Paesaggi. Il Volga. Gli Urali. Il mar Caspio

Paesaggi Regione russa 9 Il Volga Il Volga nasce dal rialto del Valdaj, nel Bassopiano Sarmatico, e sbocca nel Mar Caspio con una foce a delta che avanza di 90 metri l anno. Riceve le acque di moltissimi affluenti, dato che il suo bacino idrografico ha una superficie di ben 1 360 000 km2, ed è collegato al Don, ai laghi Làdoga e Onega e alla città di Mosca attraverso una rete di canali artificiali. Per la sua importanza, i russi lo chiamano Madre Volga . Bagna molte grandi città: Tver, Jaroslavl, Niznij Novgorod, Kazan, Samara, Saratov, Volgograd, Astrakan. navigabile da Tver fino alla foce, ed è da sempre utilizzato come via di comunicazione, nonostante sia gelato per cinque mesi all anno. Le sue acque sono utilizzate per irrigare i campi, ma soprattutto per alimentare numerose centrali elettriche. Gli Urali Gli Urali sono una catena montuosa lunga circa 2400 chilometri. A ovest i versanti scendono dolcemente verso il Bassopiano Sarmatico, a est sono ripidi verso la Siberia. La parte settentrionale presenta vette appuntite; nel resto della catena le cime hanno forma arrotondata e raggiungono i 1400-1800 metri di altitudine. La cima più elevata è il Monte Narodnaja (1894 m). Il Mar Caspio Il Mar Caspio è un mare chiuso, che occupa la parte occidentale della depressione caspica, a 28 metri sotto il livello del mare. Copre una superficie di circa 371 000 km2, che tende a diminuire gradualmente perché le acque dei fiumi che lo alimentano sono utilizzate per l irrigazione dei campi e sono quindi sempre meno abbondanti. 311 v2_unità9_RUSSA_308_337.indd 311 22/03/18 11:10
Paesaggi. Il Volga. Gli Urali. Il mar Caspio