Istruzioni per l'uso

Nadir Geografia per una didattica inclusiva ISTRUZIONI PER L USO Nadir è un punto del cielo che si trova proprio sotto i tuoi piedi! Se immagini infatti che una linea parta da te, attraversi il centro della Terra e si prolunghi dall altra parte del nostro pianeta fino alla volta celeste, ecco che trovi il Nadir! Abbiamo intitolato questo manuale così, perché vogliamo che tu possa farti un idea del mondo come se lo vedessi nel suo insieme (dall alto e dopo averlo attraversato ), e possa così cogliere gli aspetti principali e le relazioni che esistono tra i fenomeni geografici. Un po come se sorvolassi la Terra da un aereo dotato di potenti strumenti di bordo ! E questa è la mappa per orientarti nel testo. Il testo è diviso in unità. All inizio di ogni unità troverai una doppia pagina, intitolata Uno sguardo d insieme, in cui potrai affrontare gli aspetti essenziali del tema trattato. Un mondo di ambienti Videosintesi Sul tuo E-book una Videosintesi ti riproporrà in modo facile e piacevole i contenuti essenziali. 5 Come sarà il clima nel 2100? Probabilmente si innalzeranno le temperature, ci saranno forti cambiamenti climatici, aumenteranno i fenomeni meteorologici estremi, il passaggio dal bello al brutto tempo sarà più brusco. Uno sguardo d insieme 1 UNIT 4 Le attività umane possono provocare gravi danni come il buco dell ozono, ossia l assottigliamento dello strato di ozono che protegge la Terra, o l effetto serra, ossia un eccessivo aumento della temperatura terrestre. 1 Ogni ambiente della Terra presenta condizioni di clima differenti, causate dalla latitudine, dall altitudine, dalla distanza dal mare. 3 Il clima di un ambiente non è sempre un fatto solo naturale: spesso può essere modificato dall intervento dell uomo. 2 Gli elementi del clima sono: l umidità e le precipitazioni, dovute al vapore acqueo contenuto nell aria; la pressione atmosferica, ossia il peso che l aria esercita sulla superficie terrestre; la temperatura, che cambia a seconda della quantità di calore solare che raggiunge la Terra; i venti causati dagli spostamenti di masse d aria. 24 Gli argomenti vengono esplorati nelle pagine successive del manuale, in maniera semplice e sintetica, perché tutti possano capirli. 25 Un mondo di ambienti Le foreste delle zone temperate e fredde UNIT 1 Un mondo di ambienti Le parole della geografia Latifoglie / inglese / francese/ecc... La foresta di latifoglie Nelle regioni costiere dei continenti, il clima è di tipo oceanico, con inverni non troppo freddi, estati fresche e precipitazioni comprese fra i 1000 e i 1500 mm. l anno, distribuite nelle quattro stagioni. In queste zone temperate umide si trovano le foreste di latifoglie, diffuse in entrambi gli emisferi, dove però occupano aree assai meno vaste che in passato. (1) In questi boschi gli alberi prevalenti sono: i faggi e le querce in Europa, i faggi e gli aceri in America settentrionale. Lungo la costa occidentale di quest ultimo continente, dove le piogge sono particolarmente abbondanti, crescono alberi giganteschi come la sequoia e l abete di Douglas, che possono superare i cento metri d altezza. La fauna di queste foreste è ridotta a causa del diboscamento. Sopravvivono tuttavia cervi, cinghiali, volpi, lepri e qualche orso, oltre a varie specie di uccelli. (2) La foresta di conifere Alberi o piante caratterizzate da foglie larghe, di varie forme. 1 sempre più debole, in queste zone l estate è molto breve e l inverno lungo e gelido. La temperatura scende per molto tempo fino a 20-30 gradi sotto lo zero; le precipitazioni sono scarse e di solito concentrate nell estate. Una fitta fascia di boschi, detta foresta boreale o taiga (parola russa che significa foresta ), segna il limite fra le regioni temperate e quelle dell estremo Nord. La foresta si chiama boreale perché si trova solo nel nostro emisfero, dove copre una superficie di ben 15,5 milioni di km , distribuiti fra Scandinavia, Russia, Siberia e Canada. (4) La fauna della taiga è costituita da renne, alci e animali da pelliccia, come visoni, castori, ermellini, ecc. Un esemplare maschio di cervo nobile, presente nelle zone temperate dell emisfero settentrionale. Lavoriamo insieme Un dizionario illustrato ti spiegherà il significato delle parole specifiche della geografia, tradotte nelle lingue principali. Questo planisfero evidenzia in verde le zone del mondo ricoperte dalla foresta boreale o taiga. Sottolinea quali sono le aree maggiormente interessate da questo tipo di ambiente. Stati Uniti, Canada, Australia, Russia, Cina, India, Penisola scandinava, Australia. Nella fascia fredda il posto delle latifoglie è preso, a poco a poco, dalle conifere (abeti, pini, larici), le cui foglie aghiformi resistono meglio alle basse temperature. (3) In effetti, a causa dell insolazione Fissa i concetti 1. Le foreste di latifoglie (alberi come i faggi, le querce e gli aceri) si trovano nelle zone temperate umide. 2. La fauna tipica delle foreste di latifoglie è costituita da cervi, cinghiali, volpi, lepri e varie specie di uccelli. 3. Man mano che si sale verso la fascia fredda, le latifoglie lasciano il posto alle conifere (abeti, pini, larici), le cui foglie a forma di ago resistono meglio al freddo. 4. La foresta boreale o taiga è un ampio territorio che copre parte della Scandinavia, della Russia del Canada e della Siberia. Nella taiga vivono alci, renne e animali da pelliccia. 52 Acero rosso, con chioma tondeggiante e foglia larga. Abete dalla tipica forma triangolare e foglie aghiformi. 53 Qui troverai delle proposte di lavoro da svolgere in gruppo, in cui utilizzerai gli strumenti della geografia (carte, grafici, tabelle ). 8 v1_Presentazione_008_011.indd 8 21/02/18 12:08
Istruzioni per l'uso