NADIR VOLUME 2

Liechtenstein UNITÀ 4 Il Liechtenstein in breve Superficie: 160,5 km2 Popolazione: 37 622 ab. (stima 2015) Densità: 234 ab./km2 Capitale: Vaduz (5435 ab.) Lingua: tedesco (ufficiale), dialetto alemanno Religione: cattolica (75,9%), evangelica (7,8%), musulmana (5,4%) Moneta: franco svizzero Forma di governo: principato Disoccupazione: 2,4% PIL/ab.: 169 492 dollari Speranza di vita: M 81; F 83 ISU: 15° posto Il territorio e il clima Posto tra la Svizzera e l’Austria, il Liechtenstein è un piccolo Stato montuoso, con cime che superano i 2500 metri. L’unica fascia pianeggiante si trova in corrispondenza del fiume Reno, che scorre nel nord del Paese e segna il confine con la Svizzera. Il clima è alpino, con inverni freddi ed estati fresche. Le temperature sono però mitigate a nord dall’influenza delle acque del lago svizzero di Costanza. Popolazione, città e forma di governo La popolazione, di circa 37 000 abitanti, ha una densità (234 ab./km2) abbastanza alta per una regione alpina. L’unica città di rilievo è la capitale, Vaduz (5435 ab.), sede della monarchia. Collegata per via ferroviaria a Vienna e Zurigo, Vaduz ospita gli uffici centrali di banche e società finanziarie estere. Il Liechtenstein è una monarchia costituzionale ereditaria che si trasmette per linea maschile: possono accedere cioè al trono solo i figli maschi della famiglia reale. Il Paese non fa parte dell’Unione Europea e ha stretto con la Svizzera particolari accordi: ha adottato infatti il franco svizzero come moneta ufficiale e ha abolito le barriere doganali con questo Paese, mentre la Svizzera cura per il Liechtenstein la difesa, la rappresentanza diplomatica internazionale e il servizio postale. Economia Il Liechtenstein è un Paese con un’alta qualità di vita e un livello di disoccupazione tra i più bassi d’Europa. Un quarto del territorio è sfruttato dall'agricoltura, che è però un’attività marginale. Le uniche coltivazioni significative sono quelle dei cereali e delle patate. Nelle zone soleggiate viene coltivata anche la vite. L’allevamento principale è quello dei bovini, favorito dagli abbondanti pascoli. Le industrie più importanti sono quelle della meccanica di precisione e dell’elettronica, le industrie farmaceutiche, tessili e alimentari. Il settore più produttivo è il terziario, incentrato sul sistema bancario e finanziario. Si calcola che oltre 25 000 società straniere abbiano nel Liechtenstein la loro sede, grazie alle agevolazioni fiscali. Rilievo hanno inoltre il turismo e l’industria alberghiera. Le comunicazioni sono garantite dalla rete stradale e dalla ferrovia, che collega il Paese con Austria e Svizzera. Il castello di Vaduz, residenza ufficiale dei principi del Liechtenstein.
Liechtenstein UNITÀ 4 Il Liechtenstein in breve Superficie: 160,5 km2 Popolazione: 37 622 ab. (stima 2015) Densità: 234 ab./km2 Capitale: Vaduz (5435 ab.) Lingua: tedesco (ufficiale), dialetto alemanno Religione: cattolica (75,9%), evangelica (7,8%), musulmana (5,4%) Moneta: franco svizzero Forma di governo: principato Disoccupazione: 2,4% PIL/ab.: 169 492 dollari Speranza di vita: M 81; F 83 ISU: 15° posto Il territorio e il clima Posto tra la Svizzera e l’Austria, il Liechtenstein è un piccolo Stato montuoso, con cime che superano i 2500 metri. L’unica fascia pianeggiante si trova in corrispondenza del fiume Reno, che scorre nel nord del Paese e segna il confine con la Svizzera. Il clima è alpino, con inverni freddi ed estati fresche. Le temperature sono però mitigate a nord dall’influenza delle acque del lago svizzero di Costanza. Popolazione, città e forma di governo  La popolazione, di circa 37 000 abitanti, ha una densità (234 ab./km2) abbastanza alta per una regione alpina. L’unica città di rilievo è la capitale, Vaduz (5435 ab.), sede della monarchia. Collegata per via ferroviaria a Vienna e Zurigo, Vaduz ospita gli uffici centrali di banche e società finanziarie estere. Il Liechtenstein è una monarchia costituzionale ereditaria che si trasmette per linea maschile: possono accedere cioè al trono solo i figli maschi della famiglia reale. Il Paese non fa parte dell’Unione Europea e ha stretto con la Svizzera particolari accordi: ha adottato infatti il franco svizzero come moneta ufficiale e ha abolito le barriere doganali con questo Paese, mentre la Svizzera cura per il Liechtenstein la difesa, la rappresentanza diplomatica internazionale e il servizio postale.  Economia  Il Liechtenstein è un Paese con un’alta qualità di vita e un livello di disoccupazione tra i più bassi d’Europa. Un quarto del territorio è sfruttato dall'agricoltura, che è però un’attività marginale. Le uniche coltivazioni significative sono quelle dei cereali e delle patate. Nelle zone soleggiate viene coltivata anche la vite. L’allevamento principale è quello dei bovini, favorito dagli abbondanti pascoli. Le industrie più importanti sono quelle della meccanica di precisione e dell’elettronica, le industrie farmaceutiche, tessili e alimentari. Il settore più produttivo è il terziario, incentrato sul sistema bancario e finanziario. Si calcola che oltre 25 000 società straniere abbiano nel Liechtenstein la loro sede, grazie alle agevolazioni fiscali. Rilievo hanno inoltre il turismo e l’industria alberghiera. Le comunicazioni sono garantite dalla rete stradale e dalla ferrovia, che collega il Paese con Austria e Svizzera. Il castello di Vaduz, residenza ufficiale dei principi del Liechtenstein.