NADIR VOLUME 1

II Mediterraneo UNITÀ 5 - Le conoscenze fondamentali STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Quali venti soffiano sull’Italia? La differenza di pressione atmosferica (cioè del peso dell’aria) fra due masse d’aria provoca il vento. È il Sole che scalda le masse d’aria in modo diverso: di qui la differenza di pressione e, come conseguenza, lo spostamento delle masse d’aria fredda verso quelle calde e, quindi, il vento. Sono numerosi i venti che interessano l’Italia, sia per la sua posizione in mezzo al Mediterraneo sia per la sua forma allungata. I più importanti sono: il Maestrale, la Tramontana, la Bora, il Levante, lo Scirocco, l’Austro, il Libeccio, il Ponentino. La bora è un vento freddo e violento che soffia da nord-est verso l’Adriatico settentrionale. Può arrivare a 100 km/h. Il ponentino è una fresca brezza proveniente da ovest, che spira sulle coste del Lazio. La velocità del vento è determinata dalla differenza di temperatura tra le masse d’aria calda e quelle di aria fredda: più è grande è più è forte il vento. Indica con una crocetta il giusto completamento. 1. Il vento è provocato dalla differenza di pressione atmosferica: ☐ tra due masse d’aria ☐ tra due aree con la stessa temperatura dell’aria 2. L’Italia è interessata da numerosi venti a causa: ☐ della presenza delle Alpi ☐ della sua posizione in mezzo al Mediterraneo 3. La bora è un vento freddo e violento che soffia da nord-est: ☐ verso l’Adriatico ☐ verso il Tirreno Che cosa significa? Pressione atmosferica: l’aria è una miscela di gas e subisce come tutti i corpi l’azione della forza di gravità, quindi esercita una pressione su tutto ciò che sovrasta. Brezza: vento leggero che soffia tra zone vicine sottoposte a diverso riscaldamento. PROVA TU Guarda la cartina e la “rosa dei venti” e rispondi alle domande che seguono. 1. Come si chiama il vento che soffia da nord? 2. Come si chiama il vento che soffia da sud? 3. Qual è il vento che soffia da sud-est?
II Mediterraneo UNITÀ 5 - Le conoscenze fondamentali STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Quali venti soffiano sull’Italia? La differenza di pressione atmosferica (cioè del peso dell’aria) fra due masse d’aria provoca il vento. È il Sole che scalda le masse d’aria in modo diverso: di qui la differenza di pressione e, come conseguenza, lo spostamento delle masse d’aria fredda verso quelle calde e, quindi, il vento. Sono numerosi i venti che interessano l’Italia, sia per la sua posizione in mezzo al Mediterraneo sia per la sua forma allungata. I più importanti sono: il Maestrale, la Tramontana, la Bora, il Levante, lo Scirocco, l’Austro, il Libeccio, il Ponentino. La bora è un vento freddo e violento che soffia da nord-est verso l’Adriatico settentrionale. Può arrivare a 100 km/h. Il ponentino è una fresca brezza proveniente da ovest, che spira sulle coste del Lazio. La velocità del vento è determinata dalla differenza di temperatura tra le masse d’aria calda e quelle di aria fredda: più è grande è più è forte il vento. Indica con una crocetta il giusto completamento. 1. Il vento è provocato dalla differenza di pressione atmosferica: ☐ tra due masse d’aria ☐ tra due aree con la stessa temperatura dell’aria 2. L’Italia è interessata da numerosi venti a causa: ☐ della presenza delle Alpi ☐ della sua posizione in mezzo al Mediterraneo 3. La bora è un vento freddo e violento che soffia da nord-est: ☐ verso l’Adriatico ☐ verso il Tirreno Che cosa significa? Pressione atmosferica: l’aria è una miscela di gas e subisce come tutti i corpi l’azione della forza di gravità, quindi esercita una pressione su tutto ciò che sovrasta. Brezza: vento leggero che soffia tra zone vicine sottoposte a diverso riscaldamento. PROVA TU Guarda la cartina e la “rosa dei venti” e rispondi alle domande che seguono. 1. Come si chiama il vento che soffia da nord? 2. Come si chiama il vento che soffia da sud? 3. Qual è il vento che soffia da sud-est?