NADIR VOLUME 2

Uno sguardo d’insieme UNITÀ 7 Regione centro-orientale La Regione centro-orientale in numeri Superficie: 459 324 km2 Popolazione: 45 604 962 ab. Densità: 99 ab./km2 Numero degli Stati che la compongono: 4 1. La Regione centro-orientale si trova tra la regione germanica, l’area balcanica e la regione russa. Non presenta confini naturali, salvo un breve tratto delimitato dal Mar Nero, che è anche l’unico sbocco sul mare. 2. Due elementi caratterizzano il territorio: l’articolata catena montuosa dei Carpazi, che si sviluppa per 1500 chilometri dalla Repubblica Ceca alla Romania, e il bacino del Danubio. 3. I Paesi che fanno parte della regione - Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria e Romania - sono stati un crocevia di popoli e culture diverse. Dalla dominazione romana alle grandi migrazioni dei popoli nordici e delle tribù slave, all’espansione dell’Impero turco, ogni civiltà ha lasciato le sue tracce profonde in questo territorio, che presenta perciò una grande varietà di culture e tradizioni. Dopo la Seconda guerra mondiale tutti questi Stati entrarono nell’area d’influenza dell’Unione Sovietica. Il crollo del regime comunista nell’URSS innescò, nell’ultimo decennio del XX secolo, un processo di trasformazione politica, con l’affermarsi di sistemi di governo democratici 4. Anche l’economia ha vissuto un grande cambiamento: mentre durante il regime comunista lo Stato controllava tutti i settori produttivi, oggi si è affermato il modello dell’economia di mercato, caratterizzato dall’iniziativa privata e dalla libera concorrenza. L’ingresso di questi Paesi nell’Unione Europea, avvenuto tra il 2004 e il 2007, ha accelerato le trasformazioni economiche e sociali.
Uno sguardo d’insieme UNITÀ 7 Regione centro-orientale La Regione centro-orientale in numeri Superficie: 459 324 km2 Popolazione: 45 604 962 ab. Densità: 99 ab./km2 Numero degli Stati che la compongono: 4 1. La Regione centro-orientale si trova tra la regione germanica, l’area balcanica e la regione russa. Non presenta confini naturali, salvo un breve tratto delimitato dal Mar Nero, che è anche l’unico sbocco sul mare. 2. Due elementi caratterizzano il territorio: l’articolata catena montuosa dei Carpazi, che si sviluppa per 1500 chilometri dalla Repubblica Ceca alla Romania, e il bacino del Danubio. 3. I Paesi che fanno parte della regione - Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria e Romania - sono stati un crocevia di popoli e culture diverse. Dalla dominazione romana alle grandi migrazioni dei popoli nordici e delle tribù slave, all’espansione dell’Impero turco, ogni civiltà ha lasciato le sue tracce profonde in questo territorio, che presenta perciò una grande varietà di culture e tradizioni. Dopo la Seconda guerra mondiale tutti questi Stati entrarono nell’area d’influenza dell’Unione Sovietica. Il crollo del regime comunista nell’URSS innescò, nell’ultimo decennio del XX secolo, un processo di trasformazione politica, con l’affermarsi di sistemi di governo democratici 4. Anche l’economia ha vissuto un grande cambiamento: mentre durante il regime comunista lo Stato controllava tutti i settori produttivi, oggi si è affermato il modello dell’economia di mercato, caratterizzato dall’iniziativa privata e dalla libera concorrenza. L’ingresso di questi Paesi nell’Unione Europea, avvenuto tra il 2004 e il 2007, ha accelerato le trasformazioni economiche e sociali.