NADIR VOLUME 2

Economia e società UNITÀ 6 - Norvegia Un Paese dall'alta qualità di vita La Norvegia è al primo posto nella graduatoria mondiale dell’Indice di Sviluppo Umano (ISU). La sua economia è avanzata e in crescita. Il territorio è inadatto all’agricoltura, che viene praticata solo sul 2,2% della superficie. Nonostante l’uso di tecniche moderne e gli incentivi statali, la produzione non soddisfa perciò il fabbisogno interno. Le colture principali sono quelle di avena, orzo, frumento, segale e patate. Buone sono le risorse forestali, che alimentano l’industria della cellulosa e della carta. L’allevamento di ovini, bovini, suini e animali da pelliccia (volpi e visoni) è molto praticato. Presso i sami è diffuso l’allevamento delle renne. La pesca è una risorsa fondamentale per la Norvegia, secondo Paese europeo dopo la Russia per quantità di pescato (soprattutto aringhe, merluzzi, salmoni e sgombri). La caccia alle balene è ancora praticata, ma è ridotta rispetto al passato, soprattutto perché è diminuita la richiesta. Legname norvegese pronto per il trasporto. Le parole della geografia ISU / HDI / IDH / IZhNj / IDU / 人类发展指数 / مؤشر التنمية البشرية Indicatore utilizzato per valutare la qualità della vita di un determinato Paese. Tiene conto di fattori come la speranza di vita alla nascita, il livello di istruzione, il PIL pro capite. Cellulosa / Cellulose / Celulosa / Celuloza / Celuloză / 网孔状的 / سليولوز Elemento che si ricava dalle cellule dei vegetali. Viene usato per la produzione di carta, pellicole, vernici ed esplosivi. Risorse minerarie e industria Lo sviluppo industriale, avvenuto solo nel XX secolo, è stato favorito dall’abbondanza di energia, prodotta sia grazie ai numerosi fiumi, sia con il petrolio e il metano scoperti nel Mare del Nord, e dalla presenza nel sottosuolo di metalli come ferro, rame, nichel e zinco. Il comparto principale è quello siderurgico e metallurgico, ma sono molto sviluppate anche l’industria meccanica, chimica, petrolchimica e dei cantieri navali. L’industria alimentare è legata alla lavorazione del pesce. Il terziario e le comunicazioniNel terziario sono importanti le attività commerciali, finanziarie e il turismo. Significativo è inoltre il reddito ricavato dall’affitto delle navi mercantili ad altri Paesi. Le comunicazioni stradali e ferroviarie e i collegamenti aerei sono efficienti. I trasporti marittimi restano però i più importanti. Manutenzione di piattaforme petrolifere nei pressi di Bergen, sulla costa occidentale della Norvegia. Un tratto della linea ferroviaria Oslo-Bergen.
Economia e società UNITÀ 6 - Norvegia Un Paese dall'alta qualità di vita La Norvegia è al primo posto nella graduatoria mondiale dell’Indice di Sviluppo Umano (ISU). La sua economia è avanzata e in crescita. Il territorio è inadatto all’agricoltura, che viene praticata solo sul 2,2% della superficie. Nonostante l’uso di tecniche moderne e gli incentivi statali, la produzione non soddisfa perciò il fabbisogno interno. Le colture principali sono quelle di avena, orzo, frumento, segale e patate. Buone sono le risorse forestali, che alimentano l’industria della cellulosa e della carta. L’allevamento di ovini, bovini, suini e animali da pelliccia (volpi e visoni) è molto praticato. Presso i sami è diffuso l’allevamento delle renne. La pesca è una risorsa fondamentale per la Norvegia, secondo Paese europeo dopo la Russia per quantità di pescato (soprattutto aringhe, merluzzi, salmoni e sgombri). La caccia alle balene è ancora praticata, ma è ridotta rispetto al passato, soprattutto perché è diminuita la richiesta. Legname norvegese pronto per il trasporto. Le parole della geografia ISU / HDI / IDH / IZhNj / IDU / 人类发展指数 / مؤشر التنمية البشرية  Indicatore utilizzato per valutare la qualità della vita di un determinato Paese. Tiene conto di fattori come la speranza di vita alla nascita, il livello di istruzione, il PIL pro capite. Cellulosa / Cellulose / Celulosa / Celuloza / Celuloză / 网孔状的 / سليولوز  Elemento che si ricava dalle cellule dei vegetali. Viene usato per la produzione di carta, pellicole, vernici ed esplosivi. Risorse minerarie e industria Lo sviluppo industriale, avvenuto solo nel XX secolo, è stato favorito dall’abbondanza di energia, prodotta sia grazie ai numerosi fiumi, sia con il petrolio e il metano scoperti nel Mare del Nord, e dalla presenza nel sottosuolo di metalli come ferro, rame, nichel e zinco. Il comparto principale è quello siderurgico e metallurgico, ma sono molto sviluppate anche l’industria meccanica, chimica, petrolchimica e dei cantieri navali. L’industria alimentare è legata alla lavorazione del pesce.  Il terziario e le comunicazioniNel terziario sono importanti le attività commerciali, finanziarie e il turismo. Significativo è inoltre il reddito ricavato dall’affitto delle navi mercantili ad altri Paesi. Le comunicazioni stradali e ferroviarie e i collegamenti aerei sono efficienti. I trasporti marittimi restano però i più importanti. Manutenzione di piattaforme petrolifere nei pressi di Bergen, sulla costa occidentale della Norvegia. Un tratto della linea ferroviaria Oslo-Bergen.