NADIR VOLUME 2

Vedere la geografia La costa d'ambra L’ambra è un fossile che ha avuto origine dalla trasformazione della resina delle conifere, avvenuta nel corso di migliaia di anni. Questo fossile si trova in abbondanza sulla riva orientale del Mar Baltico, tanto che tutta la zona è stata chiamata “costa d’ambra”. Già nell’antichità l’ambra del Baltico era conosciuta e commerciata, specie nei Paesi del Mediterraneo come Egitto, Grecia e Italia, in cui artisti e artigiani la lavoravano, ottenendo gioielli e oggetti preziosi. Proprio per questo, la rete di strade che collegava il Baltico con il Mediterraneo è nota come “Via dell’ambra”. Oggetti d’ambra sono stati ritrovati nel corredo funebre del faraone Tutankamon, a testimonianza di come questo materiale fosse già lavorato parecchi secoli prima di Cristo. Ancora oggi l’ambra è utilizzata per realizzare gioielli e oggetti preziosi, e costituisce un’importante voce dell’artigianato dei Paesi affacciati sul Baltico. 1. I depositi di ambra del Baltico sono i più vasti del mondo. Secondo gli scienziati, circa il 90% di questa ambra proviene da una sola specie di piante. 2. L’ambra del Baltico è anche oggi quella più venduta nelle gioiellerie. 3. Tra le particolarità di questo fossile, che ne fanno anche oggetto di studio da parte degli scienziati, c’è il fatto che può racchiudere insetti, che sono rimasti imprigionati nella resina milioni di anni fa e si sono perciò conservati intatti.
Vedere la geografia La costa d'ambra L’ambra è un fossile che ha avuto origine dalla trasformazione della resina delle conifere, avvenuta nel corso di migliaia di anni. Questo fossile si trova in abbondanza sulla riva orientale del Mar Baltico, tanto che tutta la zona è stata chiamata “costa d’ambra”. Già nell’antichità l’ambra del Baltico era conosciuta e commerciata, specie nei Paesi del Mediterraneo come Egitto, Grecia e Italia, in cui artisti e artigiani la lavoravano, ottenendo gioielli e oggetti preziosi. Proprio per questo, la rete di strade che collegava il Baltico con il Mediterraneo è nota come “Via dell’ambra”. Oggetti d’ambra sono stati ritrovati nel corredo funebre del faraone Tutankamon, a testimonianza di come questo materiale fosse già lavorato parecchi secoli prima di Cristo. Ancora oggi l’ambra è utilizzata per realizzare gioielli e oggetti preziosi, e costituisce un’importante voce dell’artigianato dei Paesi affacciati sul Baltico. 1. I depositi di ambra del Baltico sono i più vasti del mondo. Secondo gli scienziati, circa il 90% di questa ambra proviene da una sola specie di piante. 2. L’ambra del Baltico è anche oggi quella più venduta nelle gioiellerie. 3. Tra le particolarità di questo fossile, che ne fanno anche oggetto di studio da parte degli scienziati, c’è il fatto che può racchiudere insetti, che sono rimasti imprigionati nella resina milioni di anni fa e si sono perciò conservati intatti.