Paesaggi L’arcipelago di Capo Verde Il lago Ciad Il Niger

Paesaggi L'arcipelago di Capo Verde Appartiene all’Africa occidentale anche l’arcipelago di Capo Verde, al largo della costa senegalese. È formato da isole vulcaniche, caratterizzate dai numerosi coni spenti o ancora attivi. Il clima è arido e non vi sono corsi d’acqua. Il lago CiadIl lago Ciad occupa una depressione posta al confine tra quattro Stati (Niger, Ciad, Nigeria e Camerun). Poco profondo, ha una superficie che varia notevolmente tra la stagione secca e quella umida. Rischia però di prosciugarsi, perché alcuni corsi d’acqua che vi confluivano sono esauriti. Il NigerIl Niger è il terzo fiume africano per lunghezza: si estende infatti per 4160 chilometri, attraversando gli Stati di Guinea, Mali, Niger e Nigeria. Nasce dai Monti Loma, al confine tra Guinea e Sierra Leone, e descrive poi un’ampia curva verso nord, penetrando nella regione del Sahel. Nel territorio della Nigeria riceve l’apporto delle acque del Benué e sfocia infine nell’Oceano Atlantico, formando un ampio delta a ventaglio. È navigabile solo per brevi tratti. La sua esplorazione fu compiuta quasi completamente tra il 1795 e il 1805 da uno scozzese, Mungo Park.
Paesaggi L'arcipelago di Capo Verde Appartiene all’Africa occidentale anche l’arcipelago di Capo Verde, al largo della costa senegalese. È formato da isole vulcaniche, caratterizzate dai numerosi coni spenti o ancora attivi. Il clima è arido e non vi sono corsi d’acqua.   Il lago CiadIl lago Ciad occupa una depressione posta al confine tra quattro Stati (Niger, Ciad, Nigeria e Camerun). Poco profondo, ha una superficie che varia notevolmente tra la stagione secca e quella umida. Rischia però di prosciugarsi, perché alcuni corsi d’acqua che vi confluivano sono esauriti. Il NigerIl Niger è il terzo fiume africano per lunghezza: si estende infatti per 4160 chilometri, attraversando gli Stati di Guinea, Mali, Niger e Nigeria. Nasce dai Monti Loma, al confine tra Guinea e Sierra Leone, e descrive poi un’ampia curva verso nord, penetrando nella regione del Sahel. Nel territorio della Nigeria riceve l’apporto delle acque del Benué e sfocia infine nell’Oceano Atlantico, formando un ampio delta a ventaglio. È navigabile solo per brevi tratti. La sua esplorazione fu compiuta quasi completamente tra il 1795 e il 1805 da uno scozzese, Mungo Park.