In primo piano. La nascita dell’Europa delle nazioni

In primo piano La nascita L eredità greca dell Europa delle nazioni I greci erano un popolo di agricoltori, seppure strettamente legati al mare, che viveva sulle coste del Mar Egeo e su un infinità di piccole isole. Dall VIII secolo a.C. i greci cominciarono a spostarsi fuori dal loro Paese d origine, per coltivare nuove terre e praticare il commercio. Colonizzarono così le coste dell Italia meridionale, simili per paesaggio e clima alla loro patria. L incontro della cultura greca con le altre culture mediterranee fu una delle basi della civiltà europea. A. L espansione dei Celti ]RQD GL RULJLQH zona di origine SULPD HVSDQVLRQH 9,, VHF D & prima espansione (VII sec. a.C.) HVSDQVLRQH QHO 9 H ,9 VHF D & espansione nel V e IV sec. a.C. HVSDQVLRQH QHO ,9 H ,,, VHF D & espansione nel IV e III sec. a.C. GLUHWWULFL GL HVSDQVLRQH direttrici di espansione ]RQH DWWXDOL GHL GLDOHWWL zone attuali dei dialetti diGL RULJLQH FHOWLFD origine celtica 2 1 4 3 Alle origini dell Europa moderna Nell epoca in cui si formava la civiltà greca, le terre a nord del Mediterraneo erano abitate da gruppi di cacciatori e agricoltori che appartenevano a tribù diverse. Molti si riconoscevano nella grande nazione dei celti (che i romani chiameranno galli ). Dal V secolo a.C. le tribù celtiche avviarono una straordinaria espansione in Europa entrando in contatto con i greci, con i quali scambiavano prodotti agricoli e artigianali, materie prime e gioielli (Carta A). Proprio dall incontro fra le tradizioni celtiche e quelle greco-romane nascerà l Europa moderna. L impero romano Gli eredi della civiltà greca furono i romani. Alla fine del I secolo d.C., il loro dominio si estendeva dall Atlantico ai confini della Persia (Carta B). I romani importarono le caratteristiche della loro civiltà da altri popoli: greci, etruschi, fenici, egiziani. Furono, però, grandi tecnici e formidabili organizzatori 1 Nel X secolo a.C. i celti erano stanziati nell Europa centro-orientale. 2 Intorno al VII secolo a.C. incominciarono a spostarsi verso settentrione, giungendo fino alle coste del Mare del Nord. 3 Tra il V e il IV secolo a.C. si assistette alla massima espansione dei celti, che si spinsero a ovest fino a raggiungere il Portogallo, a nord nelle isole britanniche e a sud nell Italia settentrionale. 4 Tra il IV e il III secolo a.C. l espansione dei celti interessò le regioni dell Europa centro-meridionale: dopo aver occupato parte della penisola balcanica, giunsero fino all Asia Minore. che si distinsero nell architettura e nell ingegneria civile. A partire dal 212 d.C. tutti gli abitanti dell impero furono riconosciuti come cittadini romani, sottoposti per la prima volta a un unica legge: popoli di origine diversa si riconobbero in un unico Stato, rafforzando l unità delle civiltà mediterranee. L importanza del cristianesimo L unificazione del mondo mediterraneo giunse al culmine con la diffusione del cristianesimo. La Chiesa cristiana si estendeva su tutto quello che a quei tempi era considerato il mondo civile. 26 v2_unità1_022_039.indd 26 22/03/18 08:59
In primo piano. La nascita dell’Europa delle nazioni