Paesaggi Il deserto del Gobi Il Fuji Il Fiume Azzurro

Paesaggi Il deserto del Gobi Il deserto del Gobi è il secondo al mondo per estensione dopo il Sahara, ed è anche quello più a nord. È lungo 3500 km e largo fino a 1000 km.Gobi in cinese significa “depressione": infatti il deserto del Gobi appare proprio come una conca, formata da ghiaia e sabbia, da terre argillose e salate, una volta occupate da laghi, da masse rocciose. L’altitudine media è di 1000 metri ed è completamente circondato da monti che impediscono ai venti di trasportare umidità. L’escursione termica è molto elevata: in inverno si toccano anche i 30-40° sotto lo zero, mentre in estate si raggiungono fino a 40° al di sopra dello zero.Pochissime sono le forme di vita presenti. Tra gli animali la vipera gialla, alcuni roditori, lucertole, capre e pecore allevate da gruppi seminomadi mongoli: questi animali si cibano delle rare erbe, dure e spinose. Il lago Yueyaquan (“Sorgente della luna crescente”). L’oasi si trova poco distante da Dunhuang, un’importante tappa dell’antica Via della seta. Il FujiIl Fuji è la cima più alta del Giappone (3776 m). Si tratta di un vulcano in quiescenza: la sua ultima eruzione è stata registrata all'inizio del 1700. I giapponesi lo considerano sacro e sin dall’antichità è stato meta di pellegrinaggi; il suo profilo innevato è diventato simbolo del Giappone.Il Fuji fa oggi parte di un parco nazionale, visitato ogni anno da milioni di turisti. Ai piedi del vulcano si apre la pianura di Kanto, su cui sorge Tokyo.Dal 2013 il Fuji è Patrimonio mondiale dell’Unesco. Il Fiume AzzurroIl Fiume Azzurro è il quarto al mondo per lunghezza. Attraversa il Paese da ovest a est, dall’altopiano del Tibet al Mar Cinese Orientale, dividendo la Cina settentrionale da quella meridionale. Sulle sue rive sorgono le principali città cinesi, come Chongqing, Wuhan, Nanchino e Shanghai.Il fiume, insieme alla rete dei suoi affluenti, rappresenta un’importante via di comunicazione: è infatti interamente navigabile anche da navi di grosso tonnellaggio. Per questo motivo, le sue acque sono fortemente inquinate.
Paesaggi Il deserto del Gobi Il deserto del Gobi è il secondo al mondo per estensione dopo il Sahara, ed è anche quello più a nord. È lungo 3500 km e largo fino a 1000 km.Gobi in cinese significa “depressione": infatti il deserto del Gobi appare proprio come una conca, formata da ghiaia e sabbia, da terre argillose e salate, una volta occupate da laghi, da masse rocciose. L’altitudine media è di 1000 metri ed è completamente circondato da monti che impediscono ai venti di trasportare umidità. L’escursione termica è molto elevata: in inverno si toccano anche i 30-40° sotto lo zero, mentre in estate si raggiungono fino a 40° al di sopra dello zero.Pochissime sono le forme di vita presenti. Tra gli animali la vipera gialla, alcuni roditori, lucertole, capre e pecore allevate da gruppi seminomadi mongoli: questi animali si cibano delle rare erbe, dure e spinose.   Il lago Yueyaquan (“Sorgente della luna crescente”). L’oasi si trova poco distante da Dunhuang, un’importante tappa dell’antica Via della seta. Il FujiIl Fuji è la cima più alta del Giappone (3776 m). Si tratta di un vulcano in quiescenza: la sua ultima eruzione è stata registrata all'inizio del 1700. I giapponesi lo considerano sacro e sin dall’antichità è stato meta di pellegrinaggi; il suo profilo innevato è diventato simbolo del Giappone.Il Fuji fa oggi parte di un parco nazionale, visitato ogni anno da milioni di turisti. Ai piedi del vulcano si apre la pianura di Kanto, su cui sorge Tokyo.Dal 2013 il Fuji è Patrimonio mondiale dell’Unesco. Il Fiume AzzurroIl Fiume Azzurro è il quarto al mondo per lunghezza. Attraversa il Paese da ovest a est, dall’altopiano del Tibet al Mar Cinese Orientale, dividendo la Cina settentrionale da quella meridionale. Sulle sue rive sorgono le principali città cinesi, come Chongqing, Wuhan, Nanchino e Shanghai.Il fiume, insieme alla rete dei suoi affluenti, rappresenta un’importante via di comunicazione: è infatti interamente navigabile anche da navi di grosso tonnellaggio. Per questo motivo, le sue acque sono fortemente inquinate.