NADIR VOLUME 1

La popolazione europea UNITÀ 6 - Le conoscenze fondamentali STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Esistono più lingue che Stati? Fra le lingue che si parlano in Europa esiste una certa somiglianza, perché sono quasi tutte d’origine indoeuropea. In Europa l’antica lingua indoeuropea si divise in tre grandi famiglie: - le lingue neolatine o romanze derivanti dalla fusione del latino con le parlate locali; - le lingue germaniche diffuse dai popoli del nord dopo la caduta dell’Impero romano; - le lingue slave parlate dai popoli dell’Europa orientale. In Europa si parlano anche alcune lingue di origine non indoeuropea, parlate da popolazioni immigrate in Europa dall’Asia, cioè da finlandesi, lapponi, estoni, ungheresi e turchi della Tracia. Altre lingue di origine indoeuropea sono: il greco, l’albanese, il lettone, il lituano e il gruppo delle lingue celtiche. Indica con una crocetta il giusto completamento. 1. Tra le lingue europee esiste una certa somiglianza, perché sono quasi tutte d’origine: ☐ indoeuropea ☐ extraeuropea 2. Le lingue neolatine o romanze derivano dalla fusione del latino: ☐ con le parlate locali ☐ con la lingua etrusca 3. In Europa si parlano anche alcune lingue di origine non indoeuropea, parlate da popolazioni: ☐ immigrate in Europa dall’Africa ☐ immigrate in Europa dall’Asia PROVA TU Inserisci nella tabella le lingue scelte tra quelle elencate, scrivendole nella colonna della famiglia alla quale appartengono: bulgaro - inglese - italiano - macedone - olandese - francese - sloveno - tedesco - spagnolo - polacco - norvegese - rumeno - russo - svedese - portoghese Che cosa significa? Lingua indoeuropea: è un’antica lingua, forse originaria delle steppe tra Urali e Mar Nero, che si è successivamente diffusa in una vasta regione, compresa tra l’Europa e l’India. Lingue celtiche: gruppo di lingue indoeuropee occidentali, sviluppato nell’antica Gallia, che sopravvive oggi in Bretagna, in Irlanda, in Scozia e in Galles.
La popolazione europea UNITÀ 6 - Le conoscenze fondamentali STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Esistono più lingue che Stati? Fra le lingue che si parlano in Europa esiste una certa somiglianza, perché sono quasi tutte d’origine indoeuropea. In Europa l’antica lingua indoeuropea si divise in tre grandi famiglie: - le lingue neolatine o romanze derivanti dalla fusione del latino con le parlate locali; - le lingue germaniche diffuse dai popoli del nord dopo la caduta dell’Impero romano; - le lingue slave parlate dai popoli dell’Europa orientale. In Europa si parlano anche alcune lingue di origine non indoeuropea, parlate da popolazioni immigrate in Europa dall’Asia, cioè da finlandesi, lapponi, estoni, ungheresi e turchi della Tracia. Altre lingue di origine indoeuropea sono: il greco, l’albanese, il lettone, il lituano e il gruppo delle lingue celtiche. Indica con una crocetta il giusto completamento. 1. Tra le lingue europee esiste una certa somiglianza, perché sono quasi tutte d’origine: ☐ indoeuropea ☐ extraeuropea 2. Le lingue neolatine o romanze derivano dalla fusione del latino: ☐ con le parlate locali ☐ con la lingua etrusca 3. In Europa si parlano anche alcune lingue di origine non indoeuropea, parlate da popolazioni: ☐ immigrate in Europa dall’Africa ☐ immigrate in Europa dall’Asia PROVA TU Inserisci nella tabella le lingue scelte tra quelle elencate, scrivendole nella colonna della famiglia alla quale appartengono: bulgaro - inglese - italiano - macedone - olandese - francese - sloveno - tedesco - spagnolo - polacco - norvegese - rumeno - russo - svedese - portoghese Che cosa significa? Lingua indoeuropea: è un’antica lingua, forse originaria delle steppe tra Urali e Mar Nero, che si è successivamente diffusa in una vasta regione, compresa tra l’Europa e l’India. Lingue celtiche: gruppo di lingue indoeuropee occidentali, sviluppato nell’antica Gallia, che sopravvive oggi in Bretagna, in Irlanda, in Scozia e in Galles.