I mari d’Europa

I mari d’Europa UNITÀ 4 - I mari del Nord I tre mari principali L’Europa è bagnata da tre vasti mari: il Mar Glaciale Artico a nord, l’Oceano Atlantico a ovest, il Mar Mediterraneo a sud. Ciascuno si suddivide in mari più piccoli che prendono nomi diversi. (1) Il Mar Glaciale Artico, che si estende attorno al Polo Nord, bagna le coste settentrionali della Penisola Scandinava e della Russia e penetra nel continente europeo formando il Mar di Barents, il Mar Bianco e il Mar di Kara. L’Oceano Atlantico bagna le coste europee dalla Scandinavia alla Penisola Iberica. Comprende il Mar di Norvegia, il Mare del Nord e il Mar Baltico. Il Canale della Manica separa la Francia dalla Gran Bretagna e collega l’oceano al Mare del Nord. Il Mar Mediterraneo bagna le coste meridionali dell’Europa dalla Spagna alla Grecia. Comprende il Mar Ligure e il Mar Tirreno a ovest dell’Italia, il Mar Adriatico e lo Ionio a est e il Mar Egeo fra la Grecia e la Turchia. Il Mediterraneo è un mare chiuso fra le coste dell’Africa, dell’Asia e dell’Europa, con le piccole aperture dello Stretto di Gibilterra verso l’Oceano Atlantico e del Bosforo verso il Mar Nero. Le costeL’Europa ha uno sviluppo costiero molto esteso (circa 38 000 chilometri) e di aspetto assai vario. Le coste sono basse e sabbiose dove la pianura giunge fino al mare, come nel nord della Francia, nella parte meridionale della Penisola Iberica, lungo il Mar Baltico e il Mare Adriatico. In prossimità del delta dei grandi fiumi, come il Rodano, il Danubio e il Volga, diventano fangose. (2) Altrove le coste sono prevalentemente alte e rocciose, perché i rilievi montuosi si affacciano sul mare. Là dove il mare penetra profondamente nella costa alta si formano le rias, valli scavate da un fiume e poi sommerse dal mare, lungo il litorale settentrionale della Spagna, e i fiordi, lungo i litorali occidentali della Scozia e della Norvegia. Le coste europee sono inoltre ricche di penisole e di promontori, che occupano, nel loro insieme, il 27% dell’intera superficie continentale. (3) Le isoleFanno parte del continente europeo numerose isole, anche di notevole estensione, che rappresentano l’8% della superficie del continente. Sovente sono raggruppate in arcipelaghi, formati da un insieme di isole e isolette. Il più importante è l’arcipelago britannico, costituito dalla Gran Bretagna, dall’Irlanda e da circa 5000 isole minori collocate nell’Oceano Atlantico, a varia distanza dalle due maggiori. (4) Lungo la costa olandese e tedesca del Mare del Nord si trova l’arcipelago delle isole Frisone. A nord, nel Mar Glaciale Artico, ci sono l’arcipelago delle Svalbard e quello di Novaja Zemlja. Sempre a nord, molto distante dal continente, si trova l’Islanda, isola assai vasta che costituisce uno Stato indipendente. Nel Mar Mediterraneo spiccano cinque grandi isole: Corsica, Sardegna, Sicilia, Creta e Cipro. Inoltre sono presenti molti arcipelaghi, fra i quali quello delle Baleari, di Malta, delle isole Ionie, Cicladi e Sporadi. Il Mar di Norvegia bagna la costa delle isole Lofoten. Il villaggio di Stykkishólmur, sulla costa occidentale dell’Islanda. Fissa i concetti 1. L’Europa è bagnata da tre vasti mari: il Mar Glaciale Artico a nord, l’Oceano Atlantico a ovest, il Mar Mediterraneo a sud. Ciascuno si suddivide in mari più piccoli che prendono nomi diversi. 2. L’Europa ha circa 38 000 chilometri di coste di aspetto assai vario. Sono basse e sabbiose dove la pianura giunge fino al mare; in prossimità del delta dei grandi fiumi diventano fangose. 3. Le coste europee sono inoltre ricche di penisole e di promontori, che occupano, nel loro insieme, il 27% dell’intera superficie continentale. 4. Nel continente europeo vi sono numerose isole, spesso raggruppate in arcipelaghi; il più importante è l’arcipelago britannico, costituito dalla Gran Bretagna, dall’Irlanda e da circa 5000 isole minori collocate nell’Oceano Atlantico. Le parole della geografia Fiordo / Fjord / Fiordo / Fiord / Fiord / 峡湾 / المضيق البحريّ Così viene chiamata la lunga e stretta insenatura dalle pareti ripide e scoscese, che penetra all’interno di un territorio anche per molti chilometri. Si tratta di una valle scavata da un antico ghiacciaio e successivamente sommersa dalle acque del mare. Lavoriamo insieme Mari, coste e isole d’Europa Osserva la carta sui mari, coste e isole d’Europa, leggi bene le didascalie e rispondi alle domande che seguono. 1. Quali isole comprende l’arcipelago britannico? 2. Qual è la penisola più estesa d’Europa? Quali Stati comprende? 3. Quanta parte del territorio greco è costituita da isole? Qual è la più estesa? 1 Arcipelago britannico: comprende due isole maggiori, Gran Bretagna e Irlanda, e circa 5000 isole degli arcipelaghi minori, come le Shetland e le Ebridi. 2 Penisola Scandinava: è la penisola più estesa d’Europa (800 000 km2); comprende Norvegia e Svezia. 3 Isole greche: circa il 20% del territorio greco è costituito da isole. La più estesa è Creta.
I mari d’Europa UNITÀ 4 - I mari del Nord I tre mari principali L’Europa è bagnata da tre vasti mari: il Mar Glaciale Artico a nord, l’Oceano Atlantico a ovest, il Mar Mediterraneo a sud. Ciascuno si suddivide in mari più piccoli che prendono nomi diversi. (1) Il Mar Glaciale Artico, che si estende attorno al Polo Nord, bagna le coste settentrionali della Penisola Scandinava e della Russia e penetra nel continente europeo formando il Mar di Barents, il Mar Bianco e il Mar di Kara. L’Oceano Atlantico bagna le coste europee dalla Scandinavia alla Penisola Iberica. Comprende il Mar di Norvegia, il Mare del Nord e il Mar Baltico. Il Canale della Manica separa la Francia dalla Gran Bretagna e collega l’oceano al Mare del Nord. Il Mar Mediterraneo bagna le coste meridionali dell’Europa dalla Spagna alla Grecia. Comprende il Mar Ligure e il Mar Tirreno a ovest dell’Italia, il Mar Adriatico e lo Ionio a est e il Mar Egeo fra la Grecia e la Turchia. Il Mediterraneo è un mare chiuso fra le coste dell’Africa, dell’Asia e dell’Europa, con le piccole aperture dello Stretto di Gibilterra verso l’Oceano Atlantico e del Bosforo verso il Mar Nero. Le costeL’Europa ha uno sviluppo costiero molto esteso (circa 38 000 chilometri) e di aspetto assai vario. Le coste sono basse e sabbiose dove la pianura giunge fino al mare, come nel nord della Francia, nella parte meridionale della Penisola Iberica, lungo il Mar Baltico e il Mare Adriatico. In prossimità del delta dei grandi fiumi, come il Rodano, il Danubio e il Volga, diventano fangose. (2) Altrove le coste sono prevalentemente alte e rocciose, perché i rilievi montuosi si affacciano sul mare. Là dove il mare penetra profondamente nella costa alta si formano le rias, valli scavate da un fiume e poi sommerse dal mare, lungo il litorale settentrionale della Spagna, e i fiordi, lungo i litorali occidentali della Scozia e della Norvegia. Le coste europee sono inoltre ricche di penisole e di promontori, che occupano, nel loro insieme, il 27% dell’intera superficie continentale. (3) Le isoleFanno parte del continente europeo numerose isole, anche di notevole estensione, che rappresentano l’8% della superficie del continente. Sovente sono raggruppate in arcipelaghi, formati da un insieme di isole e isolette. Il più importante è l’arcipelago britannico, costituito dalla Gran Bretagna, dall’Irlanda e da circa 5000 isole minori collocate nell’Oceano Atlantico, a varia distanza dalle due maggiori. (4) Lungo la costa olandese e tedesca del Mare del Nord si trova l’arcipelago delle isole Frisone. A nord, nel Mar Glaciale Artico, ci sono l’arcipelago delle Svalbard e quello di Novaja Zemlja. Sempre a nord, molto distante dal continente, si trova l’Islanda, isola assai vasta che costituisce uno Stato indipendente. Nel Mar Mediterraneo spiccano cinque grandi isole: Corsica, Sardegna, Sicilia, Creta e Cipro. Inoltre sono presenti molti arcipelaghi, fra i quali quello delle Baleari, di Malta, delle isole Ionie, Cicladi e Sporadi. Il Mar di Norvegia bagna la costa delle isole Lofoten. Il villaggio di Stykkishólmur, sulla costa occidentale dell’Islanda. Fissa i concetti 1. L’Europa è bagnata da tre vasti mari: il Mar Glaciale Artico a nord, l’Oceano Atlantico a ovest, il Mar Mediterraneo a sud. Ciascuno si suddivide in mari più piccoli che prendono nomi diversi. 2. L’Europa ha circa 38 000 chilometri di coste di aspetto assai vario. Sono basse e sabbiose dove la pianura giunge fino al mare; in prossimità del delta dei grandi fiumi diventano fangose. 3. Le coste europee sono inoltre ricche di penisole e di promontori, che occupano, nel loro insieme, il 27% dell’intera superficie continentale. 4. Nel continente europeo vi sono numerose isole, spesso raggruppate in arcipelaghi; il più importante è l’arcipelago britannico, costituito dalla Gran Bretagna, dall’Irlanda e da circa 5000 isole minori collocate nell’Oceano Atlantico. Le parole della geografia Fiordo / Fjord / Fiordo / Fiord / Fiord / 峡湾 / المضيق البحريّ Così viene chiamata la lunga e stretta insenatura dalle pareti ripide e scoscese, che penetra all’interno di un territorio anche per molti chilometri. Si tratta di una valle scavata da un antico ghiacciaio e successivamente sommersa dalle acque del mare. Lavoriamo insieme Mari, coste e isole d’Europa Osserva la carta sui mari, coste e isole d’Europa, leggi bene le didascalie e rispondi alle domande che seguono. 1. Quali isole comprende l’arcipelago britannico?  2. Qual è la penisola più estesa d’Europa? Quali Stati comprende?  3. Quanta parte del territorio greco è costituita da isole? Qual è la più estesa? 1 Arcipelago britannico: comprende due isole maggiori, Gran Bretagna e Irlanda, e circa 5000 isole degli arcipelaghi minori, come le Shetland e le Ebridi. 2 Penisola Scandinava: è la penisola più estesa d’Europa (800 000 km2); comprende Norvegia e Svezia. 3 Isole greche: circa il 20% del territorio greco è costituito da isole. La più estesa è Creta.