Israele

Israele UNITÀ 5 Israele in breve Superficie: 20 918 km2 Popolazione: 8 489 400 ab. (stima 2015) Densità: 406 ab./km2 Capitale: Gerusalemme (non riconosciuta dalla comunità internazionale) (1 194 400 ab. con l'aggl. urb.) Lingua: ebraico, arabo Religione: ebraica (75%), musulmana (17,5%), cristiana (2%) Moneta: nuovo sciclo israeliano Forma di governo: repubblica Popolazione attiva: 3 845 717 Disoccupati: 5,2% PIL/ab.: 35 343 dollari Speranza di vita: M 80; F 84 ISU: 18° Una sottile striscia di terra Lo Stato d’Israele è formato da una piccola striscia di terra bagnata a ovest dal Mar Mediterraneo; a sud, per un breve tratto, si affaccia sul Mar Rosso. Per la sua forma allungata, ha 1000 km di confini. Il territorio è prevalentemente montuoso, occupato da altipiani e da una catena che si estende parallelamente alla costa; qui c’è una pianura molto fertile, percorsa da numerosi corsi d’acqua. A est si trova una depressione nella quale ci sono il lago Tiberiade, il fiume Giordano e il Mar Morto. A sud c’è una zona prevalentemente desertica, il Negev. I tetti della Città Vecchia di Gerusalemme. Sullo sfondo è possibile notare la cupola della Basilica del Santo Sepolcro. Alture nel deserto del Negev, nel sud di Israele. Popolazione e città La popolazione è composta per quasi il 60% da ebrei stabilitisi in Israele durante il XX secolo, e provenienti da Europa, Stati Uniti, Africa settentrionale e Medio Oriente. Molti arabi hanno lasciato il territorio in seguito agli avvenimenti del 1948, perciò la minoranza araba ammonta a circa il 20% della popolazione; è presente anche una piccola minoranza cristiana. La popolazione si concentra lungo la costa, dove il territorio è più fertile, nel distretto di Tel Aviv e in quello di Gerusalemme; la zona meridionale, occupata in gran parte dal deserto del Negev, è quasi disabitata. La capitale, non riconosciuta dall’ONU, è Gerusalemme (1 194 400 ab. con l’aggl. urb.). Tel Aviv-Giaffa (3 713 200 ab. con l’aggl. urb.) è sede del principale aeroporto del Paese. Il porto principale si trova invece ad Haifa (902 800 ab. con l’aggl. urb.). Economia Lo sviluppo economico raggiunto dallo Stato di Israele lo pone tra i Paesi più avanzati al mondo; le sue condizioni di vita sono in forte contrasto con quelle dei Paesi vicini, segnati da povertà e arretratezza, anche se la guerra permanente in cuisi trova influenza ogni aspetto economico, politico e culturale. Solo il 17%del territorio è coltivato. Le tecniche moderne e i sofisticati impianti di irrigazione fanno però sì che la produzione agricola soddisfi la richiesta interna e venga anche esportata. Le materie prime derivate dal sottosuolo sono scarse e Israele deve importarle. Le industrie sono concentrate nella zona di Tel Aviv e Haifa. Alle industrie di tipo tradizionale si affiancano anche numerose imprese che producono armi moderne e sofisticate. Avanzata è la ricerca tecnologica. Un’importante risorsa è rappresentata dal turismo balneare e religioso. Lavoriamo insieme Leggiamo la carta Con quali Stati confina lo Stato d’Israele? Da quale mare è bagnato a ovest? Qual è il fiume principale? Perché Gerusalemme è una città sacra? Gerusalemme è una città sacra per le tre grandi religioni nate in Medio Oriente: il cristianesimo, l’islam e l’ebraismo. È sacra per i cristiani, perché qui Gesù Cristo fu crocifisso e risorse; lo è per i musulmani, perché vi sorge la moschea di Omar, la più antica di tutto l’islam; è sacra per gli ebrei, perché era la capitale dell’antico regno di Israele e sede del tempio di Salomone. Nel 1948 la città fu assegnata allo Stato arabo che sarebbe dovuto nascere dalla divisione dei territori tra arabi e israeliani. Ma parte della città venne occupata dall’esercito israeliano e da allora è divisa in due aree: la zona vecchia è araba, quella nuova è israeliana. Nel ’68 venne occupato dagli ebrei anche il centro storico e fu trasferita qui la capitale di Israele, che però non è riconosciuta come tale dall’ONU. Anche l’ANP, dal 1988, rivendica Gerusalemme Est come capitale. La Cupola della Roccia, un santuario islamico costruito su un sito sacro a tutte e tre le maggiori religioni monoteiste.
Israele UNITÀ 5 Israele in breve Superficie: 20 918 km2 Popolazione: 8 489 400 ab. (stima 2015) Densità: 406 ab./km2 Capitale: Gerusalemme (non riconosciuta dalla comunità internazionale) (1 194 400 ab. con l'aggl. urb.) Lingua: ebraico, arabo Religione: ebraica (75%), musulmana (17,5%), cristiana (2%) Moneta: nuovo sciclo israeliano Forma di governo: repubblica  Popolazione attiva: 3 845 717  Disoccupati: 5,2% PIL/ab.: 35 343 dollari  Speranza di vita: M 80; F 84 ISU: 18° Una sottile striscia di terra Lo Stato d’Israele è formato da una piccola striscia di terra bagnata a ovest dal Mar Mediterraneo; a sud, per un breve tratto, si affaccia sul Mar Rosso. Per la sua forma allungata, ha 1000 km di confini. Il territorio è prevalentemente montuoso, occupato da altipiani e da una catena che si estende parallelamente alla costa; qui c’è una pianura molto fertile, percorsa da numerosi corsi d’acqua. A est si trova una depressione nella quale ci sono il lago Tiberiade, il fiume Giordano e il Mar Morto. A sud c’è una zona prevalentemente desertica, il Negev. I tetti della Città Vecchia di Gerusalemme. Sullo sfondo è possibile notare la cupola della Basilica del Santo Sepolcro. Alture nel deserto del Negev, nel sud di Israele. Popolazione e città La popolazione è composta per quasi il 60% da ebrei stabilitisi in Israele durante il XX secolo, e provenienti da Europa, Stati Uniti, Africa settentrionale e Medio Oriente. Molti arabi hanno lasciato il territorio in seguito agli avvenimenti del 1948, perciò la minoranza araba ammonta a circa il 20% della popolazione; è presente anche una piccola minoranza cristiana. La popolazione si concentra lungo la costa, dove il territorio è più fertile, nel distretto di Tel Aviv e in quello di Gerusalemme; la zona meridionale, occupata in gran parte dal deserto del Negev, è quasi disabitata. La capitale, non riconosciuta dall’ONU, è Gerusalemme (1 194 400 ab. con l’aggl. urb.). Tel Aviv-Giaffa (3 713 200 ab. con l’aggl. urb.) è sede del principale aeroporto del Paese. Il porto principale si trova invece ad Haifa (902 800 ab. con l’aggl. urb.). Economia Lo sviluppo economico raggiunto dallo Stato di Israele lo pone tra i Paesi più avanzati al mondo; le sue condizioni di vita sono in forte contrasto con quelle dei Paesi vicini, segnati da povertà e arretratezza, anche se la guerra permanente in cuisi trova influenza ogni aspetto economico, politico e culturale. Solo il 17%del territorio è coltivato. Le tecniche moderne e i sofisticati impianti di irrigazione fanno però sì che la produzione agricola soddisfi la richiesta interna e venga anche esportata. Le materie prime derivate dal sottosuolo sono scarse e Israele deve importarle. Le industrie sono concentrate nella zona di Tel Aviv e Haifa. Alle industrie di tipo tradizionale si affiancano anche numerose imprese che producono armi moderne e sofisticate. Avanzata è la ricerca tecnologica. Un’importante risorsa è rappresentata dal turismo balneare e religioso. Lavoriamo insieme Leggiamo la carta Con quali Stati confina lo Stato d’Israele? Da quale mare è bagnato a ovest? Qual è il fiume principale? Perché Gerusalemme è una città sacra? Gerusalemme è una città sacra per le tre grandi religioni nate in Medio Oriente: il cristianesimo, l’islam e l’ebraismo. È sacra per i cristiani, perché qui Gesù Cristo fu crocifisso e risorse; lo è per i musulmani, perché vi sorge la moschea di Omar, la più antica di tutto l’islam; è sacra per gli ebrei, perché era la capitale dell’antico regno di Israele e sede del tempio di Salomone. Nel 1948 la città fu assegnata allo Stato arabo che sarebbe dovuto nascere dalla divisione dei territori tra arabi e israeliani. Ma parte della città venne occupata dall’esercito israeliano e da allora è divisa in due aree: la zona vecchia è araba, quella nuova è israeliana. Nel ’68 venne occupato dagli ebrei anche il centro storico e fu trasferita qui la capitale di Israele, che però non è riconosciuta come tale dall’ONU. Anche l’ANP, dal 1988, rivendica Gerusalemme Est come capitale. La Cupola della Roccia, un santuario islamico costruito su un sito sacro a tutte e tre le maggiori religioni monoteiste.