Il ciclo dell’acqua

Il ciclo dell’acqua UNITÀ 1 - L’uomo e il mare Dal vapore acqueo alle precipitazioni L’acqua è fondamentale per la salute della Terra: senz’acqua, infatti, non c’è vita. (1) L’acqua è presente sulla Terra in tutti e tre gli stati: liquido (per esempio nei fiumi e nei mari), solido (nei ghiacciai) e gassoso (nell’aria). (2) Anzi, si rinnova proprio passando da uno stato all’altro. Questi passaggi sono all’origine del ciclo dell’acqua, che si sviluppa attraverso tre tappe: • evaporazione; • condensazione; • precipitazioni. (3)Quando le gocce che formano le nuvole (costituite da vapore acqueo, cioè dall’acqua allo stato gassoso) incontrano correnti d’aria fredda assumono forma di pioggia, grandine o neve (a seconda della temperatura dell’aria). L’acqua che cade al suolo durante le precipitazioni si raccoglie poi nel mare, nei fiumi, nei laghi o si infiltra nel terreno. A questo punto il ciclo dell’acqua può avere un nuovo inizio. (4) Alterazioni nel ciclo dell’acqua possono provocare siccità (scarsità di piogge e aridità del suolo) o alluvioni (conseguenza di piogge eccessive). Circa il 68% dell’acqua dolce presente sulla Terra si trova allo stato solido nei ghiacciai, nelle nevi perenni e nelle calotte polari. Fissa i concetti 1. Senz’acqua non c’è vita sulla Terra. 2. Sulla Terra, l’acqua è presente allo stato liquido (mari e fiumi), solido (ghiacciai), gassoso (nell’aria). 3. Il ciclo dell’acqua si svolge in tre tappe: evaporazione, condensazione e precipitazioni. 4. Le nuvole, costituite da vapore acqueo, incontrando aria fredda si condensano e cadono al suolo sotto forma di pioggia e grandine, raccogliendosi nei mari e nel terreno; dalla terra o dal mare l’acqua evapora e ricomincia il ciclo. Le parole della geografia Condensazione / Condensation / Condensación / Kondensim / Condensare / 凝结 / التكثيف È il passaggio di una sostanza dallo stato di vapore allo stato liquido: è il contrario dell’evaporazione. È un passaggio di stato dovuto a una sottrazione di calore, cioè a un raffreddamento originato da una causa esterna. Lavoriamo insieme Il ciclo dell’acqua 1 Precipitazioni: quando incontrano correnti d’aria fredda, le gocce che formano le nubi si ingrossano, diventano più pesanti e cadono al suolo sotto forma di pioggia, neve o grandine. 2 Evaporazione: è il passaggio dell’acqua dallo stato liquido a quello gassoso. 3 Condensazione: è la trasformazione del vapore acqueo in piccolissime gocce che formano le nubi. 4 Acque sotterranee: quando l’acqua che filtra nel terreno incontra uno strato impermeabile. Osserva con attenzione la tavola sul ciclo dell’acqua: scrivi qui di seguito tutte le forme in cui l’acqua si presenta Quanta acqua si trova sulla Terra? Sul nostro pianeta si trovano 1400 chilometri cubi di acqua. Una quantità talmente grande, che è difficile persino immaginarla. In gran parte si tratta però di acqua salata (97%) o ghiacciata (2%). Solo l’1% è acqua dolce e allo stato liquido. Questa riserva idrica non è inesauribile: solo in parte, infatti, viene rinnovata con il “ciclo dell’acqua”. Ciò significa che la quantità di acqua dolce di cui disporremo nel futuro sarà sempre minore. Un dato mostra chiaramente che ci troviamo di fronte a un’emergenza: nel 1950 la riserva idrica per abitante della Terra era di 16 800 m3, nel 2000 di 7300 m3 e nel 2025 si ridurrà a 4800 m3. La soglia al di sotto della quale la carenza d’acqua minaccia l’alimentazione umana e lo sviluppo economico è indicata in 1000 m3.
Il ciclo dell’acqua UNITÀ 1 - L’uomo e il mare Dal vapore acqueo alle precipitazioni L’acqua è fondamentale per la salute della Terra: senz’acqua, infatti, non c’è vita. (1) L’acqua è presente sulla Terra in tutti e tre gli stati: liquido (per esempio nei fiumi e nei mari), solido (nei ghiacciai) e gassoso (nell’aria). (2) Anzi, si rinnova proprio passando da uno stato all’altro. Questi passaggi sono all’origine del ciclo dell’acqua, che si sviluppa attraverso tre tappe: • evaporazione; • condensazione; • precipitazioni. (3)Quando le gocce che formano le nuvole (costituite da vapore acqueo, cioè dall’acqua allo stato gassoso) incontrano correnti d’aria fredda assumono forma di pioggia, grandine o neve (a seconda della temperatura dell’aria). L’acqua che cade al suolo durante le precipitazioni si raccoglie poi nel mare, nei fiumi, nei laghi o si infiltra nel terreno. A questo punto il ciclo dell’acqua può avere un nuovo inizio. (4) Alterazioni nel ciclo dell’acqua possono provocare siccità (scarsità di piogge e aridità del suolo) o alluvioni (conseguenza di piogge eccessive). Circa il 68% dell’acqua dolce presente sulla Terra si trova allo stato solido nei ghiacciai, nelle nevi perenni e nelle calotte polari. Fissa i concetti 1. Senz’acqua non c’è vita sulla Terra. 2. Sulla Terra, l’acqua è presente allo stato liquido (mari e fiumi), solido (ghiacciai), gassoso (nell’aria). 3. Il ciclo dell’acqua si svolge in tre tappe: evaporazione, condensazione e precipitazioni. 4. Le nuvole, costituite da vapore acqueo, incontrando aria fredda si condensano e cadono al suolo sotto forma di pioggia e grandine, raccogliendosi nei mari e nel terreno; dalla terra o dal mare l’acqua evapora e ricomincia il ciclo. Le parole della geografia Condensazione / Condensation / Condensación / Kondensim / Condensare / 凝结 / التكثيف È il passaggio di una sostanza dallo stato di vapore allo stato liquido: è il contrario dell’evaporazione. È un passaggio di stato dovuto a una sottrazione di calore, cioè a un raffreddamento originato da una causa esterna. Lavoriamo insieme Il ciclo dell’acqua 1 Precipitazioni: quando incontrano correnti d’aria fredda, le gocce che formano le nubi si ingrossano, diventano più pesanti e cadono al suolo sotto forma di pioggia, neve o grandine. 2 Evaporazione: è il passaggio dell’acqua dallo stato liquido a quello gassoso. 3 Condensazione: è la trasformazione del vapore acqueo in piccolissime gocce che formano le nubi. 4 Acque sotterranee: quando l’acqua che filtra nel terreno incontra uno strato impermeabile. Osserva con attenzione la tavola sul ciclo dell’acqua: scrivi qui di seguito tutte le forme in cui l’acqua si presenta Quanta acqua si trova sulla Terra? Sul nostro pianeta si trovano 1400 chilometri cubi di acqua. Una quantità talmente grande, che è difficile persino immaginarla. In gran parte si tratta però di acqua salata (97%) o ghiacciata (2%). Solo l’1% è acqua dolce e allo stato liquido. Questa riserva idrica non è inesauribile: solo in parte, infatti, viene rinnovata con il “ciclo dell’acqua”. Ciò significa che la quantità di acqua dolce di cui disporremo nel futuro sarà sempre minore. Un dato mostra chiaramente che ci troviamo di fronte a un’emergenza: nel 1950 la riserva idrica per abitante della Terra era di 16 800 m3, nel 2000 di 7300 m3 e nel 2025 si ridurrà a 4800 m3. La soglia al di sotto della quale la carenza d’acqua minaccia l’alimentazione umana e lo sviluppo economico è indicata in 1000 m3.