Giappone

Esploriamo il territorio UNITÀ 5 - Giappone Il Giappone in breve Superficie: 377972 km2 Popolazione: 127 110 047 ab. (2015) Densità: 336 ab./km2 Capitale: Tokyo (13 513 734 ab. con l'aggl. urb. Lingua: giapponese Religione: scintoismo (51,3%), buddismo (43,1%), cristianesimo (1%) Moneta: yen Forma di governo: monarchia costituzionale Popolazione attiva: 65 975 000 Disoccupati: 3,4% PIL/ab.: 32 486 dollari Speranza di vita: M 80; F 87 ISU: 20° Un Paese di isole e vulcani L’arcipelago giapponese è formato da più di 3000 isole; le più grandi sono Kyushu, Shikoku, Honshu, Hokkaido, che costituiscono da sole circa il 95% del Paese. Il territorio è prevalentemente montuoso e i vulcani sono numerosi: se ne contano infatti 165, tra cui circa 60 ancora attivi, anche se non si verificano eruzioni da molti anni. Il principale è il Fuji. Nel corso del XX secolo si sono inoltre formati nuovi vulcani. Anche molte isole minori sono costituite dalle vette dei vulcani che emergono dalle acque. La presenza di vulcani spiega l’alta frequenza di terremoti che colpiscono il Paese. Il monte Fuji ha ispirato artisti e poeti ed è stato meta di pellegrinaggi per secoli. Una veduta dell’isola di Hokkaido, la più settentrionale dell’arcipelago giapponese. Fiumi, laghi, clima I fiumi, che formano le rare pianure del Paese, sono caratterizzati da un corso breve e da regime torrentizio, quindi non sono navigabili, ma vengono sfruttati per produrre energia elettrica. Il più importante è lo Shinano, che sfocia nel Mar del Giappone. Si trovano inoltre in tutto il Paese sorgenti termali. I laghi sono in gran parte di origine vulcanica. A nord il clima è temperato, con temperature piuttosto basse in inverno; la parte meridionale dell’arcipelago è invece minacciata in autunno dai tifoni. Durante la stagione dei monsoni vento e piogge torrenziali fanno straripare fiumi e torrenti. Lavoriamo insieme Leggiamo la carta Quali mari bagnano il Giappone? Quale stretto lo separa dalla Corea del Sud? Che cosa sono le sorgenti termali? Il Giappone è ricco di sorgenti termali, chiamate onsen, che sono uno dei fenomeni legati all’intenso vulcanismo. Si tratt a di fuoriuscite di acqua calda, riscaldata dall’att ività vulcanica, che si formano in corrispondenza di fratt ure nella superfi cie terrestre. È possibile trovarle sia all’aperto, sia all’interno di alberghi tradizionali (ryokan). Il bagno termale è una vera e propria tradizione giapponese, che ha un signifi cato anche rituale, oltre che curativo.
Esploriamo il territorio UNITÀ 5 - Giappone Il Giappone in breve Superficie: 377972 km2  Popolazione: 127 110 047 ab. (2015) Densità: 336 ab./km2 Capitale: Tokyo (13 513 734 ab. con l'aggl. urb.  Lingua: giapponese Religione: scintoismo (51,3%), buddismo (43,1%), cristianesimo (1%) Moneta: yen Forma di governo: monarchia costituzionale Popolazione attiva: 65 975 000  Disoccupati: 3,4% PIL/ab.: 32 486 dollari  Speranza di vita: M 80; F 87  ISU: 20° Un Paese di isole e vulcani L’arcipelago giapponese è formato da più di 3000 isole; le più grandi sono Kyushu, Shikoku, Honshu, Hokkaido, che costituiscono da sole circa il 95% del Paese. Il territorio è prevalentemente montuoso e i vulcani sono numerosi: se ne contano infatti 165, tra cui circa 60 ancora attivi, anche se non si verificano eruzioni da molti anni. Il principale è il Fuji. Nel corso del XX secolo si sono inoltre formati nuovi vulcani. Anche molte isole minori sono costituite dalle vette dei vulcani che emergono dalle acque. La presenza di vulcani spiega l’alta frequenza di terremoti che colpiscono il Paese. Il monte Fuji ha ispirato artisti e poeti ed è stato meta di pellegrinaggi per secoli. Una veduta dell’isola di Hokkaido, la più settentrionale dell’arcipelago giapponese. Fiumi, laghi, clima I fiumi, che formano le rare pianure del Paese, sono caratterizzati da un corso breve e da regime torrentizio, quindi non sono navigabili, ma vengono sfruttati per produrre energia elettrica. Il più importante è lo Shinano, che sfocia nel Mar del Giappone. Si trovano inoltre in tutto il Paese sorgenti termali. I laghi sono in gran parte di origine vulcanica. A nord il clima è temperato, con temperature piuttosto basse in inverno; la parte meridionale dell’arcipelago è invece minacciata in autunno dai tifoni. Durante la stagione dei monsoni vento e piogge torrenziali fanno straripare fiumi e torrenti. Lavoriamo insieme Leggiamo la carta Quali mari bagnano il Giappone? Quale stretto lo separa dalla Corea del Sud? Che cosa sono le sorgenti termali? Il Giappone è ricco di sorgenti termali, chiamate onsen, che sono uno dei fenomeni legati all’intenso vulcanismo. Si tratt a di fuoriuscite di acqua calda, riscaldata dall’att ività vulcanica, che si formano in corrispondenza di fratt ure nella superfi cie terrestre. È possibile trovarle sia all’aperto, sia all’interno di alberghi tradizionali (ryokan). Il bagno termale è una vera e propria tradizione giapponese, che ha un signifi cato anche rituale, oltre che curativo.