NADIR LE REGIONI D'ITALIA

Popolazione e città UNITÀ 14 - Molise La distribuzione della popolazioneIn Molise vivono poco più di 300 mila persone. La densità demografica (70 abitanti per km2) è di molto inferiore alla media nazionale, anche a causa della forte emigrazione che ha interessato, all’inizio e poi a metà del Novecento, gran parte della regione. Negli ultimi decenni l’emigrazione si è attenuata, ma il calo demografico dovuto alla diminuzione delle nascite non è compensato dall’immigrazione: la regione ha infatti una bassa presenza di stranieri. La popolazione si concentra nelle aree collinari e costiere, in centri urbani generalmente di piccole dimensioni.Il capoluogoIl capoluogo regionale è Campobasso. Il suo centro antico sorge sulle pendici del colle dominato dal Castello Monforte, di origine longobarda, più volte rimaneggiato e trasformato in parte in un sacrario per i caduti in guerra nel XX secolo. L’economia della provincia si fonda sull’agricoltura e sull’artigianato. Le attività industriali hanno avuto finora uno sviluppo modesto e riguardano soprattutto la trasformazione dei prodotti agricoli. Fa eccezione Termoli, città portuale e centro turistico, dove ha sede uno stabilimento di montaggio della Fiat. Perché in Molise ci sono minoranze croate e albanesi? Tra il XV e il XVI secolo, a seguito dell’espansione ottomana nella penisola balcanica, giunsero in Italia attraverso l’Adriatico alcune popolazioni, che hanno mantenuto fino a oggi lingue e tradizioni dei Paesi di origine. Queste minoranze risiedono nei pressi di Campobasso. La più numerosa è quella croata, distribuita nei comuni di Montemitro, Acquaviva Collecroce e San Felice del Molise. Importante è anche la comunità albanese, stanziata nei comuni di Montecilfone, Campomarino, Ururi e Portocannone. Le parole della geografia Sacrario / Shrine / Santuario / Vend i shenjtë / Sacrariu / 圣所 / كنيسةEdificio commemorativo di persone morte. Spesso si tratta di vittime della guerra o di qualche grave avvenimento. IserniaHa una certa importanza come mercato dei prodotti dell’agricoltura e dell’allevamento.Nel 1979 è stato scoperto nei pressi della città un insediamento del Paleolitico, risalente a circa 700 000 anni fa. Le province Campobasso (49 431 ab.)Isernia (21 842 ab.)
Popolazione e città UNITÀ 14 - Molise La distribuzione della popolazioneIn Molise vivono poco più di 300 mila persone. La densità demografica (70 abitanti per km2) è di molto inferiore alla media nazionale, anche a causa della forte emigrazione che ha interessato, all’inizio e poi a metà del Novecento, gran parte della regione. Negli ultimi decenni l’emigrazione si è attenuata, ma il calo demografico dovuto alla diminuzione delle nascite non è compensato dall’immigrazione: la regione ha infatti una bassa presenza di stranieri. La popolazione si concentra nelle aree collinari e costiere, in centri urbani generalmente di piccole dimensioni.Il capoluogoIl capoluogo regionale è Campobasso. Il suo centro antico sorge sulle pendici del colle dominato dal Castello Monforte, di origine longobarda, più volte rimaneggiato e trasformato in parte in un sacrario per i caduti in guerra nel XX secolo. L’economia della provincia si fonda sull’agricoltura e sull’artigianato. Le attività industriali hanno avuto finora uno sviluppo modesto e riguardano soprattutto la trasformazione dei prodotti agricoli. Fa eccezione Termoli, città portuale e centro turistico, dove ha sede uno stabilimento di montaggio della Fiat. Perché in Molise ci sono minoranze croate e albanesi? Tra il XV e il XVI secolo, a seguito dell’espansione ottomana nella penisola balcanica, giunsero in Italia attraverso l’Adriatico alcune popolazioni, che hanno mantenuto fino a oggi lingue e tradizioni dei Paesi di origine. Queste minoranze risiedono nei pressi di Campobasso. La più numerosa è quella croata, distribuita nei comuni di Montemitro, Acquaviva Collecroce e San Felice del Molise. Importante è anche la comunità albanese, stanziata nei comuni di Montecilfone, Campomarino, Ururi e Portocannone. Le parole della geografia Sacrario / Shrine / Santuario / Vend i shenjtë / Sacrariu / 圣所 / كنيسةEdificio commemorativo di persone morte. Spesso si tratta di vittime della guerra o di qualche grave avvenimento. IserniaHa una certa importanza come mercato dei prodotti dell’agricoltura e dell’allevamento.Nel 1979 è stato scoperto nei pressi della città un insediamento del Paleolitico, risalente a circa 700 000 anni fa. Le province Campobasso (49 431 ab.)Isernia (21 842 ab.)