NADIR VOLUME 2

Passato e presente UNITÀ 6 - Norvegia Dai vichinghi al dominio svedese Nell’antichità la Norvegia fu occupata dai vichinghi, di origine germanica, mentre lapponi e finni, originari dell’Asia, si insediarono nell’estremo nord. I vichinghi, abili navigatori, si spinsero verso le isole britanniche e verso l’Artico, in Russia e nell’area mediterranea. Verso la fine del IX secolo, il re vichingo Harald Hårfagre unì i piccoli Stati feudali che componevano il Paese in un regno unitario e il Paese fu cristianizzato. Nel 1397, con l’Unione di Kalmar, la Norvegia entrò a far parte di un unico Stato con la Danimarca e la Svezia. In seguito subì il dominio danese: in questo periodo fu imposta la religione luterana. Nel 1814 fu ceduta alla Svezia; un trattato stabilì l’autonomia reciproca dei due Paesi, che però avevano uno stesso re. L’indipendenza e la storia contemporaneaNel 1905 la Norvegia divenne un regno indipendente. Nel 1940 fu invasa dalle truppe tedesche, nonostante la proclamazione di neutralità. Oggi lo Stato è retto da una monarchia costituzionale. Nel 1972 e nel 1994, con referendum popolari, la Norvegia ha deciso di non aderire all’Unione Europea. Ha sottoscritto però la convenzione di Schengen (vedi p. 30). Il monumento Sverd i fj ell (Spade nella montagna), nelle vicinanze di Stavanger, commemora l’unificazione del Regno di Norvegia. Che cosa sono le stavkirker? Le stavkirker sono antiche chiese, costruite con tronchi e dai tetti ricoperti di tegole di abete. Furono edificate nel Medioevo, quando il cristianesimo si diffuse in Norvegia. Ce n’erano più di 700; oggi ne sono rimaste una trentina. Il loro nome deriva dallo stav, il palo montante su cui si regge tutto l’edificio.
Passato e presente UNITÀ 6 - Norvegia Dai vichinghi al dominio svedese Nell’antichità la Norvegia fu occupata dai vichinghi, di origine germanica, mentre lapponi e finni, originari dell’Asia, si insediarono nell’estremo nord. I vichinghi, abili navigatori, si spinsero verso le isole britanniche e verso l’Artico, in Russia e nell’area mediterranea. Verso la fine del IX secolo, il re vichingo Harald Hårfagre unì i piccoli Stati feudali che componevano il Paese in un regno unitario e il Paese fu cristianizzato. Nel 1397, con l’Unione di Kalmar, la Norvegia entrò a far parte di un unico Stato con la Danimarca e la Svezia. In seguito subì il dominio danese: in questo periodo fu imposta la religione luterana. Nel 1814 fu ceduta alla Svezia; un trattato stabilì l’autonomia reciproca dei due Paesi, che però avevano uno stesso re.  L’indipendenza e la storia contemporaneaNel 1905 la Norvegia divenne un regno indipendente. Nel 1940 fu invasa dalle truppe tedesche, nonostante la proclamazione di neutralità. Oggi lo Stato è retto da una monarchia costituzionale. Nel 1972 e nel 1994, con referendum popolari, la Norvegia ha deciso di non aderire all’Unione Europea. Ha sottoscritto però la convenzione di Schengen (vedi p. 30). Il monumento Sverd i fj ell (Spade nella montagna), nelle vicinanze di Stavanger, commemora l’unificazione del Regno di Norvegia. Che cosa sono le stavkirker? Le stavkirker sono antiche chiese, costruite con tronchi e dai tetti ricoperti di tegole di abete. Furono edificate nel Medioevo, quando il cristianesimo si diffuse in Norvegia. Ce n’erano più di 700; oggi ne sono rimaste una trentina. Il loro nome deriva dallo stav, il palo montante su cui si regge tutto l’edificio.