delle strade, delle case), sia per le informazioni diverse su ciò che si analizza (clima, abitanti, tipo di costruzioni). Immaginiamo di dover verificare il rischio d incendio di una certa zona. Occorrerà avere una carta di base che descriva il territorio che ci interessa; poi avremo bisogno di una serie di informazioni: quanta vegetazione c è e di che tipo? Ci sono attività umane (produzioni rischiose)? Le abitazioni sono raggruppate o isolate? Ci sono sistemi antincendio? E così via. (2) Le informazioni utili a costruire un GIS vengono raccolte da più fonti: dalle immagini satellitari, dal GPS, dai tradizionali metodi di rilevamento, scannerizzando un immagine, confrontando cartografie prodotte negli anni precedenti, inserendo dati da una tastiera o leggendoli da un file, usando i dati dei censimenti o comprando dati da agenzie private. (3) Nel caso della carta sul rischio d incendio, ad esempio, sarebbe utile una mappa sulla vegetazione della zona che ci interessa, preparata dagli Istituti Forestali. Un confronto tra formato vettoriale e raster Nell immagine si può vedere che entrambi i modelli rappresentano i tre tipi di oggetti di base punti, linee e superfici ma in modi differenti. Nel formato vettoriale il punto è individuato da una coppia di coordinate x e y; nel raster un punto è rappresentato da una cella riempita con un colore di fondo. Nel formato vettoriale la linea unisce una serie ordinata di coordinate x e y; nel raster è una Vettoriale Raster serie collegata da celle riempite. Nel formato vettoriale una superficie è punti racchiusa da una linea che collega più punti; nel formato raster linee una superficie è rappresentata da un gruppo di celle attaccate, a cui è attribuito lo stesso aree valore, e quindi lo stesso colore. Organizzazione e memorizzazione Una volta raccolti dati così diversi, questi sono successivamente raggruppati secondo due formati che possano essere disponibili in un GIS: il formato vettoriale e il formato raster. Il formato vettoriale rappresenta con grande precisione città, fiumi, laghi ecc. sotto forma di punti, linee e poligoni, individuati grazie alle loro coordinate x e y. Nel formato raster gli oggetti da rappresentare sono costituiti da quadrettini chiamati celle che Una carta del rischio incendio in formato raster Nessun rischio Rischio medio Rischio alto Rischio altissimo 18 v3_unità0_008_023.indd 18 26/02/18 08:45
Che cosa sono le carte computerizzate?