NADIR LE REGIONI D'ITALIA

Economia e società UNITÀ 5 - Veneto Un’economia dinamicaIl Veneto, che fino alla metà del Novecento ha conosciuto povertà ed emigrazione, ha saputo trasformarsi in una delle regioni più avanzate e dinamiche d’Italia. La sua economia è cresciuta soprattutto grazie alla modernizzazione dell’agricoltura e allo sviluppo di piccole e medie imprese, spesso a conduzione familiare. Circa il 60% del territorio è utilizzato nell’agricoltura. Le produzioni principali sono quelle di frumento, foraggi e granoturco (piatto tradizionale del Veneto è la polenta). Importanti sono inoltre le coltivazioni di ortaggi, barbabietole da zucchero, frutta e tabacco. Prodotti tipici sono il radicchio rosso (Treviso) e le fragole (Verona). Il Veneto è la prima regione produttrice di vino in Italia: i vini veneti (soave, bardolino, prosecco, cabernet e valpolicella) costituiscono il 20% del totale nazionale e sono esportati in tutto il mondo, come pure la grappa. L’allevamento dei bovini viene praticato sia in pianura, grazie all’abbondante produzione di foraggi, sia nelle Prealpi. Diffuso è anche l’allevamento di suini e di pollame. Caratteristiche sono le colture acquatiche di anguille e cozze nella Laguna veneta. Di rilievo è la pesca. Le industrie siderurgiche, meccaniche e navali sono concentrate nel retroterra di Venezia. Nel resto del territorio, importanti sono le industrie tessili, alimentari e dei mobili, così come l’artigianato d’arte.Il turismo e i commerciNel terziario riveste grande importanza il turismo; la regione è infatti prima in Italia per numero di ingressi (oltre 15 milioni all’anno). Le mete principali sono Venezia e le città d’arte, le località di mare (Jesolo) e di montagna (Cortina d’Ampezzo). Oltre che con le bellezze naturali e artistiche, il Veneto attira i suoi numerosi turisti grazie alle iniziative culturali e folcloristiche: gli spettacoli lirici all’arena di Verona, il Carnevale, la Biennale d’arte e la Mostra del cinema a Venezia, la Fiera campionaria a Padova, la partita a scacchi di Marostica. Notevole è poi la presenza di visitatori nelle località termali (Abano, Recoaro). Il sistema di comunicazioni è molto sviluppato. La regione è attraversata da numerose strade e autostrade, che la collegano, attraverso gli snodi di Padova e Verona, con il resto d’Italia, l’Austria e i Paesi balcanici. Efficiente è anche la rete ferroviaria, a traffico particolarmente intenso nelle linee Verona-Brennero, Venezia-Milano e Venezia- Trieste. Il traffico marittimo ha il suo centro nel porto di Venezia-Porto Marghera, tra i principali in Italia per il trasporto di merci. Importante è inoltre il trasporto aereo, che può contare sugli aeroporti internazionali di Venezia, Verona e Treviso. Lavoriamo insieme Fai “la spesa” nel Veneto! Completa l’illustrazione disegnando o scrivendo intorno alla “borsa della spesa” i principali prodotti alimentari del Veneto. Puoi suddividerli anche per tipologia (es. ortaggi, frutta ecc.). Neve su Cortina d’Ampezzo, soprannominata “la perla delle Dolomiti”. Esempio di coltura acquatica di molluschi nella Laguna veneta.Una scultura dell’artista Lorenzo Quinn dal titolo Support esposta sul Canal Grande nel 2017 in occasione della Biennale di Venezia, un’esposizione internazionale di arte contemporanea tra le più antiche ancora esistenti.
Economia e società UNITÀ 5 - Veneto Un’economia dinamicaIl Veneto, che fino alla metà del Novecento ha conosciuto povertà ed emigrazione, ha saputo trasformarsi in una delle regioni più avanzate e dinamiche d’Italia. La sua economia è cresciuta soprattutto grazie alla modernizzazione dell’agricoltura e allo sviluppo di piccole e medie imprese, spesso a conduzione familiare. Circa il 60% del territorio è utilizzato nell’agricoltura. Le produzioni principali sono quelle di frumento, foraggi e granoturco (piatto tradizionale del Veneto è la polenta). Importanti sono inoltre le coltivazioni di ortaggi, barbabietole da zucchero, frutta e tabacco. Prodotti tipici sono il radicchio rosso (Treviso) e le fragole (Verona). Il Veneto è la prima regione produttrice di vino in Italia: i vini veneti (soave, bardolino, prosecco, cabernet e valpolicella) costituiscono il 20% del totale nazionale e sono esportati in tutto il mondo, come pure la grappa. L’allevamento dei bovini viene praticato sia in pianura, grazie all’abbondante produzione di foraggi, sia nelle Prealpi. Diffuso è anche l’allevamento di suini e di pollame. Caratteristiche sono le colture acquatiche di anguille e cozze nella Laguna veneta. Di rilievo è la pesca. Le industrie siderurgiche, meccaniche e navali sono concentrate nel retroterra di Venezia. Nel resto del territorio, importanti sono le industrie tessili, alimentari e dei mobili, così come l’artigianato d’arte.Il turismo e i commerciNel terziario riveste grande importanza il turismo; la regione è infatti prima in Italia per numero di ingressi (oltre 15 milioni all’anno). Le mete principali sono Venezia e le città d’arte, le località di mare (Jesolo) e di montagna (Cortina d’Ampezzo). Oltre che con le bellezze naturali e artistiche, il Veneto attira i suoi numerosi turisti grazie alle iniziative culturali e folcloristiche: gli spettacoli lirici all’arena di Verona, il Carnevale, la Biennale d’arte e la Mostra del cinema a Venezia, la Fiera campionaria a Padova, la partita a scacchi di Marostica. Notevole è poi la presenza di visitatori nelle località termali (Abano, Recoaro). Il sistema di comunicazioni è molto sviluppato. La regione è attraversata da numerose strade e autostrade, che la collegano, attraverso gli snodi di Padova e Verona, con il resto d’Italia, l’Austria e i Paesi balcanici. Efficiente è anche la rete ferroviaria, a traffico particolarmente intenso nelle linee Verona-Brennero, Venezia-Milano e Venezia- Trieste. Il traffico marittimo ha il suo centro nel porto di Venezia-Porto Marghera, tra i principali in Italia per il trasporto di merci. Importante è inoltre il trasporto aereo, che può contare sugli aeroporti internazionali di Venezia, Verona e Treviso. Lavoriamo insieme Fai “la spesa” nel Veneto! Completa l’illustrazione disegnando o scrivendo intorno alla “borsa della spesa” i principali prodotti alimentari del Veneto. Puoi suddividerli anche per tipologia (es. ortaggi, frutta ecc.). Neve su Cortina d’Ampezzo, soprannominata “la perla delle Dolomiti”. Esempio di coltura acquatica di molluschi nella Laguna veneta.Una scultura dell’artista Lorenzo Quinn dal titolo Support esposta sul Canal Grande nel 2017 in occasione della Biennale di Venezia, un’esposizione internazionale di arte contemporanea tra le più antiche ancora esistenti.