NADIR VOLUME 2

Regione centro-orientale - Repubblica Ceca 7 Praga, la città più visitata La meta principale dei turisti che si recano nella Repubblica Ceca rimane senz altro Praga, la capitale. Numerose sono infatti le attrazioni che richiamano i visitatori, a partire dal suo maestoso castello, più volte richiamato nei romanzi dello scrittore (di Praga) Franz Kafka. Sede dei re di Boemia dal 1140, con i suoi 70 km2 esso costituisce il castello più grande del mondo ed è stato inserito dall Unesco tra i patrimoni mondiali dell umanità. Al suo interno, tra le altre cose, si snoda il cosiddetto vicolo d oro (Zlata ulicka), un area adibita dall imperatore Rodolfo ad abitazione per gli arcieri del castello e le loro famiglie, ma successivamente abitata dai numerosi alchimisti assoldati dall imperatore per ricercare l elisir dell eterna giovinezza. Dato lo spazio molto ristretto rispetto al numero dei soldati, le costruzioni si sono sviluppate sfruttando ogni spazio disponibile, con soffitti bassi e porte e finestre minuscole. A partire dall Ottocento, il caratteristico Il turismo termale Un settore fondamentale per il turismo ceco è rappresentato dall attività termale. La tradizione delle terme nella Repubblica Ceca ha origini antiche, in virtù di una naturale predisposizione del territorio (nella zona dei Monti Metalliferi), accompagnata a una sua sapiente gestione sviluppatasi nel corso del tempo. Già nel XIX secolo, per la loro maestosità, si parlava delle terme della Boemia come del salone d Europa e numerosi erano i loro ospiti illustri (tra gli altri, lo scrittore Goethe e il compositore Beethoven, nonché importanti personaggi politici come il cancelliere austriaco Metternich, lo zar russo Pietro il Grande e persino il sovrano del Regno Unito Edoardo VII). Tra i molti complessi termali, spicca quello di Karlovy Vary, ritenuto il centro termale più bello d Europa e tutt oggi frequentato da numerose celebrità, anche grazie al rinomato festival cinematografico internazionale che ogni anno richiama nella città numerose star del grande schermo. Il circo bianco Occupato quasi interamente da comprensori sciistici, il perimetro della Repubblica Ceca è stato definito un vero e proprio circo bianco . questo un altro punto di forza del turismo ceco, in grado di richiamare numerosi sciatori da ogni parte d Europa, anche per l accessibilità dei suoi prezzi. Sono ben 450 i chilometri totali di piste da discesa e oltre 3000 quelli dedicati allo sci di fondo, vicolo è divenuto sede degli artisti della città e, per un certo periodo, in una delle sue casette vi ha abitato lo stesso Kafka. Sempre all interno delle mura del castello si trova poi la cattedrale di San Vito, una delle più grandi d Europa, che si sviluppa per 124 metri in lunghezza e per 33 metri in altezza. distribuiti tra circa 200 comprensori. Parallelamente allo sci, molte stazioni offrono poi attività alternative, come piste da bob, slittino e gommone o apposite aree per sfrecciare in motoslitta. Per gli amanti del pattinaggio su ghiaccio, inoltre, va menzionata la pista di Lipno, ricavata sul ghiaccio che si forma sulla diga dell omonimo lago e che, con i suoi 11 km di estensione, è considerata la pista da pattinaggio più lunga al mondo. Sugli altopiani intorno alla cittadina di Bo Dar, tra i Monti Metalliferi, è infine possibile trovare una tra le più grandi piste di snowkiting, disciplina in cui gli sciatori usano aquiloni da trazione per farsi trascinare sulla neve. Geoinrete In cosa consiste il cosiddetto triangolo termale della Repubblica Ceca? Che cos è il Ghetto ebraico di Praga? Perché è chiamato lo Josefov ? Quali sono le principali stazioni sciistiche della Repubblica Ceca? Cerca informazioni in rete e scrivi un breve approfondimento, da solo o con un tuo compagno/a. 225 v2_unità7_CENTRO-ORIENTALE_214_247.indd 225 22/03/18 10:20
NADIR VOLUME 2