Le religioni del mondo

Le religioni del mondo UNITÀ 2 - Siamo troppi sulla Terra? Le religioni monoteiste Esistono moltissime religioni, diverse le une dalle altre, ma tutte rispondono all’esigenza dell’uomo di cercare risposte alle domande fondamentali sull’esistenza. (Carta A) Tutte le grandi religioni hanno avuto origine in Asia. In Palestina sorse l’ebraismo, la più antica religione monoteista. Oggi gli ebrei sono circa 14 milioni: di essi, quasi 5 milioni vivono nello Stato d’Israele e gli altri sono sparsi nel mondo. Dall’ebraismo ebbe origine il cristianesimo, la religione più diffusa, con più di 2 miliardi di seguaci, presenti in Europa, in America, in Australia, in Africa e nell’arcipelago delle Filippine (Asia). (1) Nel corso dei secoli i cristiani si separarono e diedero vita a quattro confessioni principali e ad altre minori. La Chiesa cattolica ha il numero più alto di fedeli (48%), seguita dalla Chiesa protestante (15%), da quella ortodossa (10%) e da quella anglicana (4%). Nel XIX secolo sono nate altre chiese che si richiamano all’insegnamento di Cristo, tra cui quella dei Testimoni di Geova (circa 5 milioni di seguaci). L’islamismo è la seconda religione per numero di fedeli, circa un miliardo, sparsi in tutti i continenti, ma soprattutto in Asia e in Africa. Dopo la morte di Maometto, all’interno della religione islamica si formarono varie correnti per diverse interpretazioni della dottrina: le due principali sono la sciita e la sunnita. (2) Papa Francesco saluta i pellegrini a Roma. Il papa è la massima autorità della Chiesa cattolica ed è anche il capo di Stato della Città del Vaticano. A. Le religioni nel mondo Le religioni politeiste Le religioni politeiste sono diffuse soprattutto nell’Asia orientale. L’induismo, nato in India circa 4.000 anni fa, si basa sul culto di molte divinità, tre delle quali, Brahama, Siva e Visnu, sono le più importanti. Conta circa 800 milioni di seguaci. Il buddismo, religione predicata dal principe Buddha (cioè «l’illuminato»), vissuto in India fra il VI e il V secolo a.C., è professato da circa 360 milioni di persone, che vivono per lo più in Cina, Indocina e Giappone. Il confucianesimo è costituito da un insieme di dottrine morali e sociali. Fu predicato in Cina da Confucio nel V secolo a.C. e ha più di 6 milioni di seguaci. Lo scintoismo è una antica religione nata in Giappone e basata sul culto della natura e degli antenati. (3) Fissa i concetti La religione più diffusa nel mondo è il cristianesimo, che ebbe origine dall'ebraismo, con più di 2 miliardi di seguaci. L'islamismo è la seconda religione per numero di fedeli, circa un miliardo, sparsi in tutti i continenti, ma soprattutto in Asia e in Africa. Vi sono poi le religioni politeiste, diffuse soprattutto nell'Asia orientale: l'induismo, il buddismo, il confucianesimo e lo scintoismo. Tenzin Gyatso, quattordicesimo Dalai Lama del Tibet. Nel buddismo tibetano, il Dalai Lama è considerato leader spirituale e politico, anche se dal 1959 è in esilio in India. Le parole della geografia Politeista / Polytheist / Politeísta / Politeist / Politeist / 多神論 / مشرك Colui che professa una religione che comprende diverse divinità. Lavoriamo insieme Dividetevi in gruppi di quattro. Ogni gruppo scrive su un foglietto una domanda sul paragrafo a cui dovrà rispondere un altro gruppo. Poi controllate sul libro se la risposta è giusta.
Le religioni del mondo UNITÀ 2 - Siamo troppi sulla Terra? Le religioni monoteiste Esistono moltissime religioni, diverse le une dalle altre, ma tutte rispondono all’esigenza dell’uomo di cercare risposte alle domande fondamentali sull’esistenza. (Carta A) Tutte le grandi religioni hanno avuto origine in Asia. In Palestina sorse l’ebraismo, la più antica religione monoteista. Oggi gli ebrei sono circa 14 milioni: di essi, quasi 5 milioni vivono nello Stato d’Israele e gli altri sono sparsi nel mondo. Dall’ebraismo ebbe origine il cristianesimo, la religione più diffusa, con più di 2 miliardi di seguaci, presenti in Europa, in America, in Australia, in Africa e nell’arcipelago delle Filippine (Asia). (1) Nel corso dei secoli i cristiani si separarono e diedero vita a quattro confessioni principali e ad altre minori. La Chiesa cattolica ha il numero più alto di fedeli (48%), seguita dalla Chiesa protestante (15%), da quella ortodossa (10%) e da quella anglicana (4%). Nel XIX secolo sono nate altre chiese che si richiamano all’insegnamento di Cristo, tra cui quella dei Testimoni di Geova (circa 5 milioni di seguaci). L’islamismo è la seconda religione per numero di fedeli, circa un miliardo, sparsi in tutti i continenti, ma soprattutto in Asia e in Africa. Dopo la morte di Maometto, all’interno della religione islamica si formarono varie correnti per diverse interpretazioni della dottrina: le due principali sono la sciita e la sunnita. (2) Papa Francesco saluta i pellegrini a Roma. Il papa è la massima autorità della Chiesa cattolica ed è anche il capo di Stato della Città del Vaticano. A. Le religioni nel mondo Le religioni politeiste Le religioni politeiste sono diffuse soprattutto nell’Asia orientale. L’induismo, nato in India circa 4.000 anni fa, si basa sul culto di molte divinità, tre delle quali, Brahama, Siva e Visnu, sono le più importanti. Conta circa 800 milioni di seguaci. Il buddismo, religione predicata dal principe Buddha (cioè «l’illuminato»), vissuto in India fra il VI e il V secolo a.C., è professato da circa 360 milioni di persone, che vivono per lo più in Cina, Indocina e Giappone. Il confucianesimo è costituito da un insieme di dottrine morali e sociali. Fu predicato in Cina da Confucio nel V secolo a.C. e ha più di 6 milioni di seguaci. Lo scintoismo è una antica religione nata in Giappone e basata sul culto della natura e degli antenati. (3) Fissa i concetti La religione più diffusa nel mondo è il cristianesimo, che ebbe origine dall'ebraismo, con più di 2 miliardi di seguaci. L'islamismo è la seconda religione per numero di fedeli, circa un miliardo, sparsi in tutti i continenti, ma soprattutto in Asia e in Africa. Vi sono poi le religioni politeiste, diffuse soprattutto nell'Asia orientale: l'induismo, il buddismo, il confucianesimo e lo scintoismo. Tenzin Gyatso, quattordicesimo Dalai Lama del Tibet. Nel buddismo tibetano, il Dalai Lama è considerato leader spirituale e politico, anche se dal 1959 è in esilio in India. Le parole della geografia Politeista / Polytheist / Politeísta / Politeist / Politeist / 多神論 / مشرك  Colui che professa una religione che comprende diverse divinità. Lavoriamo insieme Dividetevi in gruppi di quattro. Ogni gruppo scrive su un foglietto una domanda sul paragrafo a cui dovrà rispondere un altro gruppo. Poi controllate sul libro se la risposta è giusta.