Che cos’è la geografia?

Che cos’è la geografia? UNITÀ 0 - Per prepararti allo studio della geografia Il significato del termine “geografia” Il termine geografia deriva dal greco. In questa lingua “Gea” è la “Terra”, mentre il verbo gràphein significa “scrivere”: quindi geografia vuol dire letteralmente “descrizione della Terra”. (1) Già nell’antichità gli uomini si interessarono alla geografia e si dedicarono a conoscere e descrivere la Terra. Oggi tuttavia la geografia non si limita soltanto alla descrizione della Terra ma anche al rapporto tra l’uomo e lo spazio che lo circonda. Di conseguenza, la geografia si compone di due parti: la geografia fisica e le geografia antropica. La geografia fisica Lo studio degli aspetti naturali del nostro pianeta viene chiamato geografia fisica. (2) La geografia fisica si occupa in modo particolare: • della morfologia, cioè di com’è fatta la superficie terrestre; • dell’orografia, cioè delle caratteristiche delle montagne, delle colline e delle pianure; • dell’idrografia, cioè della distribuzione delle acque marine e terrestri; • del clima di un territorio, della sua flora (vegetazione) e fauna (animali). La geografia antropicaLa Terra non resta sempre uguale nel tempo, ma si trasforma, anche per l’intervento dell’uomo. Per questo, oltre che di geografia fisica, si parla anche di geografia antropica: anthropos in greco significa infatti “che riguarda l’uomo”. (3) Poiché la geografia antropica si interessa di vari aspetti, si è specializzata: abbiamo così la geografia economica, che studia l’economia di un territorio; la geografia politica, che del territorio studia l’evoluzione politica; la demografia, che si occupa della distribuzione e della composizione della popolazione, e così via. (4) Non solo: la geografia si serve del contributo di numerose altre scienze come l’astronomia, che studia le stelle e i pianeti; la geologia, che spiega i cambiamenti della crosta terrestre; la storia, che si occupa della trasformazione di un territorio nel tempo. (5) Fissa i concetti 1. Geografia vuol dire letteralmente “descrizione della Terra”. 2. Lo studio degli aspetti naturali del nostro pianeta viene chiamato geografia fisica. 3. Poiché la Terra si trasforma anche per l’intervento dell’uomo, oltre che di geografia fisica, si parla anche di geografia antropica (da anthropos = uomo). 4. La geografia antropica si interessa di vari aspetti: abbiamo così la geografia economica; la geografia politica; la demografia, che si occupa della popolazione di un territorio. 5. La geografia si serve del contributo di numerose altre scienze, come l’astronomia, la geologia e la storia. Le parole della geografia Territorio / Territory / Territorio / Territori / Teritoriu / 版图 / المنطقة È uno spazio nel quale vive un gruppo di persone. Lavoriamo insieme Prova a riconoscere nell’immagine gli elementi naturali (fiumi, monti, boschi) e quelli umani (case, campi coltivati, linee elettriche ecc.) e trascrivili qui di seguito.
Che cos’è la geografia? UNITÀ 0 - Per prepararti allo studio della geografia Il significato del termine “geografia” Il termine geografia deriva dal greco. In questa lingua “Gea” è la “Terra”, mentre il verbo gràphein significa “scrivere”: quindi geografia vuol dire letteralmente “descrizione della Terra”. (1) Già nell’antichità gli uomini si interessarono alla geografia e si dedicarono a conoscere e descrivere la Terra. Oggi tuttavia la geografia non si limita soltanto alla descrizione della Terra ma anche al rapporto tra l’uomo e lo spazio che lo circonda. Di conseguenza, la geografia si compone di due parti: la geografia fisica e le geografia antropica. La geografia fisica Lo studio degli aspetti naturali del nostro pianeta viene chiamato geografia fisica. (2) La geografia fisica si occupa in modo particolare: • della morfologia, cioè di com’è fatta la superficie terrestre; • dell’orografia, cioè delle caratteristiche delle montagne, delle colline e delle pianure; • dell’idrografia, cioè della distribuzione delle acque marine e terrestri; • del clima di un territorio, della sua flora (vegetazione) e fauna (animali). La geografia antropicaLa Terra non resta sempre uguale nel tempo, ma si trasforma, anche per l’intervento dell’uomo. Per questo, oltre che di geografia fisica, si parla anche di geografia antropica: anthropos in greco significa infatti “che riguarda l’uomo”. (3) Poiché la geografia antropica si interessa di vari aspetti, si è specializzata: abbiamo così la geografia economica, che studia l’economia di un territorio; la geografia politica, che del territorio studia l’evoluzione politica; la demografia, che si occupa della distribuzione e della composizione della popolazione, e così via. (4) Non solo: la geografia si serve del contributo di numerose altre scienze come l’astronomia, che studia le stelle e i pianeti; la geologia, che spiega i cambiamenti della crosta terrestre; la storia, che si occupa della trasformazione di un territorio nel tempo. (5) Fissa i concetti 1. Geografia vuol dire letteralmente “descrizione della Terra”. 2. Lo studio degli aspetti naturali del nostro pianeta viene chiamato geografia fisica. 3. Poiché la Terra si trasforma anche per l’intervento dell’uomo, oltre che di geografia fisica, si parla anche di geografia antropica (da anthropos = uomo). 4. La geografia antropica si interessa di vari aspetti: abbiamo così la geografia economica; la geografia politica; la demografia, che si occupa della popolazione di un territorio. 5. La geografia si serve del contributo di numerose altre scienze, come l’astronomia, la geologia e la storia. Le parole della geografia Territorio / Territory / Territorio / Territori / Teritoriu / 版图 / المنطقة È uno spazio nel quale vive un gruppo di persone. Lavoriamo insieme Prova a riconoscere nell’immagine gli elementi naturali (fiumi, monti, boschi) e quelli umani (case, campi coltivati, linee elettriche ecc.) e trascrivili qui di seguito.