NADIR VOLUME 2

Unità 2 - Spagna Popolazione e città STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA In Spagna vivono più di 46 milioni di persone. La popolazione è composta da gruppi etnici diversi: i galleghi, i castigliani, gli andalusi, i catalani e gli aragonesi hanno origini latine; i baschi hanno radici antiche e non indoeuropee. Molti sono gli immigrati, provenienti soprattutto da Romania, Nordafrica e Centroamerica. La lingua ufficiale è lo spagnolo. La religione più praticata è quella cattolica, ma ci sono anche minoranze consistenti di musulmani. La popolazione è concentrata lungo le coste e nelle città. Più di 60 città superano i 100 000 abitanti. La capitale della Spagna è Madrid. Barcellona è la seconda città per numero di abitanti: è il capoluogo della regione della Catalogna Che cosa significa? Indoeuropeo: si riferisce a un gruppo di popolazioni che in età preistorica usavano una lingua comune e che vivevano in una stessa area geografica, tra l'Europa e l'Asia. PROVA TU 1. Quanti sono gli abitanti della Spagna? ... 2. Quale percentuale della popolazione spagnola è costituita da catalani?... 3. Dove si concentra la popolazione spagnola? ... Economia e società L'economia della Spagna ha avuto una forte crescita dopo che il Paese è entrato a far parte dell'Unione Europea, nel 1986. Oggi la crescita è rallentata e la disoccupazione è abbastanza alta. L'agricoltura è molto differenziata: - a nord si producono patate, barbabietole da zucchero, mais, ortaggi, mele e tabacco; - al centro abbondano i cereali; - lungo le coste del Mediterraneo si coltivano uliveti, vigneti, mandorleti e agrumi; - al sud si producono cotone, canna da zucchero, datteri e banane. È sviluppato l'allevamento di ovini e bovini. La pesca è una voce importante dell'economia. Grazie alle ricche risorse del sottosuolo si sono sviluppate l'industria estrattiva e siderurgica. Diffusa è anche l'industria alimentare, che lavora i prodotti agricoli. I principali prodotti artigianali sono legati alla lavorazione di cuoio, sughero e legno. II turismo è una risorsa economica importante, che è stata favorita dalle numerose attrazioni artistiche, dal clima favorevole, dalle spiagge, dal folclore. Nelle comunicazioni sono aumentati i collegamenti aerei; gli aeroporti principali si trovano a Madrid e Barcellona. Numerosi sono i porti marittimi, tra cui quelli di Barcellona, Valencia e Bilbao. Che cosa significa? Industria estrattiva: che si occupa di estrarre (cioè prelevare) i minerali dal sottosuolo PROVA TU 1. Completa questa carta dell'agricoltura spagnola, scrivendo all'interno, per ogni regione, quali sono i prodotti principali.
Unità 2 - Spagna Popolazione e città STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA In Spagna vivono più di 46 milioni di persone. La popolazione è composta da gruppi etnici diversi: i galleghi, i castigliani, gli andalusi, i catalani e gli aragonesi hanno origini latine; i baschi hanno radici antiche e non indoeuropee.  Molti sono gli immigrati, provenienti soprattutto da Romania, Nordafrica e Centroamerica. La lingua ufficiale è lo spagnolo. La religione più praticata è quella cattolica, ma ci sono anche minoranze consistenti di musulmani. La popolazione è concentrata lungo le coste e nelle città. Più di 60 città superano i 100 000 abitanti. La capitale della Spagna è Madrid. Barcellona è la seconda città per numero di abitanti: è il capoluogo della regione della Catalogna Che cosa significa? Indoeuropeo: si riferisce a un gruppo di popolazioni che in età preistorica usavano una lingua comune e che vivevano in una stessa area geografica, tra l'Europa e l'Asia. PROVA TU 1. Quanti sono gli abitanti della Spagna? ... 2. Quale percentuale della popolazione spagnola è costituita da catalani?... 3. Dove si concentra la popolazione spagnola? ... Economia e società L'economia della Spagna ha avuto una forte crescita dopo che il Paese è entrato a far parte dell'Unione Europea, nel 1986.  Oggi la crescita è rallentata e la disoccupazione è abbastanza alta.  L'agricoltura è molto differenziata: - a nord si producono patate, barbabietole da zucchero, mais, ortaggi, mele e tabacco; - al centro abbondano i cereali; - lungo le coste del Mediterraneo si coltivano uliveti, vigneti, mandorleti e agrumi; - al sud si producono cotone, canna da zucchero, datteri e banane. È sviluppato l'allevamento di ovini e bovini. La pesca è una voce importante dell'economia.  Grazie alle ricche risorse del sottosuolo si sono sviluppate l'industria estrattiva e siderurgica. Diffusa è anche l'industria alimentare, che lavora i prodotti agricoli. I principali prodotti artigianali sono legati alla lavorazione di cuoio, sughero e legno. II turismo è una risorsa economica importante, che è stata favorita dalle numerose attrazioni artistiche, dal clima favorevole, dalle spiagge, dal folclore. Nelle comunicazioni sono aumentati i collegamenti aerei; gli aeroporti principali si trovano a Madrid e Barcellona. Numerosi sono i porti marittimi, tra cui quelli di Barcellona, Valencia e Bilbao. Che cosa significa? Industria estrattiva: che si occupa di estrarre (cioè prelevare) i minerali dal sottosuolo PROVA TU 1. Completa questa carta dell'agricoltura spagnola, scrivendo all'interno, per ogni regione, quali sono i prodotti principali.