NADIR LE REGIONI D'ITALIA

Popolazione e città UNITÀ 16 - Puglia La distribuzione della popolazione In Puglia vivono oltre 4 milioni di persone, con una densità media leggermente superiore a quella nazionale. La popolazione si raggruppa nei centri urbani soprattutto costieri, mentre le campagne, pur essendo fittamente coltivate, sono poco abitate. Dopo un periodo di forte emigrazione, particolarmente intensa dopo le due guerre mondiali, la regione è diventata oggi meta di immigrazione per albanesi, marocchini e cinesi. Il capoluogoIl capoluogo regionale è Bari, la seconda città dell’Italia meridionale, dopo Napoli, per popolazione e peso economico. È costituita da una parte antica, dalla struttura tipicamente medievale, e da una parte moderna, che ha iniziato a formarsi agli inizi del Novecento. Ha un efficiente quartiere fieristico, attivo tutto l’anno, dove si svolge la Fiera del Levante, uno degli appuntamenti commerciali più importanti del Mediterraneo. L’università, alcune case editrici e i teatri ne dimostrano la vivacità culturale. Foggia Sorge al centro del Tavoliere. È un centro vivace, ben servito dalle vie di comunicazione. Quasi totalmente distrutta dal terremoto nel 1731, si è sviluppata soprattutto nel Novecento. Importanti voci della sua economia sono l’agricoltura e il turismo, che può contare sulle rinomate località balneari del Gargano. Appartengono alla provincia le isole Tremiti e San Giovanni Rotondo, meta di pellegrinaggi. Brindisi Sorge su una penisola tra due insenature che formano il porto interno. È importante per i collegamenti marittimi con la Grecia e il Medio Oriente. Conserva resti greci e romani, chiese medievali ed edifici rinascimentali. La sua economia è fondata sull’agricoltura e sulle industrie di trasformazione. In crescita è il turismo. Barletta, Andria e Trani formano la più giovane provincia della Puglia, istituita nel 2004. Lecce Capoluogo del Salento, è la principale città barocca dell’Italia meridionale. Le sue chiese e i suoi palazzi ricchi di decorazioni scultoree la rendono meta di un crescente afflusso turistico, con il maggior numero regionale di presenze di visitatori dopo Foggia. È inoltre un importante centro agricolo e sede di industrie alimentari, tessili, del legno e del tabacco. Taranto Affacciata sul golfo omonimo, fu la più importante città della Magna Grecia. Oggi è un attivo centro industriale, che risente però della crisi del settore siderurgico. Presso il porto ha sede un’importante base navale militare. Le province Bari (326 344 ab.) Taranto (201 100 ab.) Foggia (151 991 ab.) Andria (100 440 ab.) Barletta (94 814 ab.) Lecce (94 773 ab.) Brindisi (88 302 ab.) Trani (56 217 ab.)
Popolazione e città UNITÀ 16 - Puglia La distribuzione della popolazione In Puglia vivono oltre 4 milioni di persone, con una densità media leggermente superiore a quella nazionale. La popolazione si raggruppa nei centri urbani soprattutto costieri, mentre le campagne, pur essendo fittamente coltivate, sono poco abitate. Dopo un periodo di forte emigrazione, particolarmente intensa dopo le due guerre mondiali, la regione è diventata oggi meta di immigrazione per albanesi, marocchini e cinesi. Il capoluogoIl capoluogo regionale è Bari, la seconda città dell’Italia meridionale, dopo Napoli, per popolazione e peso economico. È costituita da una parte antica, dalla struttura tipicamente medievale, e da una parte moderna, che ha iniziato a formarsi agli inizi del Novecento. Ha un efficiente quartiere fieristico, attivo tutto l’anno, dove si svolge la Fiera del Levante, uno degli appuntamenti commerciali più importanti del Mediterraneo. L’università, alcune case editrici e i teatri ne dimostrano la vivacità culturale. Foggia Sorge al centro del Tavoliere. È un centro vivace, ben servito dalle vie di comunicazione. Quasi totalmente distrutta dal terremoto nel 1731, si è sviluppata soprattutto nel Novecento. Importanti voci della sua economia sono l’agricoltura e il turismo, che può contare sulle rinomate località balneari del Gargano. Appartengono alla provincia le isole Tremiti e San Giovanni Rotondo, meta di pellegrinaggi. Brindisi Sorge su una penisola tra due insenature che formano il porto interno. È importante per i collegamenti marittimi con la Grecia e il Medio Oriente. Conserva resti greci e romani, chiese medievali ed edifici rinascimentali. La sua economia è fondata sull’agricoltura e sulle industrie di trasformazione. In crescita è il turismo.  Barletta, Andria e Trani formano la più giovane provincia della Puglia, istituita nel 2004. Lecce Capoluogo del Salento, è la principale città barocca dell’Italia meridionale. Le sue chiese e i suoi palazzi ricchi di decorazioni scultoree la rendono meta di un crescente afflusso turistico, con il maggior numero regionale di presenze di visitatori dopo Foggia. È inoltre un importante centro agricolo e sede di industrie alimentari, tessili, del legno e del tabacco. Taranto Affacciata sul golfo omonimo, fu la più importante città della Magna Grecia. Oggi è un attivo centro industriale, che risente però della crisi del settore siderurgico. Presso il porto ha sede un’importante base navale militare. Le province Bari (326 344 ab.) Taranto (201 100 ab.) Foggia (151 991 ab.) Andria (100 440 ab.) Barletta (94 814 ab.) Lecce (94 773 ab.) Brindisi (88 302 ab.) Trani (56 217 ab.)