In primo piano L’importanza dell’acqua

In primo piano L’importanza dell’acqua Risparmiare l’acqua L’acqua è un elemento prezioso per tutte le attività umane. Non solo, infatti, è fondamentale per la sopravvivenza di tutti gli esseri viventi (basti pensare che la metà del nostro corpo è composta da acqua), ma viene anche utilizzata per l’irrigazione dei campi, nell’allevamento, nei processi industriali, nelle attività domestiche. Non tutti i Paesi del mondo possono accedere però alla stessa quantità d’acqua, e soprattutto non sempre l’acqua che si usa è ben impiegata. Vi sono infatti grandi sprechi, che il pianeta non è più in grado di permettersi. Nell’irrigazione dei campi, ad esempio, è inutilizzato dal 40 al 60% dell’acqua versata, che evapora prima di essere assorbita dalle piante. Altri sprechi notevoli sono dovuti alla dispersione che avviene nel trasporto dell’acqua, spesso convogliata da condutture vecchie e maltenute. I consumi domesticiIn media ogni abitante della Terra consuma 600 metri cubi di acqua l’anno, di cui 50 di acqua potabile: circa 164 litri il giorno. Queste cifre, però variano notevolmente da un Paese all’altro: un americano consuma quasi 600 litri al giorno, contro i 250-350 litri di un europeo, i 50-100 litri degli abitanti dell’Asia e dell’America latina e i 10-40 litri di un africano (A). Nei Paesi occidentali l’acqua potabile per il 99% viene utilizzata per usi sanitari e solo l’1% viene bevuta. Spesso risparmiare acqua non comporta grandi rinunce, ma semplicemente un atteggiamento più attento all’ambiente. Inoltre il risparmio dovrebbe esserci suggerito dal rispetto per tutte le persone che non ne hanno neppure a sufficienza per vivere. Gli Italiani sono i maggiori consumatori europei di acqua corrente. Ben poca di quest’acqua viene bevuta: infatti il consumo annuo di acqua minerale imbottigliata è di 182 litri a testa, il più alto del mondo. Ma quanto costa l’acqua potabile? In media la tariffa è di 1,10 euro al metro cubo, costo però che varia da città a città. L’acqua è più economica a Isernia e Campobasso (1,05 euro al metro cubo) e raggiunge il prezzo più alto a Napoli (1,33 euro). Come risparmiare l’acqua potabile? Ti suggeriamo alcune facili azioni che ti potrebbero far risparmiare parecchia acqua potabile: • usa l’acqua più volte; ad esempio quando lavi le verdure conserva l’acqua e utilizzala per bagnare il giardino o i vasi di fiori sul balcone; • per lavarti preferisci la doccia al bagno; • chiudi il rubinetto mentre ti insaponi o ti lavi i denti; • prima di andare a dormire controlla che tutti i rubinetti siano chiusi, per evitare perdite d’acqua durante la notte. A. Utilizzo di acqua potabile pro capite (litri al giorno) Un sistema di irrigazione circolare con pivot centrale, che permette una maggiore automazione e un più elevato risparmio di acqua rispetto ad altri sistemi. Geoinrete Cerca in Internet quanti litri di acqua occorrono per produrre un paio di jeans, uno smartphone, un chilo di carne e prendi nota delle quantità.
In primo piano L’importanza dell’acqua Risparmiare l’acqua L’acqua è un elemento prezioso per tutte le attività umane. Non solo, infatti, è fondamentale per la sopravvivenza di tutti gli esseri viventi (basti pensare che la metà del nostro corpo è composta da acqua), ma viene anche utilizzata per l’irrigazione dei campi, nell’allevamento, nei processi industriali, nelle attività domestiche. Non tutti i Paesi del mondo possono accedere però alla stessa quantità d’acqua, e soprattutto non sempre l’acqua che si usa è ben impiegata. Vi sono infatti grandi sprechi, che il pianeta non è più in grado di permettersi. Nell’irrigazione dei campi, ad esempio, è inutilizzato dal 40 al 60% dell’acqua versata, che evapora prima di essere assorbita dalle piante. Altri sprechi notevoli sono dovuti alla dispersione che avviene nel trasporto dell’acqua, spesso convogliata da condutture vecchie e maltenute. I consumi domesticiIn media ogni abitante della Terra consuma 600 metri cubi di acqua l’anno, di cui 50 di acqua potabile: circa 164 litri il giorno. Queste cifre, però variano notevolmente da un Paese all’altro: un americano consuma quasi 600 litri al giorno, contro i 250-350 litri di un europeo, i 50-100 litri degli abitanti dell’Asia e dell’America latina e i 10-40 litri di un africano (A). Nei Paesi occidentali l’acqua potabile per il 99% viene utilizzata per usi sanitari e solo l’1% viene bevuta. Spesso risparmiare acqua non comporta grandi rinunce, ma semplicemente un atteggiamento più attento all’ambiente. Inoltre il risparmio dovrebbe esserci suggerito dal rispetto per tutte le persone che non ne hanno neppure a sufficienza per vivere. Gli Italiani sono i maggiori consumatori europei di acqua corrente. Ben poca di quest’acqua viene bevuta: infatti il consumo annuo di acqua minerale imbottigliata è di 182 litri a testa, il più alto del mondo. Ma quanto costa l’acqua potabile? In media la tariffa è di 1,10 euro al metro cubo, costo però che varia da città a città. L’acqua è più economica a Isernia e Campobasso (1,05 euro al metro cubo) e raggiunge il prezzo più alto a Napoli (1,33 euro). Come risparmiare l’acqua potabile? Ti suggeriamo alcune facili azioni che ti potrebbero far risparmiare parecchia acqua potabile: • usa l’acqua più volte; ad esempio quando lavi le verdure conserva l’acqua e utilizzala per bagnare il giardino o i vasi di fiori sul balcone; • per lavarti preferisci la doccia al bagno; • chiudi il rubinetto mentre ti insaponi o ti lavi i denti; • prima di andare a dormire controlla che tutti i rubinetti siano chiusi, per evitare perdite d’acqua durante la notte. A. Utilizzo di acqua potabile pro capite (litri al giorno) Un sistema di irrigazione circolare con pivot centrale, che permette una maggiore automazione e un più elevato risparmio di acqua rispetto ad altri sistemi. Geoinrete Cerca in Internet quanti litri di acqua occorrono per produrre un paio di jeans, uno smartphone, un chilo di carne e prendi nota delle quantità.