NADIR VOLUME 3

Siamo troppi sulla Terra? UNITÀ 2 - Le conoscenze fondamentali STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA La ricchezza mondiale è uguale per tutti? La risposta è, purtroppo, semplice: no. Nel mondo esiste un forte squilibrio economico tra i Paesi sviluppati e i Paesi in via di sviluppo: nei primi si trovano il 23% della popolazione mondiale e l'80% dei consumi di beni e servizi; negli altri vive il 77% della popolazione ma si raggiunge solo il 20% dei consumi. La carta esprime (in dollari) i livelli di ricchezza di una famiglia considerata nel proprio Paese né ricca, né povera, appartenente cioè alla cosiddetta “classe media”. Per produrre questa carta sono stati considerati i soldi che entrano in famiglia grazie agli stipendi e ai redditi di chi lavora, ma anche le proprietà (case, barche ecc.). Gli Stati colorati in giallo (Italia compresa) sono i più ricchi, nel senso che hanno una classe media in grado di maneggiare una buona quantità di denaro e di beni. Sembra evidente che una persona della classe media dei Paesi colorati in azzurro o in blu, possedendo una ricchezza da 4 a 20 volte inferiore a quella dei Paesi in giallo, sarebbe in questi ultimi considerata povera o molto povera. Rispondi alle domande indicando con una crocetta la risposta esatta. 1. Nel mondo, tra i Paesi sviluppati e i Paesi in via di sviluppo: ☐ esiste un forte squilibrio economico ☐ non esiste un forte squilibrio economico 2. Nei Paesi sviluppati si trovano: ☐ il 23% della popolazione mondiale e l'80% di consumi ☐ l'80% della popolazione mondiale e il 20% di consumi Che cosa significa? Stipendio: è la retribuzione monetaria che il datore di lavoro dà, in genere ogni mese, ai suoi dipendenti. Reddito: è l’insieme delle entrate che possono provenire dallo svolgere un’attività industriale, professionale, commerciale, considerate in un certo periodo di tempo (di solito un anno). Può essere fisso come quello dei lavoratori dipendenti e dei pensionati; può essere netto se alle entrate si sottraggono i costi e le spese. PROVA TU Osserva attentamente la carta sulla fame nel mondo. Sulla tabella scrivi, vicino ai livelli di mancanza di cibo che patiscono i vari popoli, la parte del mondo dove vivono. LIVELLO DI MANCANZA DI CIBO PARTE DEL MONDO Dati nulli (fame pressocché assente) Moderatamente basso Moderatamente alto Alto Molto alto
Siamo troppi sulla Terra? UNITÀ 2 - Le conoscenze fondamentali STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA La ricchezza mondiale è uguale per tutti? La risposta è, purtroppo, semplice: no. Nel mondo esiste un forte squilibrio economico tra i Paesi sviluppati e i Paesi in via di sviluppo: nei primi si trovano il 23% della popolazione mondiale e l'80% dei consumi di beni e servizi; negli altri vive il 77% della popolazione ma si raggiunge solo il 20% dei consumi. La carta esprime (in dollari) i livelli di ricchezza di una famiglia considerata nel proprio Paese né ricca, né povera, appartenente cioè alla cosiddetta “classe media”. Per produrre questa carta sono stati considerati i soldi che entrano in famiglia grazie agli stipendi e ai redditi di chi lavora, ma anche le proprietà (case, barche ecc.). Gli Stati colorati in giallo (Italia compresa) sono i più ricchi, nel senso che hanno una classe media in grado di maneggiare una buona quantità di denaro e di beni. Sembra evidente che una persona della classe media dei Paesi colorati in azzurro o in blu, possedendo una ricchezza da 4 a 20 volte inferiore a quella dei Paesi in giallo, sarebbe in questi ultimi considerata povera o molto povera. Rispondi alle domande indicando con una crocetta la risposta esatta. 1. Nel mondo, tra i Paesi sviluppati e i Paesi in via di sviluppo: ☐ esiste un forte squilibrio economico  ☐ non esiste un forte squilibrio economico 2. Nei Paesi sviluppati si trovano: ☐ il 23% della popolazione mondiale e l'80% di consumi ☐ l'80% della popolazione mondiale e il 20% di consumi Che cosa significa? Stipendio: è la retribuzione monetaria che il datore di lavoro dà, in genere ogni mese, ai suoi dipendenti. Reddito: è l’insieme delle entrate che possono provenire dallo svolgere un’attività industriale, professionale, commerciale, considerate in un certo periodo di tempo (di solito un anno). Può essere fisso come quello dei lavoratori dipendenti e dei pensionati; può essere netto se alle entrate si sottraggono i costi e le spese. PROVA TU Osserva attentamente la carta sulla fame nel mondo. Sulla tabella scrivi, vicino ai livelli di mancanza di cibo che patiscono i vari popoli, la parte del mondo dove vivono. LIVELLO DI MANCANZA DI CIBO PARTE DEL MONDO Dati nulli (fame pressocché assente)   Moderatamente basso Moderatamente alto    Alto  Molto alto