L’evoluzione demografica dell’Europa

UNIT 6 L evoluzione demografica dell Europa Il censimento, ieri e oggi Per ragioni pratiche, chi governa uno Stato deve sapere quante persone lo abitano. Così fin dall antichità furono organizzati i censimenti, cioè una raccolta di dati sulla popolazione. L Italia fece il primo censimento nel 1861, l anno della sua unificazione. Da allora, il censimento è stato ripetuto ogni 10 anni. (1) I risultati vengono pubblicati dall Istituto centrale di statistica (ISTAT) che indica il numero, l età, il grado di istruzione, l occupazione degli abitanti: dati molto utili per gli studiosi di demografia, la scienza che si occupa della popolazione, della sua crescita e della sua diminuzione. I movimenti demografici La popolazione di un territorio può aumentare o diminuire. Questo cambiamento si definisce movimento demografico e può avere solo due cause: il rapporto tra nascite e morti e lo spostamento delle persone. In pratica, la popolazione di un territorio può aumentare perché le nascite superano le morti, oppure perché in quel territorio vengono ad abitare degli immigrati. Le nascite e le morti determinano il movimento naturale della popolazione. Il movimento migratorio è invece causato dallo spostamento delle persone. (2) La differenza tra il numero dei nati e quello dei morti si chiama saldo naturale della popolazione; la differenza tra il numero degli immigrati (coloro che arrivano in un Paese) e degli emigrati (coloro che lasciano il proprio Paese) si chiama invece saldo migratorio. (3) Fissa i concetti 1. Il censimento è una raccolta di dati sulla popolazione che lo Stato italiano effettua ogni 10 anni. 2. La popolazione di un territorio può aumentare o diminuire. Questo cambiamento si definisce movimento demografico ed è causato dal rapporto tra nascite e morti (movimento naturale) e lo spostamento delle persone (movimento migratorio). 3. La differenza tra il numero dei nati e quello dei morti si chiama saldo naturale; la differenza tra il numero degli immigrati e degli emigrati si chiama invece saldo migratorio. 4. Il numero degli europei aumentò molto a causa della rivoluzione industriale di fine Ottocento che migliorò le condizioni di vita: nel 2000 gli Europei erano 728 milioni. 5. Negli ultimi 10 anni la popolazione non è cresciuta molto: a causa del calo delle nascite si parla di crescita zero, perché il numero dei nati non supera il numero dei morti. 196 v1_unità6_194_219.indd 196 05/03/18 15:23
L’evoluzione demografica dell’Europa