La rete dei trasporti

La rete dei trasporti UNITÀ 10 - Il settore terziario Il mondo diventa più piccolo Per il trasporto di persone e merci ci serviamo di diverse reti: rete stradale, rete ferroviaria, rete aerea, rete marittima, rete fluviale. Si parla di rete perché si forma attraverso il collegamento di una serie di elementi: la rete stradale, per esempio, è l’insieme dei vari tipi di strade. (1) Collegate tra loro, le diverse reti costituiscono la grande rete dei trasporti che rende possibile raggiungere ogni angolo del mondo (vedi Lavoriamo insieme, nelle pagine seguenti). Grazie alle moderne tecnologie, l’uomo sta sconfiggendo la distanza: lo spazio che intercorre tra due luoghi ovviamente non è diminuito, ma il tempo necessario per percorrerlo sì. È come se il mondo fosse diventato più piccolo! Nell’organizzazione delle reti di trasporto, un ruolo molto importante è svolto dalla logistica che organizza l’insieme dei mezzi, materiali (treno, camion ecc.) e umani (autisti, magazzinieri ecc.) che assicurano il trasporto. La rete stradaleIn Europa esiste fin dall’antichità una rete stradale molto sviluppata. Già gli antichi Romani realizzarono le prime e principali strade che unirono gran parte dell’Europa fino al Medioevo, e in alcuni casi fino a oggi. Attualmente la rete stradale e autostradale europea è la più estesa del mondo. In particolare, il traffico crescente ha portato la rete autostradale a triplicarsi negli ultimi vent’anni. Le autostrade permettono di compiere lunghi tragitti in un tempo relativamente breve ma, in quasi tutti gli Stati europei, per percorrerle si deve pagare un pedaggio. In Italia la rete stradale è costituita da più di 430 000 chilometri di strade e da oltre 6400 chilometri di autostrade. Attualmente, nel nostro Paese, il trasporto su strada è il più sviluppato: il 75% delle merci e l’85% dei passeggeri viaggiano su automezzi. (2) Ciò causa gravi problemi ambientali, perché le automobili e gli autocarri sono i mezzi di trasporto più inquinanti. La rete ferroviariaIl nostro continente possiede una rete ferroviaria di circa 330 000 km, che corrisponde a un terzo delle strade ferrate del pianeta. (3) Sono presenti linee ferroviarie per i treni ad alta velocità e sono stati potenziati i collegamenti internazionali grazie alla realizzazione di tunnel ferroviari sottomarini come l’Eurotunnel, sotto la Manica. È tuttora in costruzione, invece, il tunnel sotto lo stretto di Gibilterra, che collegherà la Spagna con il Marocco. In Italia le linee ferroviarie principali si trovano nella Pianura Padana, lungo la costa adriatica e lungo quella tirrenica. A causa della presenza degli Appennini, sono scarsi i collegamenti tra le due coste. Il treno è usato soprattutto dai pendolari, coloro che percorrono ogni giorno piccole o medie distanze per raggiungere il luogo di lavoro. Durante i periodi di vacanza aumenta fortemente il numero dei passeggeri sui lunghi tragitti, ma in generale per i loro spostamenti gli italiani preferiscono l’automobile. Anche il trasporto delle merci per ferrovia è poco praticato perché le operazioni di carico, scarico e consegna delle merci sono più lente rispetto al trasferimento mediante autocarri. (4) Il terminal francese del tunnel della Manica a Coquelles, nei dintorni di Calais. Fissa i concetti 1. Per il trasporto ci serviamo della rete stradale, ferroviaria, aerea, marittima, fluviale. Si parla di rete perché è il collegamento di una serie di elementi: la rete stradale, per esempio, è l’insieme dei vari tipi di strade. 2. La rete stradale e autostradale europea è la più estesa del mondo, e anche in Italia il trasporto su strada è quello più sviluppato. 3. L’Europa possiede una rete ferroviaria di circa 330 000 km, che corrisponde a un terzo delle strade ferrate del pianeta. 4. Il treno è usato soprattutto dai pendolari e gli italiani preferiscono l’automobile; anche per le merci in Italia si privilegia il trasporto sugli autocarri. Le parole della geografia Pedaggio / Toll / Peaje / Taksë / Taxă de autostradă / 通行税 / مأصر È un termine che deriva dal latino pes, piede. Letteralmente significa “diritto di mettere il piede”: è infatti la tassa che deve essere pagata per utilizzare strade, ponti ecc. Lavoriamo insieme La grande rete dei trasporti Osserva la tavola sulla grande rete dei trasporti, leggi bene le didascalie e rispondi alle domande che seguono. 1. Che cosa ha di particolare un’autostrada rispetto a una strada normale? 2. Che cos’è un viadotto? 3. Che cos’è una piattaforma multimodale? 1 Autostrada: è una strada riservata alle auto, ai camion e alle moto sopra una certa cilindrata; non ha attraversamenti di altre strade; si paga un pedaggio per percorrerla. 2 Aeroporto: è uno spazio predisposto e attrezzato per il decollo e l’atterraggio di aeroplani, che trasportano persone e merci. 3 Stazione ferroviaria: è un complesso di edifici e impianti predisposti per il passaggio e la sosta di mezzi ferroviari (treni passeggeri, treni merci) tutti viaggianti su rotaie. 4 Tunnel: gallerie che attraversano all’interno una montagna o un altro ostacolo naturale. 5 Canale: per accedere a un porto vi è spesso un canale, un passaggio segnalato naturale o artificiale. 6 Ponti: superano un corso d’acqua, una vallata o una strada. 7 Piattaforma multimodale: è uno spazio di transito attrezzato per permettere la connessione fra diversi mezzi di trasporto (per esempio, scaricare la merce da una nave e caricarla su camion o treni). 8 Porto: è uno spazio di mare o di fiume, protetto e attrezzato, dove le imbarcazioni possono compiere facilmente operazioni di imbarco e sbarco. 9 Viadotti: ponti che permettono alle strade di superare centri abitati, valli o depressioni del terreno.
La rete dei trasporti UNITÀ 10 - Il settore terziario Il mondo diventa più piccolo Per il trasporto di persone e merci ci serviamo di diverse reti: rete stradale, rete ferroviaria, rete aerea, rete marittima, rete fluviale. Si parla di rete perché si forma attraverso il collegamento di una serie di elementi: la rete stradale, per esempio, è l’insieme dei vari tipi di strade. (1) Collegate tra loro, le diverse reti costituiscono la grande rete dei trasporti che rende possibile raggiungere ogni angolo del mondo (vedi Lavoriamo insieme, nelle pagine seguenti). Grazie alle moderne tecnologie, l’uomo sta sconfiggendo la distanza: lo spazio che intercorre tra due luoghi ovviamente non è diminuito, ma il tempo necessario per percorrerlo sì. È come se il mondo fosse diventato più piccolo! Nell’organizzazione delle reti di trasporto, un ruolo molto importante è svolto dalla logistica che organizza l’insieme dei mezzi, materiali (treno, camion ecc.) e umani (autisti, magazzinieri ecc.) che assicurano il trasporto. La rete stradaleIn Europa esiste fin dall’antichità una rete stradale molto sviluppata. Già gli antichi Romani realizzarono le prime e principali strade che unirono gran parte dell’Europa fino al Medioevo, e in alcuni casi fino a oggi. Attualmente la rete stradale e autostradale europea è la più estesa del mondo. In particolare, il traffico crescente ha portato la rete autostradale a triplicarsi negli ultimi vent’anni. Le autostrade permettono di compiere lunghi tragitti in un tempo relativamente breve ma, in quasi tutti gli Stati europei, per percorrerle si deve pagare un pedaggio. In Italia la rete stradale è costituita da più di 430 000 chilometri di strade e da oltre 6400 chilometri di autostrade. Attualmente, nel nostro Paese, il trasporto su strada è il più sviluppato: il 75% delle merci e l’85% dei passeggeri viaggiano su automezzi. (2) Ciò causa gravi problemi ambientali, perché le automobili e gli autocarri sono i mezzi di trasporto più inquinanti. La rete ferroviariaIl nostro continente possiede una rete ferroviaria di circa 330 000 km, che corrisponde a un terzo delle strade ferrate del pianeta. (3) Sono presenti linee ferroviarie per i treni ad alta velocità e sono stati potenziati i collegamenti internazionali grazie alla realizzazione di tunnel ferroviari sottomarini come l’Eurotunnel, sotto la Manica. È tuttora in costruzione, invece, il tunnel sotto lo stretto di Gibilterra, che collegherà la Spagna con il Marocco. In Italia le linee ferroviarie principali si trovano nella Pianura Padana, lungo la costa adriatica e lungo quella tirrenica. A causa della presenza degli Appennini, sono scarsi i collegamenti tra le due coste. Il treno è usato soprattutto dai pendolari, coloro che percorrono ogni giorno piccole o medie distanze per raggiungere il luogo di lavoro. Durante i periodi di vacanza aumenta fortemente il numero dei passeggeri sui lunghi tragitti, ma in generale per i loro spostamenti gli italiani preferiscono l’automobile. Anche il trasporto delle merci per ferrovia è poco praticato perché le operazioni di carico, scarico e consegna delle merci sono più lente rispetto al trasferimento mediante autocarri. (4) Il terminal francese del tunnel della Manica a Coquelles, nei dintorni di Calais. Fissa i concetti 1. Per il trasporto ci serviamo della rete stradale, ferroviaria, aerea, marittima, fluviale. Si parla di rete perché è il collegamento di una serie di elementi: la rete stradale, per esempio, è l’insieme dei vari tipi di strade. 2. La rete stradale e autostradale europea è la più estesa del mondo, e anche in Italia il trasporto su strada è quello più sviluppato. 3. L’Europa possiede una rete ferroviaria di circa 330 000 km, che corrisponde a un terzo delle strade ferrate del pianeta. 4. Il treno è usato soprattutto dai pendolari e gli italiani preferiscono l’automobile; anche per le merci in Italia si privilegia il trasporto sugli autocarri. Le parole della geografia Pedaggio / Toll / Peaje / Taksë / Taxă de autostradă / 通行税 / مأصر È un termine che deriva dal latino pes, piede. Letteralmente significa “diritto di mettere il piede”: è infatti la tassa che deve essere pagata per utilizzare strade, ponti ecc. Lavoriamo insieme La grande rete dei trasporti Osserva la tavola sulla grande rete dei trasporti, leggi bene le didascalie e rispondi alle domande che seguono. 1. Che cosa ha di particolare un’autostrada rispetto a una strada normale?  2. Che cos’è un viadotto?  3. Che cos’è una piattaforma multimodale?  1 Autostrada: è una strada riservata alle auto, ai camion e alle moto sopra una certa cilindrata; non ha attraversamenti di altre strade; si paga un pedaggio per percorrerla. 2 Aeroporto: è uno spazio predisposto e attrezzato per il decollo e l’atterraggio di aeroplani, che trasportano persone e merci. 3 Stazione ferroviaria: è un complesso di edifici e impianti predisposti per il passaggio e la sosta di mezzi ferroviari (treni passeggeri, treni merci) tutti viaggianti su rotaie. 4 Tunnel: gallerie che attraversano all’interno una montagna o un altro ostacolo naturale. 5 Canale: per accedere a un porto vi è spesso un canale, un passaggio segnalato naturale o artificiale. 6 Ponti: superano un corso d’acqua, una vallata o una strada. 7 Piattaforma multimodale: è uno spazio di transito attrezzato per permettere la connessione fra diversi mezzi di trasporto (per esempio, scaricare la merce da una nave e caricarla su camion o treni). 8 Porto: è uno spazio di mare o di fiume, protetto e attrezzato, dove le imbarcazioni possono compiere facilmente operazioni di imbarco e sbarco. 9 Viadotti: ponti che permettono alle strade di superare centri abitati, valli o depressioni del terreno.