NADIR LE REGIONI D'ITALIA

UNIT 11 Economia e società Umbria Campi di papaveri e fiordalisi ai piedi dei Monti Sibillini, sul versante umbro. Uno sviluppo economico equilibrato Nonostante la povertà di terreni agricoli e di risorse del sottosuolo, che ha portato in passato molti umbri a emigrare, oggi l Umbria è una regione con un alta qualità di vita. L agricoltura è in crescita, grazie alla modernizzazione delle tecniche. Le colture più diffuse sono quelle dei cereali (frumento, mais, orzo). Di rilievo anche la produzione di tabacco, barbabietola da zucchero, girasole, olivo, vite e ortaggi (in particolare pomodori). L olio umbro è considerato tra i migliori d Italia e molto conosciuto è il vino Orvieto. Tipica è la produzione di lenticchie, seminate addirittura sui Monti Sibillini, a 1300 metri di quota. Importante è infine la produzione di legname (8% del totale nazionale), fornito dai boschi che ricoprono gran parte della regione. L allevamento tradizionale di bovini e ovini ha ceduto il posto a quello dei suini. Nel complesso, però, la produzione di bestiame non è tra le voci principali dell economia della regione, anche se l Umbria, e in particolare Norcia, è famosa sin dall antichità proprio per i suoi salumi. Nel settore industriale, i grandi impianti siderurgici di Terni, già attivi alla fine dell Ottocento grazie all energia elettrica della Cascata delle Marmore, hanno conosciuto una grave crisi nel secolo scorso. Sono sorte invece molte piccole e medie imprese, soprattutto nei settori tessile, calzaturiero, dei mobili, alimentare, dolciario e delle acque minerali. Numerose sono inoltre le cartiere. Fiorente è l artigianato, specializzato nella lavorazione di ceramiche, ferro battuto, rame, legno, cuoio e merletti. Il turismo d arte e religioso La voce più importante del terziario è il turismo d arte e religioso. Mete principali sono Perugia, Gubbio, Assisi, Orvieto e Spello. Molti sono i turisti attirati dalle manifestazioni culturali e 78 Geo_v-REGIONI_10-11-12_066_087.indd 78 06/03/18 09:29
NADIR LE REGIONI D'ITALIA