NADIR VOLUME 2

Popolazione e città UNITÀ 2 - Portogallo La distribuzione della popolazione La popolazione risiede in gran parte nella fascia costiera e lungo i fiumi Douro e Tago. Scarsamente abitate sono le zone montuose dell’interno. In passato, le difficili condizioni economiche hanno causato una costante emigrazione verso l’America del Nord, il Brasile e i Paesi europei più industrializzati. Lingue e religioni La lingua nazionale è il portoghese. La religione prevalente è quella cattolica. La popolazione urbana è circa il 63% del totale, una percentuale inferiore a quella di gran parte dei Paesi dell’UE. Lisbona, la capitale, sorge sulle rive del Tago, che qui si allarga a formare un bacino detto “Mar della Paglia”. Di origine fenicia e poi colonia romana e araba, subì un violento terremoto nel 1755; fu ricostruita in gran parte nella seconda metà del Settecento. Città d’arte e meta del turismo internazionale, conserva monumenti e musei di grande interesse, come il Museo Nazionale dell’Azulejo, caratteristica piastrella di ceramica in cui predomina il colore azzurro, che decora gran parte delle facciate di chiese e palazzi in tutto il Portogallo. Coimbra è famosa in tutto il mondo per la sua università, fondata nel 1290, a cui si accede attraverso la “Porta di ferro”; l’aula magna è abbellita con “azulejos” del XVII secolo e nella sua biblioteca sono custoditi ben 15 000 volumi. Fondata dai romani sul fiume Mondego, Coimbra fu dominio arabo e, in seguito, divenne la prima capitale del Portogallo, fino al 1245. È formata dalla città alta, più antica e sede dell’università, e dalla città bassa, moderna e commerciale. Porto è la seconda città portoghese per numero di abitanti. Città di origine romana, sorge sulla sponda destra del Douro ed è famosa per il vino omonimo. Conserva monumenti medioevali e rinascimentali.
Popolazione e città UNITÀ 2 - Portogallo La distribuzione della popolazione La popolazione risiede in gran parte nella fascia costiera e lungo i fiumi Douro e Tago. Scarsamente abitate sono le zone montuose dell’interno. In passato, le difficili condizioni economiche hanno causato una costante emigrazione verso l’America del Nord, il Brasile e i Paesi europei più industrializzati. Lingue e religioni La lingua nazionale è il portoghese. La religione prevalente è quella cattolica. La popolazione urbana è circa il 63% del totale, una percentuale inferiore a quella di gran parte dei Paesi dell’UE. Lisbona, la capitale, sorge sulle rive del Tago, che qui si allarga a formare un bacino detto “Mar della Paglia”. Di origine fenicia e poi colonia romana e araba, subì un violento terremoto nel 1755; fu ricostruita in gran parte nella seconda metà del Settecento. Città d’arte e meta del turismo internazionale, conserva monumenti e musei di grande interesse, come il Museo Nazionale dell’Azulejo, caratteristica piastrella di ceramica in cui predomina il colore azzurro, che decora gran parte delle facciate di chiese e palazzi in tutto il Portogallo.  Coimbra è famosa in tutto il mondo per la sua università, fondata nel 1290, a cui si accede attraverso la “Porta di ferro”; l’aula magna è abbellita con “azulejos” del XVII secolo e nella sua biblioteca sono custoditi ben 15 000 volumi. Fondata dai romani sul fiume Mondego, Coimbra fu dominio arabo e, in seguito, divenne la prima capitale del Portogallo, fino al 1245. È formata dalla città alta, più antica e sede dell’università, e dalla città bassa, moderna e commerciale. Porto è la seconda città portoghese per numero di abitanti. Città di origine romana, sorge sulla sponda destra del Douro ed è famosa per il vino omonimo. Conserva monumenti medioevali e rinascimentali.