Altri biomi della fascia torrida

Altri biomi della fascia torrida UNITÀ 1 - Un mondo di ambienti La savana Procedendo a nord e a sud dell’Equatore verso i tropici, assistiamo alla graduale riduzione delle precipitazioni, che non sono più quotidiane, ma si concentrano in un periodo dell’anno: la stagione delle piogge. Questa dura sette-otto mesi nelle regioni più vicine all’Equatore, ma si riduce a due o tre mesi in prossimità dei tropici. A mano a mano che le piogge diminuiscono, il manto vegetale si trasforma. La foresta pluviale si dirada progressivamente e le aree erbose diventano sempre più estese: è la savana. Questo ambiente è verdeggiante durante la stagione delle piogge e assume un colore giallo-bruno nel periodo asciutto. Dove le piogge sono più scarse, la vegetazione è costituita solo da cespugli, da pochi alberi e da ciuffi d’erba. (1) La savana è il regno dei mammiferi erbivori di grossa o media taglia (elefanti, rinoceronti, giraffe, zebre, bufali ecc.). Numerosi sono, di conseguenza, i mammiferi predatori come leoni, ghepardi, leopardi. (2) Vi sono anche molti rettili e uccelli, fra cui gli struzzi. La fascia più estesa di savana si trova in Africa, ma vi sono ampie zone occupate dalla savana anche nell’America meridionale e nell’Australia settentrionale. La steppa Nell’area attraversata dai tropici le precipitazioni diventano molto irregolari e cominciano a scarseggiare. In alcune località non piove per parecchio tempo, così il tappeto erboso va gradualmente rarefacendosi e si trovano solamente radi cespugli. Questo bioma si chiama steppa semi-arida e si trova ai margini della savana africana, in vaste regioni interne dell’Asia, in alcune zone dell’America settentrionale e dell’Australia. Nella steppa, per la scarsità d’acqua e di vegetazione, vivono per lo più animali di piccola taglia: rettili, alcuni roditori, i coyote in America e i canguri in Australia. (3) Fissa i concetti La savana è una distesa erbosa verdeggiante durante la stagione delle piogge e giallobruna nel periodo asciutto. La savana è un ambiente in cui vivono molte specie di mammiferi erbivori, di conseguenza vi abitano anche mammiferi predatori. Il bioma in cui non piove a lungo e l'erba scarseggia è la steppa semi-arida, in cui vivono animali di piccola taglia. Le parole della geografia Predatori / Predators / Depredadores / Predatorë / Prădători / 肉食性動物 / الحيوانات المفترسة Animali che cacciano altri animali. Lavoriamo insieme La savana è caratterizzata dalla presenza di alberi isolati dalla tipica chioma a ombrello. Prova a cercarne il nome sulla rete: A. Una grande varietà di biomi Tundra: ambiente dell’estremo nord,con temperature molto basse. Steppa: ambiente semiarido per la carenza di acqua. Ambiente mediterraneo: luogo in cui il mare si insinua fra le terre. Taiga: foresta di conifere. Foresta monsonica: fitto bosco situato nelle regioni dove soffiano i monsoni. Alta montagna: l’ambiente delle zone occupate da monti elevati. Deserto freddo: ambiente freddo, privo d’acqua e di vita. Savana: ambiente in cui la vegetazione cambia aspetto secondo il periodo, piovoso o asciutto. Deserto caldo: ambiente caldo (di giorno), privo d’acqua e di vita. Foresta pluviale: area ricoperta da una vegetazione fittissima e situata in corrispondenza dell’Equatore. Prateria: vasta pianura ricoperta d’erba.
Altri biomi della fascia torrida UNITÀ 1 - Un mondo di ambienti La savana Procedendo a nord e a sud dell’Equatore verso i tropici, assistiamo alla graduale riduzione delle precipitazioni, che non sono più quotidiane, ma si concentrano in un periodo dell’anno: la stagione delle piogge. Questa dura sette-otto mesi nelle regioni più vicine all’Equatore, ma si riduce a due o tre mesi in prossimità dei tropici. A mano a mano che le piogge diminuiscono, il manto vegetale si trasforma. La foresta pluviale si dirada progressivamente e le aree erbose diventano sempre più estese: è la savana. Questo ambiente è verdeggiante durante la stagione delle piogge e assume un colore giallo-bruno nel periodo asciutto. Dove le piogge sono più scarse, la vegetazione è costituita solo da cespugli, da pochi alberi e da ciuffi d’erba. (1) La savana è il regno dei mammiferi erbivori di grossa o media taglia (elefanti, rinoceronti, giraffe, zebre, bufali ecc.). Numerosi sono, di conseguenza, i mammiferi predatori come leoni, ghepardi, leopardi. (2) Vi sono anche molti rettili e uccelli, fra cui gli struzzi. La fascia più estesa di savana si trova in Africa, ma vi sono ampie zone occupate dalla savana anche nell’America meridionale e nell’Australia settentrionale. La steppa Nell’area attraversata dai tropici le precipitazioni diventano molto irregolari e cominciano a scarseggiare. In alcune località non piove per parecchio tempo, così il tappeto erboso va gradualmente rarefacendosi e si trovano solamente radi cespugli. Questo bioma si chiama steppa semi-arida e si trova ai margini della savana africana, in vaste regioni interne dell’Asia, in alcune zone dell’America settentrionale e dell’Australia. Nella steppa, per la scarsità d’acqua e di vegetazione, vivono per lo più animali di piccola taglia: rettili, alcuni roditori, i coyote in America e i canguri in Australia. (3) Fissa i concetti La savana è una distesa erbosa verdeggiante durante la stagione delle piogge e giallobruna nel periodo asciutto. La savana è un ambiente in cui vivono molte specie di mammiferi erbivori, di conseguenza vi abitano anche mammiferi predatori. Il bioma in cui non piove a lungo e l'erba scarseggia è la steppa semi-arida, in cui vivono animali di piccola taglia. Le parole della geografia Predatori / Predators / Depredadores / Predatorë / Prădători / 肉食性動物 / الحيوانات المفترسة  Animali che cacciano altri animali. Lavoriamo insieme La savana è caratterizzata dalla presenza di alberi isolati dalla tipica chioma a ombrello. Prova a cercarne il nome sulla rete: A. Una grande varietà di biomi Tundra: ambiente dell’estremo nord,con temperature molto basse. Steppa: ambiente semiarido per la carenza di acqua. Ambiente mediterraneo: luogo in cui il mare si insinua fra le terre. Taiga: foresta di conifere. Foresta monsonica: fitto bosco situato nelle regioni dove soffiano i monsoni. Alta montagna: l’ambiente delle zone occupate da monti elevati. Deserto freddo: ambiente freddo, privo d’acqua e di vita. Savana: ambiente in cui la vegetazione cambia aspetto secondo il periodo, piovoso o asciutto. Deserto caldo: ambiente caldo (di giorno), privo d’acqua e di vita. Foresta pluviale: area ricoperta da una vegetazione fittissima e situata in corrispondenza dell’Equatore. Prateria: vasta pianura ricoperta d’erba.