Videoclip Pietrabbondante e la civiltà sannita

VideoclipPietrabbondante e la civiltà sannita Pietrabbondante è un piccolo centro abitato della provincia di Isernia, situato all’altitudine di 1027 metri, ai piedi del monte Caraceno. Pur essendo oggi un paese che non raggiunge i mille abitanti, nel II-I secolo a.C. fu un importante insediamento sannita, testimoniato dai resti archeologici di un complesso di culto, di un teatro e di due edifici porticati. I primi scavi risalgono al 1857-58 e al 1871-72; nel 1959 vennero ripresi con la supervisione della Sovrintendenza Archeologica del Molise. Il sito è stato definito dall’archeologo Maiuri “il più felice connubio tra la struttura italica e l’archeologia greca”.1 I resti archeologici, risalenti al II-I secolo a.C., si trovano in località Calcatello. Si ritiene che siano i resti di un santuario; per realizzarlo i sanniti costruirono due terrazzamenti a livelli differenti a lato del monte. È un insieme di stili italici, ellenistico-campani e latini. 2 Nel terrazzamento più alto si distingue un “tempio A”, edificio di culto minore, e un “tempio B”, di maggiore imponenza, dove si svolgevano i riti religiosi. Il tempio è orientato a est/sud-est in modo da poter vedere la nascita del sole, principio augurale della religione sannita. 3 Nel terrazzamento inferiore sono presenti i resti di un teatro con i sedili in pietra, ognuno realizzato con un solo blocco, con il dorsale sagomato. Alle estremità delle file i braccioli dei sedili sono scolpiti a zampa di grifo, animale leggendario dal corpo di leone e testa d’aquila; questi posti erano riservati alle autorità. 4 Il teatro è formato dalla càvea, una struttura circolare a gradinate che poteva contenere fino a 2500 spettatori, e dalla scena, collegati tra loro da due archi in pietra. 5 Un grande muro semicircolare a secco circondava il terrapieno. Un tempo era sormontato da colonne con capitelli corinzi di legno con terrecotte decorate; oggi resta solo il basamento in pietra, in alcuni punti con mosaici dedicati alle divinità del tempo. 6 Recenti scavi hanno portato alla luce i resti della domus publica, edificio ritenuto centro della politica e della religiosità del Sannio, distrutto probabilmente da Annibale nel 217 a.C.; qui si riuniva il senato per prendere decisioni politiche e amministrative. In English, please! Listen to the videoclip “Pietrabbondante and Samnite Civilization” on your e-book and mark the following sentences as true (T) or false (F).a) Pietrabbondante was an important samnite settlement in the 4th century AD. T Fb) The archaeological excavations began in the nineteenth century. T Fc) The remains include a temple, a theater and two buildings with porches. T F
VideoclipPietrabbondante e la civiltà sannita Pietrabbondante è un piccolo centro abitato della provincia di Isernia, situato all’altitudine di 1027 metri, ai piedi del monte Caraceno. Pur essendo oggi un paese che non raggiunge i mille abitanti, nel II-I secolo a.C. fu un importante insediamento sannita, testimoniato dai resti archeologici di un complesso di culto, di un teatro e di due edifici porticati. I primi scavi risalgono al 1857-58 e al 1871-72; nel 1959 vennero ripresi con la supervisione della Sovrintendenza Archeologica del Molise. Il sito è stato definito dall’archeologo Maiuri “il più felice connubio tra la struttura italica e l’archeologia greca”.1 I resti archeologici, risalenti al II-I secolo a.C., si trovano in località Calcatello. Si ritiene che siano i resti di un santuario; per realizzarlo i sanniti costruirono due terrazzamenti a livelli differenti a lato del monte. È un insieme di stili italici, ellenistico-campani e latini. 2 Nel terrazzamento più alto si distingue un “tempio A”, edificio di culto minore, e un “tempio B”, di maggiore imponenza, dove si svolgevano i riti religiosi. Il tempio è orientato a est/sud-est in modo da poter vedere la nascita del sole, principio augurale della religione sannita. 3 Nel terrazzamento inferiore sono presenti i resti di un teatro con i sedili in pietra, ognuno realizzato con un solo blocco, con il dorsale sagomato. Alle estremità delle file i braccioli dei sedili sono scolpiti a zampa di grifo, animale leggendario dal corpo di leone e testa d’aquila; questi posti erano riservati alle autorità. 4 Il teatro è formato dalla càvea, una struttura circolare a gradinate che poteva contenere fino a 2500 spettatori, e dalla scena, collegati tra loro da due archi in pietra. 5 Un grande muro semicircolare a secco circondava il terrapieno. Un tempo era sormontato da colonne con capitelli corinzi di legno con terrecotte decorate; oggi resta solo il basamento in pietra, in alcuni punti con mosaici dedicati alle divinità del tempo. 6 Recenti scavi hanno portato alla luce i resti della domus publica, edificio ritenuto centro della politica e della religiosità del Sannio, distrutto probabilmente da Annibale nel 217 a.C.; qui si riuniva il senato per prendere decisioni politiche e amministrative. In English, please! Listen to the videoclip “Pietrabbondante and Samnite Civilization” on your e-book and mark the following sentences as true (T) or false (F).a) Pietrabbondante was an important samnite settlement in the 4th century AD. T Fb) The archaeological excavations began in the nineteenth century. T Fc) The remains include a temple, a theater and two buildings with porches. T F