NADIR LE REGIONI D'ITALIA

Le regioni d Italia - Marche 10 Una regione di con ne I Monti Sibillini, a cavallo tra Marche e Umbria. La spiaggia di Numana, alle pendici meridionali del monte Conero. Le parole della geografia Dorsale / Ridge / Dorsal / Dorsal / Dorsal / / Le Marche occupano una fascia costiera compresa fra l Appennino UmbroMarchigiano, a ovest, e il Mar Adriatico a est. Il nome della regione deriva da marka, un antico termine tedesco che significava segno di confine . Fin dal IX secolo con marca si intendeva un territorio di confine particolarmente importante, spesso governato da un marchese. Il confine occidentale della regione è segnato dai monti dell Appennino Umbro-Marchigiano. Si estendono da nord a sud, ma dalla dorsale appenninica si staccano alcune brevi catene disposte a pettine e perpendicolari alla costa. Le cime sono per lo più modeste (tra le più elevate il Monte Catria, 1701 m). Soltanto a sud, nel gruppo dei Monti Sibillini, si trovano vette superiori ai 2000 metri: la più alta è quella del Monte Vettore (2476 m). Quasi il 70% del territorio è occupato da colline. La pianura si limita alla stretta zona costiera. I fiumi, a carattere torrentizio (cioè con una quantità d acqua che varia molto secondo la stagione), attraversano la regione paralleli, da ovest verso est. Le coste, lunghe circa 170 chilometri, sono per lo più basse e sabbiose o ciottolose e interrotte solo dalla foce dei fiumi. Fa eccezione il promontorio del Conero, dove le rocce cadono a picco sul mare. Climi e ambienti Lunga catena montuosa, paragonabile alla spina dorsale del corpo umano. Il clima è mite sulla costa, anche se fino al promontorio del Conero si sentono gli influssi delle correnti fredde da nord-est. Sugli Appennini è di tipo continentale, con inverni rigidi e piuttosto nevosi. Oltre metà del territorio è coltivata. Tra i paesaggi naturali vi sono i pascoli e i boschi di latifoglie, sulle pendici dell Appennino. 67 Geo_v-REGIONI_10-11-12_066_087.indd 67 06/03/18 09:26
NADIR LE REGIONI D'ITALIA