L’agricoltura europea

L’agricoltura europea UNITÀ 8 - L’economia: il settore primario Caratteristiche e prodotti dell’agricoltura europea L’agricoltura europea è caratterizzata dall’uso intensivo del suolo, dalla meccanizzazione del lavoro e dall’utilizzo dei fertilizzanti e degli antiparassitari chimici. (1) La meccanizzazione, come sappiamo, ha permesso di ridurre gli occupati nel settore; ha inoltre causato lo sfruttamento intensivo delle pianure e l’abbandono della montagna, dove non è possibile applicare le moderne tecniche agricole. (2) L’uso di grandi quantità di fertilizzanti e di pesticidi ha lo scopo di aumentare la produttività, ma è causa d’inquinamento. (3) I prodotti dell’Europa agrariaGran parte della Scandinavia e della Russia sono ricoperte da foreste da cui si ricava il legname. La parte orientale dell’Europa è invece occupata in prevalenza da prati destinati a pascolo per i bovini. Accanto ai pascoli vi sono aree coltivate a patate, luppolo, frutta. La coltivazione del grano è praticata nelle zone occidentali e centrali del continente, mentre le aree più settentrionali sono più adatte all’orzo, all’avena e alla segale; il mais è diffuso nelle zone meridionali. (4) Ai cereali si affiancano talvolta le coltivazioni della barbabietola da zucchero, del girasole, della soia e del tabacco, dette piante industriali perché vengono trasformate dalle industrie in prodotto alimentare o altro (zucchero, olio, fibre tessili ecc.). Intorno al Mar Mediterraneo, e in particolare in Italia, l’agricoltura è basata sulla coltivazione del grano duro, nelle zone interne, mentre in quelle costiere e collinari prevalgono le colture dell’ulivo, della vite, della frutta e dei fiori. (5) Un moderno trattore motorizzato con aratro a dischi. Fissa i concetti 1. L’agricoltura europea è caratterizzata dall’uso intensivo del suolo, dalla meccanizzazione del lavoro e dall’utilizzo dei fertilizzanti e degli antiparassitari chimici. 2. La meccanizzazione ha ridotto gli occupati nel settore e causato lo sfruttamento delle pianure e l’abbandono della montagna, dove non si possono usare le moderne tecniche agricole. 3. L’uso di fertilizzanti e di pesticidi ha lo scopo di aumentare la produttività, ma è causa d’inquinamento. 4. Dalle foreste russe e scandinave si ricava il legname; in Europa orientale vi sono molte zone a pascolo; in Europa occidentale e centrale la coltivazione prevalente è il grano, mentre in quella meridionale è più diffuso il mais. 5. Nell’area mediterranea si coltivano il grano duro, l’ulivo, la vite, la frutta e i fiori. Le parole della geografia Pesticida / Pesticide / Pesticida / Pesticid / Pesticid / 农药 / مبيد آفات Sostanza chimica usata per eliminare i parassiti che danneggiano le coltivazioni. Sono compresi nella categoria dei pesticidi gli insetticidi, i fungicidi e gli erbicidi. Lavoriamo insieme L’agricoltura italiana Osserva la carta sull’agricoltura italiana, leggi attentamente le didascalie e rispondi alle domande che seguono. 1. Perché l’agricoltura italiana presenta qualche ritardo rispetto a quella di altri Paesi europei? 2. In quale settore l’Italia contende alla Francia il primo posto nel mondo? 3. Tra gli ortaggi e la frutta, quali sono i prodotti italiani di alta qualità, noti in tutto il mondo? 4. Quale Paese precede l’Italia nella classifica mondiale dei produttori di olio d’oliva? 1 L’agricoltura italiana presenta qualche ritardo rispetto a quella di altri Paesi dell’Unione Europea: in particolare, spesso i terreni coltivati da un’azienda sono di dimensione limitata e ciò impedisce un’adeguata meccanizzazione del lavoro. 2 Le uve italiane, da tavola o da vino, sono famose in tutto il mondo: in questo settore, l’Italia contende alla Francia il primo posto nel mondo. 3 Ortaggi e frutta sono tra le coltivazioni più avanzate dell’agricoltura italiana: i pomodori della Campania, i carciofi della Sardegna e le mele del Trentino, per esempio, sono prodotti di alta qualità, noti in tutto il mondo. 4 L’Italia è seconda nella classifica mondiale dei produttori di olio d’oliva, dopo la Spagna.
L’agricoltura europea UNITÀ 8 - L’economia: il settore primario Caratteristiche e prodotti dell’agricoltura europea L’agricoltura europea è caratterizzata dall’uso intensivo del suolo, dalla meccanizzazione del lavoro e dall’utilizzo dei fertilizzanti e degli antiparassitari chimici. (1) La meccanizzazione, come sappiamo, ha permesso di ridurre gli occupati nel settore; ha inoltre causato lo sfruttamento intensivo delle pianure e l’abbandono della montagna, dove non è possibile applicare le moderne tecniche agricole. (2) L’uso di grandi quantità di fertilizzanti e di pesticidi ha lo scopo di aumentare la produttività, ma è causa d’inquinamento. (3) I prodotti dell’Europa agrariaGran parte della Scandinavia e della Russia sono ricoperte da foreste da cui si ricava il legname. La parte orientale dell’Europa è invece occupata in prevalenza da prati destinati a pascolo per i bovini. Accanto ai pascoli vi sono aree coltivate a patate, luppolo, frutta. La coltivazione del grano è praticata nelle zone occidentali e centrali del continente, mentre le aree più settentrionali sono più adatte all’orzo, all’avena e alla segale; il mais è diffuso nelle zone meridionali. (4) Ai cereali si affiancano talvolta le coltivazioni della barbabietola da zucchero, del girasole, della soia e del tabacco, dette piante industriali perché vengono trasformate dalle industrie in prodotto alimentare o altro (zucchero, olio, fibre tessili ecc.). Intorno al Mar Mediterraneo, e in particolare in Italia, l’agricoltura è basata sulla coltivazione del grano duro, nelle zone interne, mentre in quelle costiere e collinari prevalgono le colture dell’ulivo, della vite, della frutta e dei fiori. (5) Un moderno trattore motorizzato con aratro a dischi. Fissa i concetti 1. L’agricoltura europea è caratterizzata dall’uso intensivo del suolo, dalla meccanizzazione del lavoro e dall’utilizzo dei fertilizzanti e degli antiparassitari chimici. 2. La meccanizzazione ha ridotto gli occupati nel settore e causato lo sfruttamento delle pianure e l’abbandono della montagna, dove non si possono usare le moderne tecniche agricole. 3. L’uso di fertilizzanti e di pesticidi ha lo scopo di aumentare la produttività, ma è causa d’inquinamento. 4. Dalle foreste russe e scandinave si ricava il legname; in Europa orientale vi sono molte zone a pascolo; in Europa occidentale e centrale la coltivazione prevalente è il grano, mentre in quella meridionale è più diffuso il mais. 5. Nell’area mediterranea si coltivano il grano duro, l’ulivo, la vite, la frutta e i fiori. Le parole della geografia Pesticida / Pesticide / Pesticida / Pesticid / Pesticid / 农药 / مبيد آفات Sostanza chimica usata per eliminare i parassiti che danneggiano le coltivazioni. Sono compresi nella categoria dei pesticidi gli insetticidi, i fungicidi e gli erbicidi. Lavoriamo insieme L’agricoltura italiana Osserva la carta sull’agricoltura italiana, leggi attentamente le didascalie e rispondi alle domande che seguono. 1. Perché l’agricoltura italiana presenta qualche ritardo rispetto a quella di altri Paesi europei?  2. In quale settore l’Italia contende alla Francia il primo posto nel mondo?  3. Tra gli ortaggi e la frutta, quali sono i prodotti italiani di alta qualità, noti in tutto il mondo?  4. Quale Paese precede l’Italia nella classifica mondiale dei produttori di olio d’oliva? 1 L’agricoltura italiana presenta qualche ritardo rispetto a quella di altri Paesi dell’Unione Europea: in particolare, spesso i terreni coltivati da un’azienda sono di dimensione limitata e ciò impedisce un’adeguata meccanizzazione del lavoro. 2 Le uve italiane, da tavola o da vino, sono famose in tutto il mondo: in questo settore, l’Italia contende alla Francia il primo posto nel mondo. 3 Ortaggi e frutta sono tra le coltivazioni più avanzate dell’agricoltura italiana: i pomodori della Campania, i carciofi della Sardegna e le mele del Trentino, per esempio, sono prodotti di alta qualità, noti in tutto il mondo. 4 L’Italia è seconda nella classifica mondiale dei produttori di olio d’oliva, dopo la Spagna.