Competenti in geografia Compito di realtà

Compito di realtà Certificazione delle competenze COMPETENTI IN GEOGRAFIA ADOTTIAMO UN PARCO In questo anno scolastico, dallo studio della geografia hai imparato molte cose: • hai scoperto come un territorio sia un sistema complesso e in evoluzione, frutto dell’interazione tra diversi fattori; • hai imparato a utilizzare le carte fisiche e tematiche; • hai imparato a ricercare e organizzare informazioni diverse. Metti alla prova quanto ciò che hai scoperto e hai imparato a fare è diventato parte in modo stabile del tuo “bagaglio culturale” personale, che potrai utilizzare in tante situazioni, sia nella scuola, sia nella vita di tutti i giorni. Scopri cioè quanto sei diventato competente non solo in geografia, ma anche in altre discipline studiate nel tuo curricolo scolastico. La situazione: “Adottate” un parco della vostra città o del vostro paese, per studiarlo e per contribuire a mantenerlo sano. Il prodotto finale: L’organizzazione di un’operazione di bonifica, che coinvolga e sensibilizzi la popolazione locale ai problemi ambientali. Conoscenze attivate: • conoscenza del territorio • conoscenza delle scienze • conoscenza della lingua italiana Abilità attivate: • capacità di esprimersi in modo sintetico e chiaro • capacità di ricercare e selezionare informazioni • capacità di analizzare e rappresentare il territorio in modo simbolico • capacità di utilizzare gli strumenti digitali • capacità di utilizzare i social media per raggiungere e coinvolgere potenziali referenti • capacità di interagire con gli altri Competenze chiave: • consapevolezza ed espressione culturale • comunicazione nella madrelingua • competenze digitali • competenze sociali e civiche • spirito di iniziativa e imprenditorialità Discipline coinvolte: Geografia Scienze Italiano Tecnologia Strumenti utilizzati: internet, macchina fotografica o cellulare, computer, libri Tempi: 10 ore 1 ora - Lavoro in classe 3 ore - Osservazione sul campo (a gruppi) 3 ore - Lavoro a gruppi 3 ore - Lavoro in classe FASE 1: LAVORO IN CLASSE TEMPO PREVISTO: 1 ORA La prima fase di lavoro consiste nell’individuare un’area naturalistica della vostra città o del vostro paese, che necessiti di un intervento di bonifica o di risanamento. Ciascuno di voi, sulla base delle proprie conoscenze ed esperienze, proporrà uno spazio che a suo parere richieda un intervento. Uno di voi appunterà i luoghi emersi. Insieme, sceglierete poi il luogo su cui vi sembra più opportuno e necessario operare. Stabilite insieme quanto tempo occorrerà per realizzare il vostro intervento, le fasi e le modalità di lavoro. Alla pagina precedente, trovate un’ipotesi di “tabella di marcia” delle diverse fasi del lavoro, che potrete adattare alle esigenze della vostra classe. Allo stesso modo, nella tabella della pagina precedente trovate un suggerimento delle modalità con cui svolgere il lavoro: nel gruppo classe o in gruppi più piccoli. Anche in questo caso, valutate insieme se è più opportuno per voi organizzare il lavoro con altre modalità. In queste pagine vi suggeriamo un possibile percorso, che potrete adattare alle esigenze della vostra classe. FASE 2: OSSERVAZIONE SUL CAMPO (A GRUPPI) TEMPO PREVISTO: 3 ORE Questa fase del lavoro prevede una ricognizione del luogo che avete scelto come oggetto del vostro intervento di risanamento, allo scopo di raccogliere tutte le informazioni utili. Per poter focalizzare meglio l’attenzione sugli aspetti di interesse, dividetevi in tre gruppi: • Il gruppo A avrà come compito specifico la misurazione e la rappresentazione del territorio. L’obiettivo della ricognizione sarà ricavare tutti i dati necessari per poter rappresentare il luogo scelto su una mappa. Potrete aiutarvi con strumenti di misurazione, anche digitali (nel caso disponiate di uno smartphone potete scaricare una delle applicazioni che vi permettono di calcolare le distanze a piedi tra due punti). Potrete anche effettuare fotografie e schizzi del territorio. • Il gruppo B avrà l’obiettivo di raccogliere tutte le informazioni che riguardano l’ambiente naturale. Dovrete cioè osservare e descrivere quale tipo di vegetazione è presente, in che misura, e se vi si trova anche fauna selvatica. Anche in questo caso potrete far uso di fotografie e di schizzi, che vi saranno utili per poter poi riportare sulla mappa fisica del luogo realizzata dal gruppo A tutti gli elementi di tipo ambientale. • Il gruppo C, infine, raccoglierà tutti i dati che si riferiscono ai fattori inquinanti. Dovrete cioè censire il tipo di rifiuti presente, descrivere in generale la quantità di rifiuti e dove sono collocati in prevalenza, indicare quali sono i rifiuti maggiormente presenti. FASE 3: LAVORO IN CLASSE (A GRUPPI) TEMPO PREVISTO: 3 ORE In questa fase, i gruppi porteranno a termine il lavoro iniziato con l’osservazione sul campo: • Il gruppo A realizzerà una mappa del parco adottato, utilizzando i dati raccolti e reperendo eventualmente altre informazioni su internet. La mappa dovrà anche indicare dove si trova il parco rispetto al centro abitato e a quale uso è destinato (parco giochi, giardino botanico ecc.) • Il gruppo B analizzerà i dati raccolti (foto, schizzi, descrizioni…) con l’aiuto di testi di botanica o di internet, in modo da individuare in modo più preciso le specie vegetali e animali presenti nel parco. Riporterà poi sulla mappa realizzata dal gruppo A i dati raccolti riferiti alla flora, mentre compilerà una tabella riguardante le specie animali identificate. • Il gruppo C raccoglierà informazioni sul tempo di smaltimento dei rifiuti che sono stati censiti nel parco e sui danni che ciascun tipo di rifiuto causa alle piante e agli animali che sono presenti nel territorio. Utilizzerà poi i dati raccolti per realizzare un cartellone che sensibilizzi la popolazione alla tutela dell’ambiente. FASE 4: LAVORO IN CLASSE TEMPO PREVISTO: 3 ORE Utilizzando i materiali che avete realizzato, organizzate un’operazione di raccolta rifiuti nel parco adottato, che preveda il coinvolgimento della popolazione locale. Individuate una data possibile, e scrivete insieme una lettera all’amministrazione locale per poter concretizzare il vostro intervento. Stendete poi un comunicato stampa in cui spiegate i motivi dell’iniziativa e invitate la popolazione a partecipare; allegate al comunicato stampa la fotografia della mappa del parco e del cartellone che avete realizzato e inviatelo ai giornali locali. Pubblicate sul sito della vostra scuola la notizia dell’evento e i materiali che avete realizzato. IL TUO “Diario di Bordo” Perché tu possa valutare bene il tuo percorso scolastico e capire quali risultati hai raggiunto e su quali aspetti puoi migliorare il tuo impegno è importante che osservi con attenzione tutte le fasi del tuo lavoro, annotando impressioni, difficoltà, punti di forza. Tieni cioè il tuo “diario di bordo”. Può esserti utile compilare questa tabella a mano a mano che procedi nel lavoro: QUALI ASPETTI DEL LAVORO HO TROVATO PARTICOLARMENTE APPASSIONANTI QUALI ASPETTI DEL LAVORO HO TROVATO PIÙ DIFFICILI O NOIOSI COME SONO RIUSCITO A LAVORARE CON GLI ALTRI E QUALI SONO LE EVENTUALI DIFFICOLTÀ CHE HO INCONTRATO COM’È STATA LA MIA PARTECIPAZIONE AL LAVORO IN CLASSE QUAL È STATO IL MIO CONTRIBUTO PIÙ SIGNIFICATIVO AL LAVORO DI GRUPPO COME VALUTO COMPLESSIVAMENTE IL RISULTATO DEL MIO LAVORO CHE COSA CAMBIEREI SE DOVESSI RICOMINCIARE IL LAVORO DA CAPO
Compito di realtà Certificazione delle competenze COMPETENTI IN GEOGRAFIA ADOTTIAMO UN PARCO In questo anno scolastico, dallo studio della geografia hai imparato molte cose: • hai scoperto come un territorio sia un sistema complesso e in evoluzione, frutto dell’interazione tra diversi fattori; • hai imparato a utilizzare le carte fisiche e tematiche; • hai imparato a ricercare e organizzare informazioni diverse. Metti alla prova quanto ciò che hai scoperto e hai imparato a fare è diventato parte in modo stabile del tuo “bagaglio culturale” personale, che potrai utilizzare in tante situazioni, sia nella scuola, sia nella vita di tutti i giorni. Scopri cioè quanto sei diventato competente non solo in geografia, ma anche in altre discipline studiate nel tuo curricolo scolastico. La situazione: “Adottate” un parco della vostra città o del vostro paese, per studiarlo e per contribuire a mantenerlo sano. Il prodotto finale: L’organizzazione di un’operazione di bonifica, che coinvolga e sensibilizzi la popolazione locale ai problemi ambientali. Conoscenze attivate: • conoscenza del territorio • conoscenza delle scienze • conoscenza della lingua italiana Abilità attivate: • capacità di esprimersi in modo sintetico e chiaro • capacità di ricercare e selezionare informazioni • capacità di analizzare e rappresentare il territorio in modo simbolico • capacità di utilizzare gli strumenti digitali • capacità di utilizzare i social media per raggiungere e coinvolgere potenziali referenti • capacità di interagire con gli altri Competenze chiave: • consapevolezza ed espressione culturale • comunicazione nella madrelingua • competenze digitali • competenze sociali e civiche • spirito di iniziativa e imprenditorialità Discipline coinvolte: Geografia Scienze Italiano Tecnologia Strumenti utilizzati: internet, macchina fotografica o cellulare, computer, libri Tempi: 10 ore 1 ora - Lavoro in classe 3 ore - Osservazione sul campo (a gruppi) 3 ore - Lavoro a gruppi 3 ore - Lavoro in classe FASE 1: LAVORO IN CLASSE TEMPO PREVISTO: 1 ORA La prima fase di lavoro consiste nell’individuare un’area naturalistica della vostra città o del vostro paese, che necessiti di un intervento di bonifica o di risanamento. Ciascuno di voi, sulla base delle proprie conoscenze ed esperienze, proporrà uno spazio che a suo parere richieda un intervento. Uno di voi appunterà i luoghi emersi. Insieme, sceglierete poi il luogo su cui vi sembra più opportuno e necessario operare. Stabilite insieme quanto tempo occorrerà per realizzare il vostro intervento, le fasi e le modalità di lavoro. Alla pagina precedente, trovate un’ipotesi di “tabella di marcia” delle diverse fasi del lavoro, che potrete adattare alle esigenze della vostra classe. Allo stesso modo, nella tabella della pagina precedente trovate un suggerimento delle modalità con cui svolgere il lavoro: nel gruppo classe o in gruppi più piccoli. Anche in questo caso, valutate insieme se è più opportuno per voi organizzare il lavoro con altre modalità. In queste pagine vi suggeriamo un possibile percorso, che potrete adattare alle esigenze della vostra classe. FASE 2: OSSERVAZIONE SUL CAMPO (A GRUPPI) TEMPO PREVISTO: 3 ORE Questa fase del lavoro prevede una ricognizione del luogo che avete scelto come oggetto del vostro intervento di risanamento, allo scopo di raccogliere tutte le informazioni utili. Per poter focalizzare meglio l’attenzione sugli aspetti di interesse, dividetevi in tre gruppi: • Il gruppo A avrà come compito specifico la misurazione e la rappresentazione del territorio. L’obiettivo della ricognizione sarà ricavare tutti i dati necessari per poter rappresentare il luogo scelto su una mappa. Potrete aiutarvi con strumenti di misurazione, anche digitali (nel caso disponiate di uno smartphone potete scaricare una delle applicazioni che vi permettono di calcolare le distanze a piedi tra due punti). Potrete anche effettuare fotografie e schizzi del territorio. • Il gruppo B avrà l’obiettivo di raccogliere tutte le informazioni che riguardano l’ambiente naturale. Dovrete cioè osservare e descrivere quale tipo di vegetazione è presente, in che misura, e se vi si trova anche fauna selvatica. Anche in questo caso potrete far uso di fotografie e di schizzi, che vi saranno utili per poter poi riportare sulla mappa fisica del luogo realizzata dal gruppo A tutti gli elementi di tipo ambientale. • Il gruppo C, infine, raccoglierà tutti i dati che si riferiscono ai fattori inquinanti. Dovrete cioè censire il tipo di rifiuti presente, descrivere in generale la quantità di rifiuti e dove sono collocati in prevalenza, indicare quali sono i rifiuti maggiormente presenti. FASE 3: LAVORO IN CLASSE (A GRUPPI) TEMPO PREVISTO: 3 ORE In questa fase, i gruppi porteranno a termine il lavoro iniziato con l’osservazione sul campo: • Il gruppo A realizzerà una mappa del parco adottato, utilizzando i dati raccolti e reperendo eventualmente altre informazioni su internet. La mappa dovrà anche indicare dove si trova il parco rispetto al centro abitato e a quale uso è destinato (parco giochi, giardino botanico ecc.) • Il gruppo B analizzerà i dati raccolti (foto, schizzi, descrizioni…) con l’aiuto di testi di botanica o di internet, in modo da individuare in modo più preciso le specie vegetali e animali presenti nel parco. Riporterà poi sulla mappa realizzata dal gruppo A i dati raccolti riferiti alla flora, mentre compilerà una tabella riguardante le specie animali identificate. • Il gruppo C raccoglierà informazioni sul tempo di smaltimento dei rifiuti che sono stati censiti nel parco e sui danni che ciascun tipo di rifiuto causa alle piante e agli animali che sono presenti nel territorio. Utilizzerà poi i dati raccolti per realizzare un cartellone che sensibilizzi la popolazione alla tutela dell’ambiente. FASE 4: LAVORO IN CLASSE TEMPO PREVISTO: 3 ORE Utilizzando i materiali che avete realizzato, organizzate un’operazione di raccolta rifiuti nel parco adottato, che preveda il coinvolgimento della popolazione locale. Individuate una data possibile, e scrivete insieme una lettera all’amministrazione locale per poter concretizzare il vostro intervento. Stendete poi un comunicato stampa in cui spiegate i motivi dell’iniziativa e invitate la popolazione a partecipare; allegate al comunicato stampa la fotografia della mappa del parco e del cartellone che avete realizzato e inviatelo ai giornali locali. Pubblicate sul sito della vostra scuola la notizia dell’evento e i materiali che avete realizzato. IL TUO “Diario di Bordo” Perché tu possa valutare bene il tuo percorso scolastico e capire quali risultati hai raggiunto e su quali aspetti puoi migliorare il tuo impegno è importante che osservi con attenzione tutte le fasi del tuo lavoro, annotando impressioni, difficoltà, punti di forza. Tieni cioè il tuo “diario di bordo”. Può esserti utile compilare questa tabella a mano a mano che procedi nel lavoro: QUALI ASPETTI DEL LAVORO HO TROVATO PARTICOLARMENTE APPASSIONANTI   QUALI ASPETTI DEL LAVORO HO TROVATO PIÙ DIFFICILI O NOIOSI   COME SONO RIUSCITO A LAVORARE CON GLI ALTRI E QUALI SONO LE EVENTUALI DIFFICOLTÀ CHE HO INCONTRATO   COM’È STATA LA MIA PARTECIPAZIONE AL LAVORO IN CLASSE   QUAL È STATO IL MIO CONTRIBUTO PIÙ SIGNIFICATIVO AL LAVORO DI GRUPPO   COME VALUTO COMPLESSIVAMENTE IL RISULTATO DEL MIO LAVORO   CHE COSA CAMBIEREI SE DOVESSI RICOMINCIARE IL LAVORO DA CAPO