Il turismo in Italia

Il turismo in Italia UNITÀ 10 - Il settore terziario L’importanza del settore Il turismo è un aspetto importante dell’economia italiana e garantisce un lavoro a molte persone: addetti alle agenzie turistiche, personale degli alberghi e dei ristoranti, bagnini, maestri di sci, ma anche personale dei musei, di stabilimenti termali ecc. (1) Complessivamente, nel 2012 questo settore impiegava circa 2,2 milioni di persone; rappresentava così il 9,7% del totale dei posti di lavoro disponibili nel nostro Paese. Sempre nel 2012, il turismo contribuiva alla formazione del PIL italiano con oltre 130 miliardi, rappresentandone il 9% circa. (2) Per comprendere l’importanza del turismo per il nostro Paese non bisogna dimenticare, infine, un fatto molto importante: l’Italia ha in questo settore un vantaggio nei confronti degli altri Paesi rappresentato dalla bellezza del suo paesaggio, dal clima e soprattutto dalla straordinaria ricchezza del suo patrimonio storico e artistico. (3) Una ricca offerta di mete turistiche Nel nostro Paese si possono praticare molti tipi di turismo: • il turismo balneare in riva al mare o sui laghi; • il turismo montano nelle località situate sulle Alpi e sugli Appennini; • il turismo culturale nelle città d’arte, come Firenze e Venezia; grazie alla ricchezza del patrimonio artistico italiano, questo tipo di turismo da solo registra circa 30 milioni di presenze l’anno; • il turismo religioso, come a Roma o Assisi; • il turismo termale, come a Salsomaggiore o Fiuggi; • l’agriturismo che si sta affermando sempre più. (4) La Piazza Grande di Arezzo durante la Giostra del Saracino, una tradizionale rievocazione storica. Che cos’è l’agriturismo? I sempre più gravi problemi ambientali hanno risvegliato in molte persone l’interesse per la natura e la vita all'aria aperta. Sono nate così nuove proposte turistiche, fra le quali l’agriturismo. Si tratta di un soggiorno in aperta campagna: i turisti sono ospitati in case rurali, possono passeggiare nei boschi e nei prati, gustare cibi genuini, partecipare alle attività della cascina, stare a contatto con gli animali. L’agriturismo è diffuso soprattutto in Italia, Francia e Germania. Chi ama il contatto con la natura può anche effettuare il trekking, che consiste in lunghe escursioni in montagna o all'interno di parchi naturali. Per garantire il riposo, lungo il percorso vengono attrezzate baite o centri d’accoglienza. Fissa i concetti 1. Il turismo è un aspetto importante dell’economia italiana e garantisce un lavoro a molte persone. 2. Nel 2012 il turismo in Italia impiegava circa 2,2 milioni di persone, ossia il 9,7% dei posti di lavoro disponibili, contribuendo alla formazione del PIL italiano per circa il 9%. 3. L’Italia ha, per il turismo, un vantaggio nei confronti degli altri Paesi per la bellezza del suo paesaggio, per il clima e per la straordinaria ricchezza del suo patrimonio storico e artistico. 4. In Italia si praticano diversi tipi di turismo: balneare, montano, culturale, religioso, termale, agriturismo. Le parole della geografia Stabilimento termale / Spa / Balneario / Njësi termale / Baie termală / 温泉 / منتجع Luogo annesso a sorgenti di acqua calda o ricca di zolfo o di altri elementi usati a scopo curativo. Quali sono le dieci mete principali del turismo culturale in Italia? Lavoriamo insieme Le principali mete turistiche in Italia Osserva la carta sulle principali mete turistiche in Italia, leggi bene le didascalie e rispondi alle domande che seguono. 1. Quali sono le attrattive della città di Torino? 2. Qual è la caratteristica della cittadina di Fiuggi? 3. Per quale motivo è famosa la città di Marsala, in Sicilia? 4. Qual è la principale meta del turismo religioso italiano? 5. Qual è la città più famosa del litorale adriatico, complessivamente specializzato nel turismo balneare? 6. Quanti visitatori conta la città di Venezia? 1 Torino: recentemente ha riscoperto la sua vocazione turistica, grazie alle montagne vicine e a importanti musei, tra cui il famoso Museo Egizio che attira ogni anno più di 500 000 visitatori. 2 Fiuggi: è una delle più importanti stazioni termali d’Europa; conta addirittura 1 milione circa di presenze all’anno. 3 Marsala: tra i tanti motivi per visitare la Sicilia c’è anche quello enogastronomico; a Marsala si può gustare, tra gli altri, il vino che prende il nome dalla città. 4 San Giovanni Rotondo: la chiesa dedicata a Padre Pio, proclamato santo nel 2002, è la principale meta del turismo religioso italiano: circa 7 milioni di presenze l’anno, grosso modo quanto quelle che si registrano nel centro della cattolicità, la Basilica di San Pietro in Vaticano. 5 Rimini: è una delle località più frequentate del litorale adriatico, complessivamente specializzato nel turismo balneare; moltissimi gli arrivi dall’estero, soprattutto di tedeschi (il gruppo più numeroso tra i turisti stranieri che visitano il nostro Paese). 6 Venezia: è una delle principali mete turistiche del mondo, con circa 20 milioni di visitatori l’anno.
Il turismo in Italia UNITÀ 10 - Il settore terziario L’importanza del settore Il turismo è un aspetto importante dell’economia italiana e garantisce un lavoro a molte persone: addetti alle agenzie turistiche, personale degli alberghi e dei ristoranti, bagnini, maestri di sci, ma anche personale dei musei, di stabilimenti termali ecc. (1) Complessivamente, nel 2012 questo settore impiegava circa 2,2 milioni di persone; rappresentava così il 9,7% del totale dei posti di lavoro disponibili nel nostro Paese. Sempre nel 2012, il turismo contribuiva alla formazione del PIL italiano con oltre 130 miliardi, rappresentandone il 9% circa. (2) Per comprendere l’importanza del turismo per il nostro Paese non bisogna dimenticare, infine, un fatto molto importante: l’Italia ha in questo settore un vantaggio nei confronti degli altri Paesi rappresentato dalla bellezza del suo paesaggio, dal clima e soprattutto dalla straordinaria ricchezza del suo patrimonio storico e artistico. (3) Una ricca offerta di mete turistiche Nel nostro Paese si possono praticare molti tipi di turismo: • il turismo balneare in riva al mare o sui laghi; • il turismo montano nelle località situate sulle Alpi e sugli Appennini; • il turismo culturale nelle città d’arte, come Firenze e Venezia; grazie alla ricchezza del patrimonio artistico italiano, questo tipo di turismo da solo registra circa 30 milioni di presenze l’anno; • il turismo religioso, come a Roma o Assisi; • il turismo termale, come a Salsomaggiore o Fiuggi; • l’agriturismo che si sta affermando sempre più. (4) La Piazza Grande di Arezzo durante la Giostra del Saracino, una tradizionale rievocazione storica. Che cos’è l’agriturismo? I sempre più gravi problemi ambientali hanno risvegliato in molte persone l’interesse per la natura e la vita all'aria aperta. Sono nate così nuove proposte turistiche, fra le quali l’agriturismo. Si tratta di un soggiorno in aperta campagna: i turisti sono ospitati in case rurali, possono passeggiare nei boschi e nei prati, gustare cibi genuini, partecipare alle attività della cascina, stare a contatto con gli animali. L’agriturismo è diffuso soprattutto in Italia, Francia e Germania. Chi ama il contatto con la natura può anche effettuare il trekking, che consiste in lunghe escursioni in montagna o all'interno di parchi naturali. Per garantire il riposo, lungo il percorso vengono attrezzate baite o centri d’accoglienza. Fissa i concetti 1. Il turismo è un aspetto importante dell’economia italiana e garantisce un lavoro a molte persone. 2. Nel 2012 il turismo in Italia impiegava circa 2,2 milioni di persone, ossia il 9,7% dei posti di lavoro disponibili, contribuendo alla formazione del PIL italiano per circa il 9%. 3. L’Italia ha, per il turismo, un vantaggio nei confronti degli altri Paesi per la bellezza del suo paesaggio, per il clima e per la straordinaria ricchezza del suo patrimonio storico e artistico. 4. In Italia si praticano diversi tipi di turismo: balneare, montano, culturale, religioso, termale, agriturismo. Le parole della geografia Stabilimento termale / Spa / Balneario / Njësi termale / Baie termală / 温泉 / منتجع Luogo annesso a sorgenti di acqua calda o ricca di zolfo o di altri elementi usati a scopo curativo. Quali sono le dieci mete principali del turismo culturale in Italia? Lavoriamo insieme Le principali mete turistiche in Italia Osserva la carta sulle principali mete turistiche in Italia, leggi bene le didascalie e rispondi alle domande che seguono. 1. Quali sono le attrattive della città di Torino?  2. Qual è la caratteristica della cittadina di Fiuggi?  3. Per quale motivo è famosa la città di Marsala, in Sicilia?  4. Qual è la principale meta del turismo religioso italiano?  5. Qual è la città più famosa del litorale adriatico, complessivamente specializzato nel turismo balneare?  6. Quanti visitatori conta la città di Venezia? 1 Torino: recentemente ha riscoperto la sua vocazione turistica, grazie alle montagne vicine e a importanti musei, tra cui il famoso Museo Egizio che attira ogni anno più di 500 000 visitatori.  2 Fiuggi: è una delle più importanti stazioni termali d’Europa; conta addirittura 1 milione circa di presenze all’anno. 3 Marsala: tra i tanti motivi per visitare la Sicilia c’è anche quello enogastronomico; a Marsala si può gustare, tra gli altri, il vino che prende il nome dalla città. 4 San Giovanni Rotondo: la chiesa dedicata a Padre Pio, proclamato santo nel 2002, è la principale meta del turismo religioso italiano: circa 7 milioni di presenze l’anno, grosso modo quanto quelle che si registrano nel centro della cattolicità, la Basilica di San Pietro in Vaticano. 5 Rimini: è una delle località più frequentate del litorale adriatico, complessivamente specializzato nel turismo balneare; moltissimi gli arrivi dall’estero, soprattutto di tedeschi (il gruppo più numeroso tra i turisti stranieri che visitano il nostro Paese). 6 Venezia: è una delle principali mete turistiche del mondo, con circa 20 milioni di visitatori l’anno.