In primo piano La disuguaglianza digitale

In primo piano La disuguaglianza digitale Il fenomeno digitale Il termine “digitale" deriva dall'inglese digit (derivato a sua volta dal latino digitus, dito): significa numerico (con le dita si possono infatti rappresentare i numeri). Viene usato come sinonimo di informatica per indicare il mondo tecnologico legato ai computer, il cui funzionamento è dovuto appunto a flussi numerici. La posta elettronica (e-mail) e l'accesso a pubblicazioni e documenti di ogni genere sulla rete Internet rendono possibile quel veloce scambio di informazioni che è alla base della net-economy, l'economia della rete. Gli utenti di Internet si contano ormai a centinaia di milioni e il loro numero cresce rapidamente ogni anno. Vi sono tuttavia più connessioni Internet nella sola New York che in tutta l'Africa; negli USA e in Canada (5% della popolazione mondiale) si trova un terzo di tutti gli utenti Internet del mondo. Più della metà degli utenti africani è concentrata in Sud Africa, mentre in Asia la parte del leone la fanno Giappone, Taiwan, Corea del Sud e, negli ultimi anni, Cina e India. Questa situazione viene chiamata dagli esperti digitai divide, ossia disuguaglianza digitale. Le cause della disuguaglianza digitale La disparità nelle possibilità di accedere alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione digitale va considerata sotto diversi aspetti. Innanzi tutto nel mondo due miliardi di persone non possono utilizzare regolarmente l'energia elettrica, il che rende impossibile il collegamento a Internet. In molti Paesi africani si rimedia con gli Internet Café, ma il problema rimane. Negli Stati più poveri sovente le linee telefoniche sono inefficienti, così l'alternativa è la diffusione della telefonia mobile. Le imprese delle telecomunicazioni stanno effettivamente investendo molto in determinati Paesi e sulle aree urbane, escludendo però le zone rurali e quelle più povere. In parecchi Stati l'accesso a Internet è vietato dai governi o controllato dalla polizia. Fra questi Stati ricordiamo Cina, Myanmar (ex Birmania), Arabia Saudita, Corea del Nord, Iran e Siria. Geoinrete Cerca sul web quanti sono attualmente gli utilizzatori di Internet, in Italia, in Europa e nel mondo. Fai una classifica di quali sono i Paesi più “connessi". Come colmare il divario? Molti ritengono siano più importanti gli interventi nell’ambito dell'alimentazione e della salute rispetto alla diffusione delle tecnologie avanzate. In realtà i due aspetti non possono essere facilmente separati. Lo sviluppo dell'informatica è infatti legato allo sviluppo economico generale, sebbene non manchino centri di eccellenza informatica anche al di fuori dei Paesi più evoluti, come a Bangalore in India o El Ghazala, in Tunisia. Le parole della geografia Internet café / Internet café / Cibercafé / Internet Kafe / Internet café / 網咖 / مقاهي الإنترنت Locale dove è possibile utilizzare il computer con accesso a Internet a pagamento, di solito a tariff a oraria o a minuti. Quasi sempre è un normale bar, dove a richiesta sono serviti bevande e cibo. Che cos’è l’e-commerce? Tra le nuove forme di scambio che sono nate nel mercato globale, quella certamente più caratteristica e significativa è l’e-commerce. Come dice il nome, si tratta del commercio elettronico, il vero motore della cosiddetta net-economy, cioè l’economia che si svolge attraverso il computer. Attraverso Internet tutto può essere comprato o venduto, dagli alimenti alle automobili, dai programmi per i computer ai viaggi. Usare infatti Internet per i propri acquisti è semplicissimo e consente spesso di comprare beni difficilmente reperibili sul mercato, il più delle volte risparmiando rispetto ai negozi tradizionali.
In primo piano La disuguaglianza digitale Il fenomeno digitale Il termine “digitale" deriva dall'inglese digit (derivato a sua volta dal latino digitus, dito): significa numerico (con le dita si possono infatti rappresentare i numeri). Viene usato come sinonimo di informatica per indicare il mondo tecnologico legato ai computer, il cui funzionamento è dovuto appunto a flussi numerici. La posta elettronica (e-mail) e l'accesso a pubblicazioni e documenti di ogni genere sulla rete Internet rendono possibile quel veloce scambio di informazioni che è alla base della net-economy, l'economia della rete. Gli utenti di Internet si contano ormai a centinaia di milioni e il loro numero cresce rapidamente ogni anno. Vi sono tuttavia più connessioni Internet nella sola New York che in tutta l'Africa; negli USA e in Canada (5% della popolazione mondiale) si trova un terzo di tutti gli utenti Internet del mondo. Più della metà degli utenti africani è concentrata in Sud Africa, mentre in Asia la parte del leone la fanno Giappone, Taiwan, Corea del Sud e, negli ultimi anni, Cina e India. Questa situazione viene chiamata dagli esperti digitai divide, ossia disuguaglianza digitale. Le cause della disuguaglianza digitale La disparità nelle possibilità di accedere alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione digitale va considerata sotto diversi aspetti. Innanzi tutto nel mondo due miliardi di persone non possono utilizzare regolarmente l'energia elettrica, il che rende impossibile il collegamento a Internet. In molti Paesi africani si rimedia con gli Internet Café, ma il problema rimane. Negli Stati più poveri sovente le linee telefoniche sono inefficienti, così l'alternativa è la diffusione della telefonia mobile. Le imprese delle telecomunicazioni stanno effettivamente investendo molto in determinati Paesi e sulle aree urbane, escludendo però le zone rurali e quelle più povere. In parecchi Stati l'accesso a Internet è vietato dai governi o controllato dalla polizia. Fra questi Stati ricordiamo Cina, Myanmar (ex Birmania), Arabia Saudita, Corea del Nord, Iran e Siria. Geoinrete Cerca sul web quanti sono attualmente gli utilizzatori di Internet, in Italia, in Europa e nel mondo. Fai una classifica di quali sono i Paesi più “connessi". Come colmare il divario? Molti ritengono siano più importanti gli interventi nell’ambito dell'alimentazione e della salute rispetto alla diffusione delle tecnologie avanzate. In realtà i due aspetti non possono essere facilmente separati. Lo sviluppo dell'informatica è infatti legato allo sviluppo economico generale, sebbene non manchino centri di eccellenza informatica anche al di fuori dei Paesi più evoluti, come a Bangalore in India o El Ghazala, in Tunisia. Le parole della geografia Internet café / Internet café / Cibercafé / Internet Kafe / Internet café / 網咖 / مقاهي الإنترنت  Locale dove è possibile utilizzare il computer con accesso a Internet a pagamento, di solito a tariff a oraria o a minuti. Quasi sempre è un normale bar, dove a richiesta sono serviti bevande e cibo. Che cos’è l’e-commerce? Tra le nuove forme di scambio che sono nate nel mercato globale, quella certamente più caratteristica e significativa è l’e-commerce. Come dice il nome, si tratta del commercio elettronico, il vero motore della cosiddetta net-economy, cioè l’economia che si svolge attraverso il computer. Attraverso Internet tutto può essere comprato o venduto, dagli alimenti alle automobili, dai programmi per i computer ai viaggi. Usare infatti Internet per i propri acquisti è semplicissimo e consente spesso di comprare beni difficilmente reperibili sul mercato, il più delle volte risparmiando rispetto ai negozi tradizionali.