NADIR VOLUME 2

Che cosa possiamo scoprire dalle carte fisico-politiche? UNITÀ 0 Gli elementi fisici Una carta fisico-politica rappresenta tutti i principali aspetti naturali che costituiscono un territorio: pianure, colline, montagne, fiumi, laghi, mari... Per trasmettere queste informazioni utilizza i colori: solitamente con il verde si indicano le pianure, con il giallo le colline, con il marrone le montagne; fiumi, laghi e mari sono riportati in azzurro. (1) Spesso per indicare le profondità del mare si usa una gradazione diversa di azzurro: più è intenso, più il mare è profondo. Il significato attribuito ai colori è riportato nella legenda, che è una guida per leggere correttamente la carta (Legenda A). La carta fisica rappresenta però anche la forma, ovviamente ridotta, che gli elementi naturali hanno nella realtà. Osservando la carta potrai perciò capire il profilo di uno Stato, lo sviluppo delle sue coste, il percorso fatto da un fiume, l’estensione di una catena montuosa ecc. Utilizzando infine la scala di riduzione, che indica di quante volte la realtà rappresentata è stata ridotta sulla carta, potrai calcolare le dimensioni di una regione, la lunghezza di un fiume, la distanza reale tra due punti della carta. (2) Gli elementi politici Su una carta fisico-politica compaiono anche i dati che riguardano gli elementi di tipo politico e amministrativo, come i confini degli Stati e delle regioni, le capitali, i capoluoghi, i centri abitati, le principali vie di comunicazione. (3) Per indicare questi elementi ci si serve di simboli: normalmente i confini sono indicati con linee, nere o colorate, i centri abitati con pallini più o meno grandi o di colore diverso in relazione al numero di abitanti, le strade con delle linee differenti a seconda che si tratti di strade, autostrade o ferrovie, e così via. Anche in questo caso, il significato dei simboli della carta è spiegato nella legenda (Legenda B). (4) L'orientamento delle carte Infine, occorre ricordare che per convenzione le carte sono orientate con il nord nella parte in alto; di conseguenza il sud sarà in basso, l’est a destra e l’ovest a sinistra. (5) Questo dato è utile per indicare la posizione di un elemento geografico rispetto a un altro. Osservando una carta fisico-politica potrai ad esempio stabilire se una città è a nord di un’altra, in quale direzione scorre un fiume, quali sono i confini meridionali o settentrionali di uno Stato, e così via. Inoltre, spesso sulle carte fisico-politiche sono riportati meridiani e paralleli; leggendo attentamente la carta, potrai quindi scoprire la latitudine e la longitudine dei luoghi rappresentati. Fissa i concetti 1. Una carta fisico-politica rappresenta tutti i principali aspetti naturali che costituiscono un territorio (pianure, colline, montagne, fiumi, laghi, mari) attribuendo loro un colore diverso. 2. Per realizzare una carta si usa la scala di riduzione, che indica di quante volte la realtà rappresentata è stata ridotta. 3. Su una carta fisico-politica si trovano anche i dati di tipo politico e amministrativo, come i confini degli Stati e delle regioni, le capitali, i capoluoghi, i centri abitati, le principali vie di comunicazione. 4. Sia i dati fisici che quelli politici sono descritti sulle carte per mezzo di simboli, spiegati da una guida che prende il nome di legenda. 5. Per convenzione le carte sono orientate con il nord nella parte in alto; di conseguenza il sud sarà in basso, l'est a destra e l'ovest a sinistra Lavoriamo insieme Inserisci i seguenti elementi che compaiono nelle carte fisicopolitiche nella colonna che ritieni corretta: montagna - città - confine - fiume - strada - aeroporto -diga - lago ELEMENTI FISICI ELEMENTI POLITICI Le parole della geografia Capoluogo / Capoluogo / Capital / Kryeqyteti / Capitală regională / 首府 / مدينة كبيرة
Che cosa possiamo scoprire dalle carte fisico-politiche? UNITÀ 0 Gli elementi fisici Una carta fisico-politica rappresenta tutti i principali aspetti naturali che costituiscono un territorio: pianure, colline, montagne, fiumi, laghi, mari... Per trasmettere queste informazioni utilizza i colori: solitamente con il verde si indicano le pianure, con il giallo le colline, con il marrone le montagne; fiumi, laghi e mari sono riportati in azzurro. (1) Spesso per indicare le profondità del mare si usa una gradazione diversa di azzurro: più è intenso, più il mare è profondo. Il significato attribuito ai colori è riportato nella legenda, che è una guida per leggere correttamente la carta (Legenda A). La carta fisica rappresenta però anche la forma, ovviamente ridotta, che gli elementi naturali hanno nella realtà. Osservando la carta potrai perciò capire il profilo di uno Stato, lo sviluppo delle sue coste, il percorso fatto da un fiume, l’estensione di una catena montuosa ecc. Utilizzando infine la scala di riduzione, che indica di quante volte la realtà rappresentata è stata ridotta sulla carta, potrai calcolare le dimensioni di una regione, la lunghezza di un fiume, la distanza reale tra due punti della carta. (2) Gli elementi politici Su una carta fisico-politica compaiono anche i dati che riguardano gli elementi di tipo politico e amministrativo, come i confini degli Stati e delle regioni, le capitali, i capoluoghi, i centri abitati, le principali vie di comunicazione. (3) Per indicare questi elementi ci si serve di simboli: normalmente i confini sono indicati con linee, nere o colorate, i centri abitati con pallini più o meno grandi o di colore diverso in relazione al numero di abitanti, le strade con delle linee differenti a seconda che si tratti di strade, autostrade o ferrovie, e così via. Anche in questo caso, il significato dei simboli della carta è spiegato nella legenda (Legenda B). (4) L'orientamento delle carte Infine, occorre ricordare che per convenzione le carte sono orientate con il nord nella parte in alto; di conseguenza il sud sarà in basso, l’est a destra e l’ovest a sinistra. (5) Questo dato è utile per indicare la posizione di un elemento geografico rispetto a un altro. Osservando una carta fisico-politica potrai ad esempio stabilire se una città è a nord di un’altra, in quale direzione scorre un fiume, quali sono i confini meridionali o settentrionali di uno Stato, e così via. Inoltre, spesso sulle carte fisico-politiche sono riportati meridiani e paralleli; leggendo attentamente la carta, potrai quindi scoprire la latitudine e la longitudine dei luoghi rappresentati. Fissa i concetti 1. Una carta fisico-politica rappresenta tutti i principali aspetti naturali che costituiscono un territorio (pianure, colline, montagne, fiumi, laghi, mari) attribuendo loro un colore diverso. 2. Per realizzare una carta si usa la scala di riduzione, che indica di quante volte la realtà rappresentata è stata ridotta. 3. Su una carta fisico-politica si trovano anche i dati di tipo politico e amministrativo, come i confini degli Stati e delle regioni, le capitali, i capoluoghi, i centri abitati, le principali vie di comunicazione. 4. Sia i dati fisici che quelli politici sono descritti sulle carte per mezzo di simboli, spiegati da una guida che prende il nome di legenda. 5. Per convenzione le carte sono orientate con il nord nella parte in alto; di conseguenza il sud sarà in basso, l'est a destra e l'ovest a sinistra Lavoriamo insieme Inserisci i seguenti elementi che compaiono nelle carte fisicopolitiche nella colonna che ritieni corretta: montagna - città - confine - fiume - strada - aeroporto -diga - lago ELEMENTI FISICI ELEMENTI POLITICI             Le parole della geografia Capoluogo / Capoluogo / Capital / Kryeqyteti / Capitală regională / 首府 / مدينة كبيرة