MARCHE

Esploriamo il territorio UNITÀ 10 - Marche Le Marche in breve Superficie: 9401 km2 Percentuale della superficie nazionale: 3,2% Popolazione: 1 543 752 ab. (stima 2015) Densità: 164 ab./km2 Capoluogo: Ancona (102 997 ab.) Occupati: 625 000 In cerca di occupazione: 69 000 Lavoriamo insieme Leggiamo la carta • Con quali regioni e Stati confinano le Marche? • Quali sono i fiumi principali della regione? • Individua ed evidenzia sulla carta il promontorio del Conero. Una regione “di confine” Le Marche occupano una fascia costiera compresa fra l’Appennino Umbro- Marchigiano, a ovest, e il Mar Adriatico a est. Il nome della regione deriva da marka, un antico termine tedesco che significava “segno di confine”. Fin dal IX secolo con marca si intendeva un territorio di confine particolarmente importante, spesso governato da un marchese. Il confine occidentale della regione è segnato dai monti dell’Appennino Umbro-Marchigiano. Si estendono da nord a sud, ma dalla dorsale appenninica si staccano alcune brevi catene disposte a pettine e perpendicolari alla costa. Le cime sono per lo più modeste (tra le più elevate il Monte Catria, 1701 m). Soltanto a sud, nel gruppo dei Monti Sibillini, si trovano vette superiori ai 2000 metri: la più alta è quella del Monte Vettore (2476 m). Quasi il 70% del territorio è occupato da colline. La pianura si limita alla stretta zona costiera. I fiumi, a carattere torrentizio (cioè con una quantità d’acqua che varia molto secondo la stagione), attraversano la regione paralleli, da ovest verso est. Le coste, lunghe circa 170 chilometri, sono per lo più basse e sabbiose o ciottolose e interrotte solo dalla foce dei fiumi. Fa eccezione il promontorio del Conero, dove le rocce cadono a picco sul mare. Climi e ambientiIl clima è mite sulla costa, anche se fino al promontorio del Conero si sentono gli influssi delle correnti fredde da nord-est. Sugli Appennini è di tipo continentale, con inverni rigidi e piuttosto nevosi. Oltre metà del territorio è coltivata. Tra i paesaggi naturali vi sono i pascoli e i boschi di latifoglie, sulle pendici dell’Appennino. La spiaggia di Numana, alle pendici meridionali del monte Conero. Le parole della geografia Dorsale / Ridge / Dorsal / Dorsal / Dorsală / 山脊 / ظهري Lunga catena montuosa, paragonabile alla spina dorsale del corpo umano. I Monti Sibillini, a cavallo tra Marche e Umbria.
Esploriamo il territorio UNITÀ 10 - Marche Le Marche in breve Superficie: 9401 km2 Percentuale della superficie nazionale: 3,2% Popolazione: 1 543 752 ab. (stima 2015) Densità: 164 ab./km2 Capoluogo: Ancona (102 997 ab.) Occupati: 625 000 In cerca di occupazione: 69 000 Lavoriamo insieme Leggiamo la carta • Con quali regioni e Stati confinano le Marche? • Quali sono i fiumi principali della regione? • Individua ed evidenzia sulla carta il promontorio del Conero. Una regione “di confine” Le Marche occupano una fascia costiera compresa fra l’Appennino Umbro- Marchigiano, a ovest, e il Mar Adriatico a est. Il nome della regione deriva da marka, un antico termine tedesco che significava “segno di confine”. Fin dal IX secolo con marca si intendeva un territorio di confine particolarmente importante, spesso governato da un marchese. Il confine occidentale della regione è segnato dai monti dell’Appennino Umbro-Marchigiano. Si estendono da nord a sud, ma dalla dorsale appenninica si staccano alcune brevi catene disposte a pettine e perpendicolari alla costa. Le cime sono per lo più modeste (tra le più elevate il Monte Catria, 1701 m). Soltanto a sud, nel gruppo dei Monti Sibillini, si trovano vette superiori ai 2000 metri: la più alta è quella del Monte Vettore (2476 m). Quasi il 70% del territorio è occupato da colline. La pianura si limita alla stretta zona costiera. I fiumi, a carattere torrentizio (cioè con una quantità d’acqua che varia molto secondo la stagione), attraversano la regione paralleli, da ovest verso est. Le coste, lunghe circa 170 chilometri, sono per lo più basse e sabbiose o ciottolose e interrotte solo dalla foce dei fiumi. Fa eccezione il promontorio del Conero, dove le rocce cadono a picco sul mare. Climi e ambientiIl clima è mite sulla costa, anche se fino al promontorio del Conero si sentono gli influssi delle correnti fredde da nord-est. Sugli Appennini è di tipo continentale, con inverni rigidi e piuttosto nevosi. Oltre metà del territorio è coltivata. Tra i paesaggi naturali vi sono i pascoli e i boschi di latifoglie, sulle pendici dell’Appennino. La spiaggia di Numana, alle pendici meridionali del monte Conero. Le parole della geografia Dorsale / Ridge / Dorsal / Dorsal / Dorsală / 山脊 / ظهري Lunga catena montuosa, paragonabile alla spina dorsale del corpo umano. I Monti Sibillini, a cavallo tra Marche e Umbria.