NADIR LE REGIONI D'ITALIA

UNIT 1 Economia e società Valle d Aosta Mucche valdostane al pascolo. Uno dei prodo i tipici della Valle d Aosta è la fontina, un formaggio prodo o esclusivamente con la e intero crudo di bovini valdostani. Un economia avanzata La Valle d Aosta gode di un buon livello economico e sociale. Tra le sue attività tradizionali vi è l agricoltura. A causa del territorio prevalentemente montuoso, sono però pochi i terreni coltivabili: il fondovalle e i pendii più soleggiati, spesso lavorati a terrazzamenti. Tra le coltivazioni tipiche ci sono la vite, che produce vini di buona qualità ma in quantità limitate, i cereali (segale e mais), le patate. Diffusi sono anche gli alberi da frutta (specialmente meli). Sui versanti meno esposti al sole si trovano pascoli e foreste, da cui si ricava abbondante legname. Tra i prodotti tipici ricordiamo i liquori ottenuti dalle erbe alpine (genepì) e le castagne. Maggiore importanza ha l allevamento, soprattutto di bovini anche di razze pregiate, che forniscono carne e latte. Diffusa è inoltre l apicoltura. L industria principale è quella idroelettrica, alimentata dai numerosi corsi d acqua; i tre quarti dell energia prodotta vengono esportati in Piemonte. L abbondanza di energia e la presenza di miniere di ferro, sfruttate fin dal Medioevo, ha permesso il nascere di un industria siderurgica e meccanica, oggi meno importante che in passato. Di rilievo è l artigianato. Le parole della geografia Terrazzamento / Terrace / Escalonamiento / Tarrac / Terasament / / Disposizione del terreno a «gradoni , in genere creati con muri di pietra. Si costruiscono terrazzamenti nelle zone in forte pendio, per evitare che la terra frani a valle e in modo da poterla coltivare. 10 Geo_v-REGIONI_1-2-3_004_027.indd 10 06/03/18 09:15
NADIR LE REGIONI D'ITALIA