1. L’uomo e il mare

Uno sguardo d’insieme UNITÀ 1 L’uomo e il mare 1 Il tempo atmosferico è il tempo che fa oggi in un certo luogo; il clima è la media dei tempi atmosferici, cioè il tempo che fa di solito in quella località. 2 I fattori che determinano il clima sono la latitudine (la distanza dall’Equatore), l’altitudine sul livello del mare, la presenza di grandi masse d’acqua, le correnti marine. 3 L’acqua (del mare, dei laghi, dei fiumi) riscaldata dai raggi solari si trasforma in vapore acqueo; le goccioline di vapore formano le nuvole che, incontrando aria fredda, si condensano e precipitano sotto forma di pioggia, neve o grandine. 4 I mari nacquero quando la crosta terrestre cominciò a solidificarsi e dai vulcani uscì il vapore acqueo; negli strati alti dell’atmosfera il vapore si condensò trasformandosi in acqua che precipitò sulla Terra. 5 I mari si muovono quando soffia il vento e la superficie si solleva formando le onde, quando il livello si alza e si abbassa per effetto dell’attrazione lunare, o sotto l’effetto delle correnti. 6 Dove il mare incontra la Terra ci sono le coste, che possono essere sabbiose o rocciose, alte o basse, frastagliate. A seconda del tipo di coste, l’attività dell’uomo può essere favorita o ostacolata. 7 L’uomo provoca danni al mare attraverso l’inquinamento (rifiuti delle città, petrolio) o a causa dei metodi di pesca non rispettosi dell’ambiente marino.
Uno sguardo d’insieme UNITÀ 1 L’uomo e il mare 1 Il tempo atmosferico è il tempo che fa oggi in un certo luogo; il clima è la media dei tempi atmosferici, cioè il tempo che fa di solito in quella località. 2 I fattori che determinano il clima sono la latitudine (la distanza dall’Equatore), l’altitudine sul livello del mare, la presenza di grandi masse d’acqua, le correnti marine. 3 L’acqua (del mare, dei laghi, dei fiumi) riscaldata dai raggi solari si trasforma in vapore acqueo; le goccioline di vapore formano le nuvole che, incontrando aria fredda, si condensano e precipitano sotto forma di pioggia, neve o grandine. 4 I mari nacquero quando la crosta terrestre cominciò a solidificarsi e dai vulcani uscì il vapore acqueo; negli strati alti dell’atmosfera il vapore si condensò trasformandosi in acqua che precipitò sulla Terra.  5 I mari si muovono quando soffia il vento e la superficie si solleva formando le onde, quando il livello si alza e si abbassa per effetto dell’attrazione lunare, o sotto l’effetto delle correnti. 6 Dove il mare incontra la Terra ci sono le coste, che possono essere sabbiose o rocciose, alte o basse, frastagliate. A seconda del tipo di coste, l’attività dell’uomo può essere favorita o ostacolata. 7 L’uomo provoca danni al mare attraverso l’inquinamento (rifiuti delle città, petrolio) o a causa dei metodi di pesca non rispettosi dell’ambiente marino.