Com’è distribuita la popolazione europea?

Com’è distribuita la popolazione europea? UNITÀ 6 - La popolazione europea La densità media della popolazione La distribuzione della popolazione su un continente è determinata da vari fattori: • le caratteristiche del territorio: sono più popolate le pianure delle montagne, le zone costiere più delle zone interne; • il clima: sono più densamente popolate le regioni con clima mite; • fattori storici ed economici, come ad esempio la presenza di industrie o di risorse agricole. (1) La densità media della popolazione in Europa è di circa 70 abitanti per km2. La differenza di densità tra le varie zone europee La distribuzione della popolazione sul territorio europeo non è uniforme: la densità tende a diminuire procedendo da sud verso nord e dalle coste occidentali verso oriente. (2) La zona più densamente popolata, con oltre 200 abitanti per km2, comprende Germania, Boemia, Polonia meridionale, Benelux, Francia nordorientale, alcune zone della Gran Bretagna e dell’Italia. Le densità più basse, fra 1 e 50 abitanti per km2, si riscontrano in Islanda, nel nord della Scozia, della Penisola scandinava, in Russia e nelle aree montuose. Le migrazioni verso l’EuropaAnche gli spostamenti delle persone da un territorio a un altro cambiano la distribuzione della popolazione. Una delle cause principali che spingono le persone a spostarsi ed emigrare è il confronto tra le possibilità di vita nell’area di origine e quelle nell’area di destinazione. Chi abita in un Paese povero tende a spostarsi in uno più ricco. Altre cause delle migrazioni possono essere: lo scoppio di una guerra, le persecuzioni politiche e religiose, le discriminazioni razziali, l’oppressione di una dittatura. (3) L’Europa occidentale è una delle mete preferite delle migrazioni: è un continente ricco, in pace, circondato in molti casi da paesi sconvolti da dittature, guerre o povertà. Gli Stati europei che oggi ospitano il maggior numero di stranieri sono la Germania, la Francia e il Regno Unito. (4) Verso un’Europa sempre più multietnica? È difficile conoscere il numero esatto degli individui coinvolti nei flussi migratori: i dati ufficiali sono lontani da quelli reali, a causa della forte presenza di persone che si introducono in un Paese violando le leggi sull’immigrazione. In effetti molti giungono di nascosto nel nostro continente e sono quindi condannati a vivere ai margini della società. Di solito si stabiliscono nei grandi centri abitati dov’è più facile trovare un lavoro, ma anche sfuggire ai controlli e svolgere attività illegali. In alcune città europee esistono quartieri a forte maggioranza di stranieri, dove le difficoltà di integrazione causano problemi di convivenza con gli altri cittadini. Ma l’immigrazione è soprattutto una risorsa e, per parecchi Paesi d’Europa, un rimedio alla diminuzione degli abitanti. La società europea è ormai diventata multietnica: vi convivono cioè persone di varia provenienza, con esigenze culturali, sociali e religiose diverse. Fissa i concetti 1. La distribuzione della popolazione su un continente è influenzata dalle caratteristiche del territorio, dal clima e da fattori storici ed economici.2. La distribuzione della popolazione europea non è uniforme: la densità diminuisce andando da sud a nord e da ovest verso est.3. Le persone si spostano spesso alla ricerca di migliori condizioni di vita, fuggendo la povertà, le guerre, le discriminazioni razziali e religiose, le dittature.4. Gli Stati europei ricchi e pacifici, soprattutto Germania, Francia e Regno Unito, ospitano un gran numero di migranti. Le parole della geografia Densità media della popolazione / Average population density / Densidad media de población / Dendësia mesatare e popullsisë / Densitatea medie a populației / 平均人口密度 / متوسط الكثافة السكانيةÈ il rapporto tra la popolazione totale che risiede in un determinato territorio e la superficie di tale territorio espressa in chilometri quadrati. Da dove vengono gli immigrati?1 Emigrazione dall’America: dall’America latina molti emigranti raggiungono la Spagna e il Portogallo, Paesi che hanno a lungo dominato su quelle terre e con cui condividono lingua e religione. Sempre per motivi legati al colonialismo, in Gran Bretagna e Francia è forte la presenza di emigranti provenienti dai Paesi dell’area caraibica.2 Emigrazione in Germania: per decenni, dai Paesi più poveri dell’Est europeo e dall’Italia, numerose persone hanno raggiunto la Germania. In seguito è stata la Turchia la terra da cui è partita la maggior parte degli immigrati.3 Emigrazione dall’Est: la fine dei regimi comunisti ha causato nei Paesi dell’Est europeo una crisi economica molto grave. Per questa ragione - soprattutto dall’Albania, dalla Romania, dalla Polonia, dalla Bielorussia, dall’Ucraina - numerose persone hanno cominciato a raggiungere i Paesi dell’Europa occidentale, con particolare preferenza per la Germania e l’Italia. 4 Emigrazione dal Vicino ed Estremo Oriente: gli asiatici lasciano Paesi guidati da regimi dittatoriali o Paesi che non garantiscono a tutta la popolazione livelli accettabili di vita. 5 Emigrazione dalla ex Iugoslavia: un caso particolare è dato dalle popolazioni della ex Iugoslavia, che dopo la caduta del regime comunista e le successive guerre hanno abbandonato le loro case dirigendosi verso l’Europa occidentale o la vicina Grecia. 6 Emigrazione dall’Africa: dopo viaggi lunghi e costosi, in cui impegnano tutti i propri averi, gli africani lasciano le coste del loro continente diretti in Spagna e Francia o verso l’Italia, che è per molti il territorio più vicino da raggiungere. Lavoriamo insieme La distribuzione della popolazione in Europa1 L’Europa è molto popolata perché è situata nella zona con clima temperato, particolarmente adatto all’insediamento umano. Infatti la sua densità è seconda solo a quella dell’Asia.2 Le regioni più settentrionali sono poco ospitali a causa delle temperature sempre molto basse.3 Anche l’area posta fra il Mar Nero e il Mar Caspio è poco abitata per la forte aridità.Osserva la cartina sulla distribuzione della popolazione in Europa, leggi bene le didascalie e rispondi alle domande che seguono.1. Quali sono le regioni d’Europa più densamente popolate? 2. Quali sono le regioni meno densamente popolate e perché?
Com’è distribuita la popolazione europea? UNITÀ 6 - La popolazione europea La densità media della popolazione La distribuzione della popolazione su un continente è determinata da vari fattori: • le caratteristiche del territorio: sono più popolate le pianure delle montagne, le zone costiere più delle zone interne; • il clima: sono più densamente popolate le regioni con clima mite; • fattori storici ed economici, come ad esempio la presenza di industrie o di risorse agricole. (1) La densità media della popolazione in Europa è di circa 70 abitanti per km2. La differenza di densità tra le varie zone europee La distribuzione della popolazione sul territorio europeo non è uniforme: la densità tende a diminuire procedendo da sud verso nord e dalle coste occidentali verso oriente. (2) La zona più densamente popolata, con oltre 200 abitanti per km2, comprende Germania, Boemia, Polonia meridionale, Benelux, Francia nordorientale, alcune zone della Gran Bretagna e dell’Italia. Le densità più basse, fra 1 e 50 abitanti per km2, si riscontrano in Islanda, nel nord della Scozia, della Penisola scandinava, in Russia e nelle aree montuose. Le migrazioni verso l’EuropaAnche gli spostamenti delle persone da un territorio a un altro cambiano la distribuzione della popolazione. Una delle cause principali che spingono le persone a spostarsi ed emigrare è il confronto tra le possibilità di vita nell’area di origine e quelle nell’area di destinazione. Chi abita in un Paese povero tende a spostarsi in uno più ricco. Altre cause delle migrazioni possono essere: lo scoppio di una guerra, le persecuzioni politiche e religiose, le discriminazioni razziali, l’oppressione di una dittatura. (3) L’Europa occidentale è una delle mete preferite delle migrazioni: è un continente ricco, in pace, circondato in molti casi da paesi sconvolti da dittature, guerre o povertà. Gli Stati europei che oggi ospitano il maggior numero di stranieri sono la Germania, la Francia e il Regno Unito. (4) Verso un’Europa sempre più multietnica? È difficile conoscere il numero esatto degli individui coinvolti nei flussi migratori: i dati ufficiali sono lontani da quelli reali, a causa della forte presenza di persone che si introducono in un Paese violando le leggi sull’immigrazione. In effetti molti giungono di nascosto nel nostro continente e sono quindi condannati a vivere ai margini della società. Di solito si stabiliscono nei grandi centri abitati dov’è più facile trovare un lavoro, ma anche sfuggire ai controlli e svolgere attività illegali. In alcune città europee esistono quartieri a forte maggioranza di stranieri, dove le difficoltà di integrazione causano problemi di convivenza con gli altri cittadini. Ma l’immigrazione è soprattutto una risorsa e, per parecchi Paesi d’Europa, un rimedio alla diminuzione degli abitanti. La società europea è ormai diventata multietnica: vi convivono cioè persone di varia provenienza, con esigenze culturali, sociali e religiose diverse. Fissa i concetti 1. La distribuzione della popolazione su un continente è influenzata dalle caratteristiche del territorio, dal clima e da fattori storici ed economici.2. La distribuzione della popolazione europea non è uniforme: la densità diminuisce andando da sud a nord e da ovest verso est.3. Le persone si spostano spesso alla ricerca di migliori condizioni di vita, fuggendo la povertà, le guerre, le discriminazioni razziali e religiose, le dittature.4. Gli Stati europei ricchi e pacifici, soprattutto Germania, Francia e Regno Unito, ospitano un gran numero di migranti. Le parole della geografia Densità media della popolazione / Average population density / Densidad media de población / Dendësia mesatare e popullsisë / Densitatea medie a populației / 平均人口密度 / متوسط الكثافة السكانيةÈ il rapporto tra la popolazione totale che risiede in un determinato territorio e la superficie di tale territorio espressa in chilometri quadrati. Da dove vengono gli immigrati?1 Emigrazione dall’America: dall’America latina molti emigranti raggiungono la Spagna e il Portogallo, Paesi che hanno a lungo dominato su quelle terre e con cui condividono lingua e religione. Sempre per motivi legati al colonialismo, in Gran Bretagna e Francia è forte la presenza di emigranti provenienti dai Paesi dell’area caraibica.2 Emigrazione in Germania: per decenni, dai Paesi più poveri dell’Est europeo e dall’Italia, numerose persone hanno raggiunto la Germania. In seguito è stata la Turchia la terra da cui è partita la maggior parte degli immigrati.3 Emigrazione dall’Est: la fine dei regimi comunisti ha causato nei Paesi dell’Est europeo una crisi economica molto grave. Per questa ragione - soprattutto dall’Albania, dalla Romania, dalla Polonia, dalla Bielorussia, dall’Ucraina - numerose persone hanno cominciato a raggiungere i Paesi dell’Europa occidentale, con particolare preferenza per la Germania e l’Italia. 4 Emigrazione dal Vicino ed Estremo Oriente: gli asiatici lasciano Paesi guidati da regimi dittatoriali o Paesi che non garantiscono a tutta la popolazione livelli accettabili di vita. 5 Emigrazione dalla ex Iugoslavia: un caso particolare è dato dalle popolazioni della ex Iugoslavia, che dopo la caduta del regime comunista e le successive guerre hanno abbandonato le loro case dirigendosi verso l’Europa occidentale o la vicina Grecia. 6 Emigrazione dall’Africa: dopo viaggi lunghi e costosi, in cui impegnano tutti i propri averi, gli africani lasciano le coste del loro continente diretti in Spagna e Francia o verso l’Italia, che è per molti il territorio più vicino da raggiungere. Lavoriamo insieme La distribuzione della popolazione in Europa1 L’Europa è molto popolata perché è situata nella zona con clima temperato, particolarmente adatto all’insediamento umano. Infatti la sua densità è seconda solo a quella dell’Asia.2 Le regioni più settentrionali sono poco ospitali a causa delle temperature sempre molto basse.3 Anche l’area posta fra il Mar Nero e il Mar Caspio è poco abitata per la forte aridità.Osserva la cartina sulla distribuzione della popolazione in Europa, leggi bene le didascalie e rispondi alle domande che seguono.1. Quali sono le regioni d’Europa più densamente popolate? 2. Quali sono le regioni meno densamente popolate e perché?