I fiumi e i laghi d’Europa

I fiumi e i laghi d’Europa UNITÀ 3 - Il territorio europeo Le caratteristiche dei fiumi europeiQuasi tutti i fiumi europei, se confrontati con quelli degli altri continenti, hanno una lunghezza modesta. L’Europa, infatti, ha una scarsa estensione e le catene montuose sono vicino alle coste. (1) Fa eccezione la parte orientale, dove scorre il fiume più lungo del continente, il Volga (3531 km). Questo fiume, comunque, si trova solo al 18° posto nella classifica mondiale dei corsi d’acqua ed è lungo circa la metà del Nilo, che è al primo posto con i suoi 6672 km.In Europa possiamo individuare due grandi regioni idrografiche:• la prima comprende tutti i fiumi occidentali e settentrionali che sfociano nell’Oceano Atlantico, nel Mar Baltico e nel Mar Glaciale Artico;• la seconda comprende i fiumi meridionali e orientali che si gettano nel Mar Mediterraneo, nel Mar Nero e nel Mar Caspio. (2)I laghi europeiI laghi europei sono prevalentemente concentrati nell’area intorno al Mar Baltico e nella zona alpina. I più vasti sono il Ladoga (18 400 km2) e l’Onega (9610 km2), che si trovano in Russia. (3) Ma la zona più ricca di laghi è la Finlandia meridionale, dove se ne contano circa 40 000. (4) I laghi dell’area settentrionale dell’Europa occupano gli avvallamenti lasciati dai ghiacciai (ora scomparsi) nell’era quaternaria, circa due milioni di anni fa. (5) Anche sui rilievi alpini i ghiacciai scavarono delle valli e, quando si ritirarono, lasciarono sul loro fronte cumuli di detriti (le morene). Così le valli furono sbarrate e si riempirono con l’acqua dei ghiacci che si scioglievano: si formarono in questo modo i laghi prealpini e alpini. Essi sono meno estesi di quelli dell’Europa settentrionale, ma assai profondi: i più vasti sono i laghi di Ginevra e di Costanza, in Svizzera, e quello di Garda in Italia. Nella Pianura Ungherese c’è il Balaton, un lago abbastanza grande, probabilmente il residuo di un antico mare.Il fiume Volga nei pressi della città di Samara, in Russia. I principali fiumi A partire da ovest, lungo i litorali bagnati dall’Oceano Atlantico, incontriamo le foci del Tago, del Duero, della Garonna, della Loira e della Senna. Procedendo verso est troviamo i fiumi che sfociano nel Mare del Nord come la Mosa, il Reno e l’Elba. Nel Mar Baltico si gettano l’Oder, la Vistola e la Dvina Occidentale. I fiumi Onega, Dvina Settentrionale e Peciora sboccano nel Mar Glaciale Artico, ma nei pressi della foce il loro corso è bloccato dai ghiacci da novembre a maggio, a causa delle temperature molto basse. I fiumi che s’immettono nel Mediterraneo non sono molto lunghi, per la vicinanza dei monti alle coste: i più importanti sono l’Ebro, il Rodano e il Po. Hanno invece una notevole lunghezza il Danubio, il Dnestr, il Dnepr e il Don, che sfociano nel Mar Nero; il Volga e l’Ural che si gettano nel Mar Caspio. Quasi tutti i grandi fiumi europei sono navigabili per buona parte del loro corso, perché hanno un regime regolare. Inoltre, nel corso dei secoli, sono stati costruiti molti canali artificiali (idrovie) per consentire una migliore navigazione all’interno del continente. La rete di canali navigabili è particolarmente efficiente nell’Europa centrale. Fissa i concetti 1. I fiumi europei, rispetto a quelli degli altri continenti, sono più corti perché l’Europa è meno estesa e le coste sono vicine alle sorgenti.2. In Europa vi sono due grandi regioni idrografiche: la prima comprende i fiumi che sfociano nell’Oceano e nei mari settentrionali; la seconda comprende i fiumi che sfociano nel Mediterraneo, nel Mar Nero e nel Mar Caspio.3. I più grandi laghi europei si trovano in Russia e sono il Ladoga e l’Onega.4. La zona più ricca di laghi è la Finlandia meridionale, dove se ne contano circa 40 000.5. I laghi europei occupano spesso gli avvallamenti lasciati dai ghiacciai che si sono ritirati molto tempo fa. Le parole della geografia Idrografico / Hydrographic / Hidrografía / Hidrografik / Hidrografic / 水文地理学 / علم وصف المياهAggettivo derivato dal termine “idrografi a”, la scienza che studia tutte le acque (fiumi, laghi, mari ecc.) che si trovano sulla Terra. I 10 fiumi più lunghi d’EuropaI maggiori laghi europei a confrontoIl lago di Como, in Lombardia, è un lago prealpino di origine glaciale. Lavoriamo insieme I fiumi e i laghi d’EuropaOsserva bene la carta sui fiumi e i laghi d’Europa e leggi con attenzione le didascalie. Quindi rispondi alle domande che seguono.1. Perché i fiumi del Mare del Nord sono ricchi di acqua? 2. Che forma hanno le foci dei fiumi che si gettano nel Mar Baltico? 3. Qual è il lago più vasto d’Europa e dove si trova? 4. Che forma hanno le foci dei fiumi che si gettano nell’Oceano Atlantico?1 I fiumi che sfociano nel Mare del Nord sono ricchi d’acqua per le precipitazioni sempre abbondanti e sono navigabili nel lungo tratto pianeggiante del loro corso.2 I fiumi che si gettano nel Mar Baltico hanno la foce a delta, cioè di forma approssimativamente triangolare (come la lettera greca «delta» maiuscola), formata dai detriti alluvionali.3 Il Lago Ladoga è il più vasto d’Europa. Si trova in Russia, vicino al confine con la Finlandia, ed è unito al Mar Baltico attraverso il suo emissario, il fiume Neva.4 I fiumi che si gettano nel Mar Nero e nel Mar Caspio hanno la foce a delta e sono navigabili per buona parte del loro corso.5 Il Lago Balaton è profondo appena 3 o 4 metri; le sue acque sono leggermente salate e abitate da pesci simili a quelli che popolano il Mar Nero.6 Lungo i litorali bagnati dall’Oceano Atlantico, i fiumi presentano una foce a estuario, cioè a forma di imbuto, in cui il mare penetra più o meno profondamente. Questo tipo di foce è ideale per la costruzione di porti in posizione riparata.
I fiumi e i laghi d’Europa UNITÀ 3 - Il territorio europeo Le caratteristiche dei fiumi europeiQuasi tutti i fiumi europei, se confrontati con quelli degli altri continenti, hanno una lunghezza modesta. L’Europa, infatti, ha una scarsa estensione e le catene montuose sono vicino alle coste. (1) Fa eccezione la parte orientale, dove scorre il fiume più lungo del continente, il Volga (3531 km). Questo fiume, comunque, si trova solo al 18° posto nella classifica mondiale dei corsi d’acqua ed è lungo circa la metà del Nilo, che è al primo posto con i suoi 6672 km.In Europa possiamo individuare due grandi regioni idrografiche:• la prima comprende tutti i fiumi occidentali e settentrionali che sfociano nell’Oceano Atlantico, nel Mar Baltico e nel Mar Glaciale Artico;• la seconda comprende i fiumi meridionali e orientali che si gettano nel Mar Mediterraneo, nel Mar Nero e nel Mar Caspio. (2)I laghi europeiI laghi europei sono prevalentemente concentrati nell’area intorno al Mar Baltico e nella zona alpina. I più vasti sono il Ladoga (18 400 km2) e l’Onega (9610 km2), che si trovano in Russia. (3) Ma la zona più ricca di laghi è la Finlandia meridionale, dove se ne contano circa 40 000. (4) I laghi dell’area settentrionale dell’Europa occupano gli avvallamenti lasciati dai ghiacciai (ora scomparsi) nell’era quaternaria, circa due milioni di anni fa. (5) Anche sui rilievi alpini i ghiacciai scavarono delle valli e, quando si ritirarono, lasciarono sul loro fronte cumuli di detriti (le morene). Così le valli furono sbarrate e si riempirono con l’acqua dei ghiacci che si scioglievano: si formarono in questo modo i laghi prealpini e alpini. Essi sono meno estesi di quelli dell’Europa settentrionale, ma assai profondi: i più vasti sono i laghi di Ginevra e di Costanza, in Svizzera, e quello di Garda in Italia. Nella Pianura Ungherese c’è il Balaton, un lago abbastanza grande, probabilmente il residuo di un antico mare.Il fiume Volga nei pressi della città di Samara, in Russia. I principali fiumi A partire da ovest, lungo i litorali bagnati dall’Oceano Atlantico, incontriamo le foci del Tago, del Duero, della Garonna, della Loira e della Senna. Procedendo verso est troviamo i fiumi che sfociano nel Mare del Nord come la Mosa, il Reno e l’Elba. Nel Mar Baltico si gettano l’Oder, la Vistola e la Dvina Occidentale. I fiumi Onega, Dvina Settentrionale e Peciora sboccano nel Mar Glaciale Artico, ma nei pressi della foce il loro corso è bloccato dai ghiacci da novembre a maggio, a causa delle temperature molto basse. I fiumi che s’immettono nel Mediterraneo non sono molto lunghi, per la vicinanza dei monti alle coste: i più importanti sono l’Ebro, il Rodano e il Po. Hanno invece una notevole lunghezza il Danubio, il Dnestr, il Dnepr e il Don, che sfociano nel Mar Nero; il Volga e l’Ural che si gettano nel Mar Caspio. Quasi tutti i grandi fiumi europei sono navigabili per buona parte del loro corso, perché hanno un regime regolare. Inoltre, nel corso dei secoli, sono stati costruiti molti canali artificiali (idrovie) per consentire una migliore navigazione all’interno del continente. La rete di canali navigabili è particolarmente efficiente nell’Europa centrale. Fissa i concetti 1. I fiumi europei, rispetto a quelli degli altri continenti, sono più corti perché l’Europa è meno estesa e le coste sono vicine alle sorgenti.2. In Europa vi sono due grandi regioni idrografiche: la prima comprende i fiumi che sfociano nell’Oceano e nei mari settentrionali; la seconda comprende i fiumi che sfociano nel Mediterraneo, nel Mar Nero e nel Mar Caspio.3. I più grandi laghi europei si trovano in Russia e sono il Ladoga e l’Onega.4. La zona più ricca di laghi è la Finlandia meridionale, dove se ne contano circa 40 000.5. I laghi europei occupano spesso gli avvallamenti lasciati dai ghiacciai che si sono ritirati molto tempo fa. Le parole della geografia Idrografico / Hydrographic / Hidrografía / Hidrografik / Hidrografic / 水文地理学 / علم وصف المياهAggettivo derivato dal termine “idrografi a”, la scienza che studia tutte le acque (fiumi, laghi, mari ecc.) che si trovano sulla Terra. I 10 fiumi più lunghi d’EuropaI maggiori laghi europei a confrontoIl lago di Como, in Lombardia, è un lago prealpino di origine glaciale. Lavoriamo insieme I fiumi e i laghi d’EuropaOsserva bene la carta sui fiumi e i laghi d’Europa e leggi con attenzione le didascalie. Quindi rispondi alle domande che seguono.1. Perché i fiumi del Mare del Nord sono ricchi di acqua? 2. Che forma hanno le foci dei fiumi che si gettano nel Mar Baltico? 3. Qual è il lago più vasto d’Europa e dove si trova? 4. Che forma hanno le foci dei fiumi che si gettano nell’Oceano Atlantico?1 I fiumi che sfociano nel Mare del Nord sono ricchi d’acqua per le precipitazioni sempre abbondanti e sono navigabili nel lungo tratto pianeggiante del loro corso.2 I fiumi che si gettano nel Mar Baltico hanno la foce a delta, cioè di forma approssimativamente triangolare (come la lettera greca «delta» maiuscola), formata dai detriti alluvionali.3 Il Lago Ladoga è il più vasto d’Europa. Si trova in Russia, vicino al confine con la Finlandia, ed è unito al Mar Baltico attraverso il suo emissario, il fiume Neva.4 I fiumi che si gettano nel Mar Nero e nel Mar Caspio hanno la foce a delta e sono navigabili per buona parte del loro corso.5 Il Lago Balaton è profondo appena 3 o 4 metri; le sue acque sono leggermente salate e abitate da pesci simili a quelli che popolano il Mar Nero.6 Lungo i litorali bagnati dall’Oceano Atlantico, i fiumi presentano una foce a estuario, cioè a forma di imbuto, in cui il mare penetra più o meno profondamente. Questo tipo di foce è ideale per la costruzione di porti in posizione riparata.