Evitare gli sprechi

Percorso per la costruzione delle competenze Evitare gli sprechi La fame nel mondoSecondo la FAO, l’organizzazione internazionale che combatte la fame nel mondo, la Terra potrebbe attualmente nutrire più di 12 miliardi di persone: potrebbe cioè fornire agli abitanti del pianeta una razione di calorie quotidiane fra le 1800 e le 2400, quante ne servono per vivere in buona salute.Eppure molte persone muoiono ancora di fame, mentre nell’Occidente diventa sempre più grave il problema dell’obesità, dovuto all’assunzione di calorie in eccesso.Osserva le tabelle, che esprimono bene questa disuguaglianza:(dati FAO)Per cambiare la situazione attuale della distribuzione delle risorse è necessario che i governi, le multinazionali, la finanza si accordino su un modello di sviluppo “sostenibile” in cui ci sia maggiore equità.Anche a livello personale, però, occorre cambiare mentalità.Discuti con i tuoi compagni: quali comportamenti si possono adottare per evitare gli sprechi di cibo? Il problema dell’acquaAncora più grave della mancanza di cibo è la penuria d’acqua: non solo, infatti, l’acqua è fondamentale per la sopravvivenza di tutti gli esseri viventi (basti pensare che oltre la metà del nostro corpo è composta da acqua), ma viene anche utilizzata per l’irrigazione dei campi, nell’allevamento, nei processi industriali, nelle attività domestiche.Osserva il disegno a lato, che ti mostra la quantità di acqua necessaria per produrre altri materiali o cibi. Molte persone nel mondo, tuttavia, devono fare i conti con il problema della siccità o delle scarse risorse idriche.Anche in questo caso, uno dei passi necessari perché il pianeta possa essere una “casa per tutti” è evitare i grandi sprechi d’acqua.Ecco alcune cause:1) Gli sprechi agricoliL’agricoltura assorbe una grande percentuale dell’acqua disponibile sul pianeta.Dal 40 al 60% dell’acqua versata nell’irrigazione evapora però prima di essere assorbita dalle piante.Nuove tecniche, come l’irrigazione localizzata, permettono di risparmiare grandi quantità di acqua. Tuttavia, vengono utilizzate solo nello 0,7% delle aree coltivate del mondo.2) La dispersione nel trasporto dell’acquaSpesso nel trasporto dell’acqua si verifica una grande dispersione, dovuta alle condutture vecchie e maltenute.In Italia questo fenomeno è particolarmente grave: le perdite della rete idrica sfiorano infatti il 40%.3) Gli sprechi domesticiIn media ogni abitante della Terra consuma 600 m3 di acqua all’anno, di cui 50 di acqua potabile: circa 164 litri al giorno.Nei Paesi occidentali i consumi domestici sono costituiti per il 44% da bagno e doccia, per il 30% dalle attività di cucina e dal lavaggio della biancheria, per il 26% dallo scarico del WC: solo l’1% dell’acqua potabile viene bevuta.Dividetevi in tre gruppi: ogni gruppo approfondirà uno degli argomenti elencati sopra, focalizzando l’attenzione sulla situazione italiana.Cercate informazioni su riviste, giornali, internet e stendete un breve report in cui riportate le informazioni raccolte. Ogni gruppo esporrà poi in classe i risultati della ricerca. Risparmiare energiaNegli ultimi decenni il consumo di energia è aumentato enormemente, specie nei Paesi occidentali.Nelle nostre case, una delle principali cause del grande consumo di petrolio sono il riscaldamento e l’acqua calda: rappresentano infatti rispettivamente il 78% e il 15% del consumo totale di energia domestica.Purtroppo questa energia viene spesso usata male o sprecata.Uno dei motivi è lo scarso isolamento delle nostre case, che disperdono gran parte del riscaldamento.Spesso, inoltre, la temperatura delle nostre case è superiore a quella necessaria per stare bene:• in un soggiorno, ad esempio, sono sufficienti 20 gradi• in camera da letto bastano 18 gradi (che di notte possono essere portati a 16 gradi).Osserva la seguente tabella:Prova a registrare le temperature che ci sono in alcuni ambienti di casa tua nelle diverse ore della giornata, e compila poi la tabella seguente:Che cosa osservi?Pensi che sarebbe possibile per te e per la tua famiglia risparmiare energia?Oltre al riscaldamento e all’acqua calda, nelle nostre case molti altri strumenti consumano energia: si tratta degli elettrodomestici, strumenti utili che ci alleviano molte fatiche ma il cui utilizzo comporta dei costi.Sei sicuro di saper riconoscere tutti gli oggetti che in casa tua consumano energia?Osserva il disegno e segna con una X tutti gli elettrodomestici, apparecchi, utensili che per funzionare richiedono energia elettrica.Quanti ne hai trovati?Confronta il tuo risultato con quello dei compagni: chi ha saputo identificare il maggior numero di oggetti?Prova a continuare il test: quali altri apparecchi che consumano energia elettrica si trovano nella tua casa?Nella seguente tabella puoi vedere come si distribuiscono mediamente i consumi domestici di energia elettrica:Scaldabagno elettrico 20%Frigorifero 18%Illuminazione 15%Lavatrice 13%Televisore 11%Lavastoviglie 4%Forno elettrico 4%Utensili vari 15%Rifletti e discuti con i tuoi compagni: come è possibile risparmiare energia elettrica?Elencate in una tabella come quella seguente i comportamenti negativi e quelli positivi rispetto al risparmio energetico che vi vengono in mente:COMPORTAMENTI NEGATIVILasciare lo stand by accesoMettere in frigorifero cibi caldiCOMPORTAMENTI POSITIVIUsare lampadine ledUsare la lavatrice a pieno carico
Percorso per la costruzione delle competenze Evitare gli sprechi La fame nel mondoSecondo la FAO, l’organizzazione internazionale che combatte la fame nel mondo, la Terra potrebbe attualmente nutrire più di 12 miliardi di persone: potrebbe cioè fornire agli abitanti del pianeta una razione di calorie quotidiane fra le 1800 e le 2400, quante ne servono per vivere in buona salute.Eppure molte persone muoiono ancora di fame, mentre nell’Occidente diventa sempre più grave il problema dell’obesità, dovuto all’assunzione di calorie in eccesso.Osserva le tabelle, che esprimono bene questa disuguaglianza:(dati FAO)Per cambiare la situazione attuale della distribuzione delle risorse è necessario che i governi, le multinazionali, la finanza si accordino su un modello di sviluppo “sostenibile” in cui ci sia maggiore equità.Anche a livello personale, però, occorre cambiare mentalità.Discuti con i tuoi compagni: quali comportamenti si possono adottare per evitare gli sprechi di cibo? Il problema dell’acquaAncora più grave della mancanza di cibo è la penuria d’acqua: non solo, infatti, l’acqua è fondamentale per la sopravvivenza di tutti gli esseri viventi (basti pensare che oltre la metà del nostro corpo è composta da acqua), ma viene anche utilizzata per l’irrigazione dei campi, nell’allevamento, nei processi industriali, nelle attività domestiche.Osserva il disegno a lato, che ti mostra la quantità di acqua necessaria per produrre altri materiali o cibi. Molte persone nel mondo, tuttavia, devono fare i conti con il problema della siccità o delle scarse risorse idriche.Anche in questo caso, uno dei passi necessari perché il pianeta possa essere una “casa per tutti” è evitare i grandi sprechi d’acqua.Ecco alcune cause:1) Gli sprechi agricoliL’agricoltura assorbe una grande percentuale dell’acqua disponibile sul pianeta.Dal 40 al 60% dell’acqua versata nell’irrigazione evapora però prima di essere assorbita dalle piante.Nuove tecniche, come l’irrigazione localizzata, permettono di risparmiare grandi quantità di acqua. Tuttavia, vengono utilizzate solo nello 0,7% delle aree coltivate del mondo.2) La dispersione nel trasporto dell’acquaSpesso nel trasporto dell’acqua si verifica una grande dispersione, dovuta alle condutture vecchie e maltenute.In Italia questo fenomeno è particolarmente grave: le perdite della rete idrica sfiorano infatti il 40%.3) Gli sprechi domesticiIn media ogni abitante della Terra consuma 600 m3 di acqua all’anno, di cui 50 di acqua potabile: circa 164 litri al giorno.Nei Paesi occidentali i consumi domestici sono costituiti per il 44% da bagno e doccia, per il 30% dalle attività di cucina e dal lavaggio della biancheria, per il 26% dallo scarico del WC: solo l’1% dell’acqua potabile viene bevuta.Dividetevi in tre gruppi: ogni gruppo approfondirà uno degli argomenti elencati sopra, focalizzando l’attenzione sulla situazione italiana.Cercate informazioni su riviste, giornali, internet e stendete un breve report in cui riportate le informazioni raccolte. Ogni gruppo esporrà poi in classe i risultati della ricerca. Risparmiare energiaNegli ultimi decenni il consumo di energia è aumentato enormemente, specie nei Paesi occidentali.Nelle nostre case, una delle principali cause del grande consumo di petrolio sono il riscaldamento e l’acqua calda: rappresentano infatti rispettivamente il 78% e il 15% del consumo totale di energia domestica.Purtroppo questa energia viene spesso usata male o sprecata.Uno dei motivi è lo scarso isolamento delle nostre case, che disperdono gran parte del riscaldamento.Spesso, inoltre, la temperatura delle nostre case è superiore a quella necessaria per stare bene:• in un soggiorno, ad esempio, sono sufficienti 20 gradi• in camera da letto bastano 18 gradi (che di notte possono essere portati a 16 gradi).Osserva la seguente tabella:Prova a registrare le temperature che ci sono in alcuni ambienti di casa tua nelle diverse ore della giornata, e compila poi la tabella seguente:Che cosa osservi?Pensi che sarebbe possibile per te e per la tua famiglia risparmiare energia?Oltre al riscaldamento e all’acqua calda, nelle nostre case molti altri strumenti consumano energia: si tratta degli elettrodomestici, strumenti utili che ci alleviano molte fatiche ma il cui utilizzo comporta dei costi.Sei sicuro di saper riconoscere tutti gli oggetti che in casa tua consumano energia?Osserva il disegno e segna con una X tutti gli elettrodomestici, apparecchi, utensili che per funzionare richiedono energia elettrica.Quanti ne hai trovati?Confronta il tuo risultato con quello dei compagni: chi ha saputo identificare il maggior numero di oggetti?Prova a continuare il test: quali altri apparecchi che consumano energia elettrica si trovano nella tua casa?Nella seguente tabella puoi vedere come si distribuiscono mediamente i consumi domestici di energia elettrica:Scaldabagno elettrico 20%Frigorifero 18%Illuminazione 15%Lavatrice 13%Televisore 11%Lavastoviglie 4%Forno elettrico 4%Utensili vari 15%Rifletti e discuti con i tuoi compagni: come è possibile risparmiare energia elettrica?Elencate in una tabella come quella seguente i comportamenti negativi e quelli positivi rispetto al risparmio energetico che vi vengono in mente:COMPORTAMENTI NEGATIVILasciare lo stand by accesoMettere in frigorifero cibi caldiCOMPORTAMENTI POSITIVIUsare lampadine ledUsare la lavatrice a pieno carico