Economia e società

Economia e società Regione balcanica - Slovenia 8 Un economia in crescita Il terziario e le comunicazioni L economia della Slovenia è la più avanzata tra quelle dei Paesi dell ex Iugoslavia. Già prima dell indipendenza (1991) il Paese godeva di una migliore situazione economica, che si è rafforzata con l ingresso nell Unione Europea, avvenuto nel 2004; il processo di modernizzazione è stato infatti favorito dall afflusso di capitali stranieri. La natura del territorio non favorisce le coltivazioni, che si avvalgono però in gran parte di tecniche e macchinari moderni. I prodotti principali sono cereali (grano e mais), patate, barbabietole da zucchero, ortaggi. Nelle zone collinari e lungo la costa è coltivata la vite. I boschi, che coprono il 62% del territorio, forniscono abbondante legname. Abbastanza sviluppato è l allevamento dei bovini, seguito da quello di suini e volatili. Nel terziario si è potenziato il commercio; prima della guerra dei Balcani era rivolto quasi interamente al mercato iugoslavo, ora è indirizzato soprattutto a Germania, Italia, Austria e Croazia. Il turismo ha raggiunto quasi 2 milioni e mezzo di ingressi l anno. Le principali mete sono la costa istriana, i luoghi naturali, le località sciistiche e termali. La rete ferroviaria e stradale collega il Paese sia con l Europa centrale, sia con la costa adriatica, mentre quella autostradale è in fase di ampliamento. Il traffico aereo dispone degli aeroporti di Lubiana, Maribor e Portorose. Capodistria è il principale porto marittimo. Risorse minerarie e industria La Slovenia dispone di discrete risorse del sottosuolo: lignite, ferro, piombo, carbone, mercurio e petrolio. L energia è fornita in gran parte dalle centrali idroelettriche sui fiumi Sava e Drava e dalla centrale nucleare di Kr ko, che rifornisce anche la Croazia. Grazie alla disponibilità di energia e di risorse minerarie, si è sviluppata l industria siderurgica, metallurgica e meccanica e chimica. Altri comparti importanti sono quello tessile, del legno, della carta e alimentare. Negli ultimi decenni si sono affermate le industrie delle telecomunicazioni e farmaceutica. Il porto di Capodistria (Koper in sloveno). Che cosa sono i cavalli lipizzani? I cavalli lipizzani sono una razza speciale di origine spagnola, importata a Lipizza nel 1580 dall arciduca Carlo d Austria. Fin dai tempi del dominio asburgico, questi cavalli erano destinati all esercito austriaco. Nel 1918 le scuderie di Lipizza entrarono a far parte del territorio italiano, e conobbero un periodo di decadenza. Dopo la Seconda guerra mondiale, Lipizza fu assegnata alla Slovenia, e l allevamento dei cavalli ritornò al suo antico splendore. Oggi i migliori cavalli lipizzani vengono inviati all Alta Scuola di Equitazione di Vienna. 255 v2_unità8_BALCANICA_Percorso_248_307.indd 255 22/03/18 10:56
Economia e società