Videoclip La basilica di San Nicola di Bari

Videoclip La basilica di San Nicola di Bari Costruita tra il 1087 e il 1197 per volontà dell’abate Elia nel luogo in cui sorgeva il palazzo del governatore bizantino (il “catapano”), a pochi passi dal mare, la basilica di San Nicola è uno dei più importanti esempi di stile romanico pugliese. Per la sua realizzazione furono utilizzati materiali provenienti da diverse chiese, da cui derivano le differenti architetture dell’edificio. Da sempre è luogo di culto e di venerazione del santo e conserva numerosi doni votivi, alcuni di noti personaggi storici, come il re di Napoli Carlo II d’Angiò. 1 La facciata della basilica è divisa in tre parti e aperta in alto da bifore, finestre suddivise in due da una colonnina. Ha tre portali: quello centrale è riccamente scolpito. 2 Ai lati della facciata si innalzano due torri campanarie mozze; a destra vi è la torre delle milizie, a sinistra la torre del catapano (governatore), che svolge la funzione di campanile. Entrambe sarebbero delle torrifortezza, usate cioè a scopo difensivo, risalenti all’antico palazzo del catapano bizantino. 3 L’interno della chiesa è a pianta rettangolare a tre navate, divise da colonne, che terminano con tre absidi (strutture semicircolari chiuse in alto da una semicupola). 4 L’altare maggiore è racchiuso da un ciborio, una costruzione di marmo con quattro colonne. È il più antico della Puglia: è infatti antecedente al 1150. Sotto l’altare vi è la cripta in cui si trovano le reliquie di San Nicola, fatte deporre in questo luogo nel 1089 da Papa Urbano II. 5 Protetta da una grata in ferro all’interno della chiesa vi è la colonna “miracolosa”. Secondo la leggenda fu trovata da San Nicola nel Tevere, trasportata a Myra e poi inspiegabilmente ritrovata a Bari nel 1098, come ultima tra le colonne che sorreggevano la basilica. 6 Dietro all’altare maggiore si trova il trono episcopale di Elia, ricavato da un unico blocco di marmo e risalente all’XI secolo. È decorato da sculture in stile romanico pugliese di autore ignoto, tra cui quella di due leonesse che sbranano due uomini. In English, please! Listen to the videoclip “The basilica of Saint Nicholas of Bari” on your e-book and mark the following sentences as true (T) or false (F). a) The basilica of St. Nicholas is one of the most important examples of Puglia Baroque style. T F b) The basilica is located just a few steps from the sea. T F c) The basilica was built between the XI and the XII century. T F
Videoclip La basilica di San Nicola di Bari Costruita tra il 1087 e il 1197 per volontà dell’abate Elia nel luogo in cui sorgeva il palazzo del governatore bizantino (il “catapano”), a pochi passi dal mare, la basilica di San Nicola è uno dei più importanti esempi di stile romanico pugliese. Per la sua realizzazione furono utilizzati materiali provenienti da diverse chiese, da cui derivano le differenti architetture dell’edificio. Da sempre è luogo di culto e di venerazione del santo e conserva numerosi doni votivi, alcuni di noti personaggi storici, come il re di Napoli Carlo II d’Angiò. 1 La facciata della basilica è divisa in tre parti e aperta in alto da bifore, finestre suddivise in due da una colonnina. Ha tre portali: quello centrale è riccamente scolpito.  2 Ai lati della facciata si innalzano due torri campanarie mozze; a destra vi è la torre delle milizie, a sinistra la torre del catapano (governatore), che svolge la funzione di campanile. Entrambe sarebbero delle torrifortezza, usate cioè a scopo difensivo, risalenti all’antico palazzo del catapano bizantino.  3 L’interno della chiesa è a pianta rettangolare a tre navate, divise da colonne, che terminano con tre absidi (strutture semicircolari chiuse in alto da una semicupola).  4 L’altare maggiore è racchiuso da un ciborio, una costruzione di marmo con quattro colonne. È il più antico della Puglia: è infatti antecedente al 1150. Sotto l’altare vi è la cripta in cui si trovano le reliquie di San Nicola, fatte deporre in questo luogo nel 1089 da Papa Urbano II.  5 Protetta da una grata in ferro all’interno della chiesa vi è la colonna “miracolosa”. Secondo la leggenda fu trovata da San Nicola nel Tevere, trasportata a Myra e poi inspiegabilmente ritrovata a Bari nel 1098, come ultima tra le colonne che sorreggevano la basilica.  6 Dietro all’altare maggiore si trova il trono episcopale di Elia, ricavato da un unico blocco di marmo e risalente all’XI secolo. È decorato da sculture in stile romanico pugliese di autore ignoto, tra cui quella di due leonesse che sbranano due uomini. In English, please! Listen to the videoclip “The basilica of Saint Nicholas of Bari” on your e-book and mark the following sentences as true (T) or false (F). a) The basilica of St. Nicholas is one of the most important examples of Puglia Baroque style. T F b) The basilica is located just a few steps from the sea. T F c) The basilica was built between the XI and the XII century. T F