Passato e presente

UNIT 6 Passato e presente Polonia Dall antichità all indipendenza La Polonia fu popolata fin dal VI secolo a.C. da tribù di origine slava, che a metà del X secolo si unirono in un solo regno e si convertirono al cristianesimo. La regione subì poi i saccheggi dei mongoli e nel 1386 fu unita al Granducato di Lituania. Nella seconda metà del Settecento Prussia, Russia e Austria si spartirono il territorio polacco. Solo dopo la Prima guerra mondiale la Polonia rinacque come Stato indipendente. Il Novecento Nel 1939 l invasione della Polonia da parte della Germania nazista diede inizio alla Seconda guerra mondiale. Al termine del conflitto la Polonia conterà il più alto numero di vittime (quasi sei milioni) fra tutti i Paesi europei, dopo la Russia e la Germania. Nel 1945 riacquistò l indipendenza. Due anni dopo divenne una repubblica popolare, nell area d influenza dell Unione Sovietica. Alla fine degli anni Settanta del secolo scorso, la grave situazione economica del Paese causò una vasta protesta popolare contro il regime; la rivolta, nata dagli operai dei cantieri navali di Danzica, portò alla fondazione del sindacato autonomo di Solidarnos c . Diventato un partito politico, Solidarnos c vinse le elezioni nel 1989. Venne così formato il primo governo non comunista in un Paese dell Est europeo. Dal 2004 la Polonia fa parte dell UE. Ha conservato la propria valuta, lo zloty. Il castello di Niedzica, sul lago arti ciale di Czorsztyn, nel sud della Polonia, è stato costruito tra il 1320 e il 1326. Soldati tedeschi fanno il loro ingresso in Polonia nel 1939: inizia la Seconda guerra mondiale. 206 v2_unità6_SCANDINAVA-BALTICA_158_213.indd 206 22/03/18 10:12
Passato e presente